Volkswagen T-Roc R: lo chiamano SUV sportivo | Recensione e Video

13 Agosto 2021 211

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

La prova della Volkswagen T-Roc R: si può parlare di Suv sportivo? Di sicuro è una definizione che stride e divide. Io, per ora, preferisco ancora le auto normali o, se preferite, a ruota bassa, però di SUV ne provo tanti e devo ammettere che alcuni offrono davvero un gran comfort nei viaggi più lunghi e magari tra qualche anno cederò anch’io…

Bisogna anche considerare che oggi sono sempre meno i veri appassionati della guida disposti a fare un po’ di fatica per salire e scendere dall’auto, a stare seduti in basso, a rinunciare al comfort e alle comodità: è per questo che prima sono arrivate le berline superveloci e poi i SUV con tanti cavalli che hanno tolto loro un po’ la scena; così come ora i Crossover, i SUV compatti “iperpompati” stanno facendo con le compatte sportive.

Di sicuro alla T-Roc R tra una curva e l’altra la velocità non mancherà. Per il resto sarà riuscita a farmi cambiare idea?

Ormai tutti la conoscono bene la T-Roc (qui il nostro primo test) anche perché continua ad essere tra i crossover compatti più venduti in Italia. I più appassionati invece ormai conoscono bene anche questa versione speciale R: se ne è parlato tanto, nel bene e nel male.

DESIGN E DIMENSIONI

Che la R sia più cattiva lo si capisce subito, però per fortuna non hanno esagerato. Il colore Lapiz Blue, che a me piace molto e che distingue le auto del reparto sportivo di Volkswagen, ne esalta le forme e l’aspetto muscoloso.

Davanti i più attenti la riconoscono subito dal design specifico del frontale, come quello del paraurti, con le prese d’aria più ampie, alle luci diurne a LED verticali.

Non manca nulla: cerchi da 19" (belli, con un design azzeccato), minigonne laterali, spoiler posteriore; e poi dietro i gruppi ottici posteriori a LED oscurati, l’impianto di scarico a 4 terminali, come su tutti i modelli R, e l’estrattore aerodinamico.

Ecco le dimensioni: lunghezza 4.241 mm x larghezza 1.819 mm x altezza 1.562 mm, con un passo di 2.595 mm.

SCHEDA TECNICA T-ROC R
  • Motore: benzina a 4 cilindri
  • Iniezione / sovralimentazione: Iniezione diretta / turbocompressore
  • Cilindrata: 1.984 cc
  • Potenza max: 221 kW (300 CV)
  • Coppia max: 400 Nm a 2.000-5.200 giri/min
  • Norma sulle emissioni: Euro 6d
  • Cambio: a doppia frizione DSG a 7 marce
  • Massa a vuoto: 1.575 kg
  • Velocità massima: 250 km/h
  • Accelerazione 0 - 100 km/h in 4,8 secondi
  • Consumo di carburante ciclo combinato WLTP: 8,6-8,8 litri per 100 km
  • Emissioni di CO2 nel ciclo combinato WLTP: 195-199 g/km
  • Capacità serbatoio: 55 litri
  • Bagagliaio volume: min 392 / max 1.237 litri

ABITABILITÀ E INTERNI

Dentro poche cose la distinguono dalle T-Roc normali: un po’ di loghi R sul volante sportivo in pelle multifunzione con la parte piatta in basso e i paddles per il DSG, sui sedili sportivi, sui listelli battitacco, la pedaliera in acciaio spazzolato.

Per il resto condivide i punti deboli delle altre: assemblaggi di buon livello sì, ma materiali plastici usati di qualità decisamente migliorabile; non così piacevoli al tatto come nella tradizione del brand, sono un po’ più duri, e sono ancora più rigide e meno piacevoli al tatto quelle che non si vedono. La plancia è un po’ cheap, non è a livello della Golf. E visto che questa si rivolge a un tipo di cliente disposto a spendere molto di più, potevano avere un occhio di riguardo.

Come le altre (qui il test di una versione a gasolio)però vanta una buona abitabilità, anche in cinque ma comodi di sicuro in quattro, e una buona capacità di carico del bagagliaio che va da un minimo di 392 litri (sono 445 nelle versioni a trazione anteriore) a un massimo di 1.237. Per avere il portellone con movimento elettrico aggiungete 425 euro.

PROVA T-ROC R: 2.0 DA 300 CV

Ma andiamo a quello che ci interessa di più: come molti di voi sapranno, questa T-Roc ha ereditato dalla Golf R della settima generazione il motore 4 cilindri TSI 2.0 turbo con 300 cv, il cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti, la trazione integrale 4MOTION, la piattaforma modulare MQB e tanti altri dettagli che, sulla carta, promettono bene.

Il posto di guida è buono, un po’ in alto ovviamente ma non troppo. I sedili, in tessuto e microfibra, si sono rivelati avvolgenti ma non troppo sportivi, contengono ma non costringono: hanno trovato un compromesso per chi non vuole rinunciare troppo al comfort. Come nella T-Roc normale, l'ergonomia è buona, tutto è al posto giusto. Nella vita di tutti i giorni, nelle modalità di guida Eco e Comfort la R si guida come qualsiasi T-Roc. Ma visto che prima ho parlato di comfort, se soffrite di mal di schiena o non amate comunque le auto troppo rigide questa R non fa per voi.

Questa ha anche la regolazione adattiva dell'assetto DCC, che è un optional direi imperdibile, quindi gli ammortizzatori sono regolabili, ma anche scegliendo la modalità Comfort rimane rigida. L’ho verificato fin dal primo giorno: appena ritirata dal quartier generale del Gruppo Volkswagen, ho affrontato una superstrada che non è proprio il massimo, buche e asperità non mancano, e qui si sente tutto. Per conferirle un comportamento dinamico più sportivo hanno dovuto sacrificare questo aspetto. Però va detto che gli ammortizzatori controllati elettronicamente adeguano la loro risposta in base alla modalità di guida impostata e, quando volete, sanno renderla più maneggevole e reattiva.


Il cambio DSG è buono, dolce e progressivo nella guida più rilassata e capace di innesti molto veloci quando ci date dentro, però ha una strana logica di funzionamento e quando siete nelle modalità di guida normali a volte fatica a capire le vostre intenzioni, e se accelerate con più decisione, arriva un po’ in ritardo. E’ veloce ma non sempre come questo 4 cilindri turbo che invece conosciamo bene e non finisce mai di stupire: 300 CV e 400 Nm di coppia, tra l’altro disponibili in un arco di giri davvero ampio, dai 2000 ai 5200.

Mettete in modalità Race, usate il cambio in manuale con i paddles al volante, spingete e vi accorgerete che va davvero forte: è capace di farla scattare da 0 a 100 in 4,8 secondi e farla volare fino a 250 all’ora. Il propulsore è sempre pronto, l'erogazione è piena e sempre adeguata a quanto chiedete all’acceleratore; ha una gran bella progressione.

Diventiamo adulti ma ci piace sempre giocare, anche se qui il gioco costa caro: per avere l’impianto di scarico "Performance" in titanio firmato Akrapovic bisogna aggiungerci ben 4.095 Euro. Per carità, è vero che rispetto a quello di serie pesa 7 kg in meno ma, a parte quello, il sound del motore è piacevole, si fa sentire parecchio nelle scalate più decise, e vi regala un sorriso anche quando andate piano, perché scoppietta e borbotta sempre, anche in rilascio.

Molti di voi staranno anche pensando: ok sul dritto tutto bene, ma in curva? Nei giorni che hanno preceduto la realizzazione del video, su strade che conosco bene e senza altre auto in giro, ho provato a tirarle un po’ il collo e va davvero forte e vi dà anche l’idea che sia facile andare forte. Vi dà confidenza, vi invoglia a spingere e ad entrare decisi in curva frenando all'ultimo e scalando al limite dei giri con il DSG.

Per renderla più efficace dal punto di vista dinamico, l’hanno abbassata di 2 cm, per contrastare meglio i movimenti della carrozzeria nella guida più sportiva: chi se ne intende sa che già questo può aiutare. Pare abbiano lavorato anche sulla campanatura per dare una maggiore area di contatto agli pneumatici. Insomma ci hanno provato...


La trazione integrale 4Motion con frizione Haldex va a ripartire la coppia fra i due assi in base alle condizioni di aderenza: normalmente privilegia l’avantreno, ma se è necessario in pochi millisecondi la forza motrice va alle ruote posteriori. Non lo percepirete mentre guidate, ma ve ne accorgerete perché sembra sui binari, non si scompone mai, lo fa in rilascio ma solo se lo provocate.

Non pensate però di fare sovrasterzi di potenza o di chiudere le curve esagerando con l’acceleratore. Ma, per chi ha meno esperienza, significa guidare un’auto più sicura in ogni condizione, senza sorprese.

Tra le curve il peso di quasi 1.600 kg (circa 100 in più della Golf R da cui deriva) si sente, soprattutto per il baricentro ovviamente più alto. In inserimento di curva rimane comunque piuttosto piatta, ma i kg in più si sentono in percorrenza o quando esagerate col gas. Non può essere agile e veloce come una più compatta hot hatch ma si difende bene.

Il rollio, che un po’ si sente nelle altre modalità di guida, è comunque ridotto al minimo in Race, dall’impostazione molto rigida.


Lo sterzo, che qui è progressivo, non è male, non è troppo nervoso e non richiede troppe correzioni quando viaggiate in relax, ma quando volete spingere non è così diretto come dovrebbe essere, non sempre vi fa capire bene quello che succede sotto le ruote anteriori.

Per me, la apprezzerete al meglio nel misto veloce; nelle strade più tortuose, nei tornanti più stretti, accenna invece un po’ al sottosterzo. Se proprio volete guidarla come se doveste fare la pole position, potete disinserire manualmente l’ESC, il controllo elettronico della stabilità: ha dei margini di sicurezza molto elevati ma vi consiglio di farlo solo se siete veramente esperti e abituati.
Quando volete giocare ancora un po’ c’è anche il Launch Control, per essere sicuri di fare lo 0 a 100 perfetto con “effetto fionda”.

L'impianto frenante è quello che usava anche la Golf R con il pacchetto Performance e mi è sembrato decisamente efficace: è potente ma il pedale ha la corsa piuttosto lunga e a volte è un po’ spugnoso. Non ho però avuto modo di provarla in montagna, sotto sforzo in discesa, questo no…

E quanto consuma? Eh, dipende molto dal piede e da quanto decidete di sfruttarla. La Casa dichiara un consumo medio tra gli 8,6 e 8,8 litri per 100 km.

ADAS E SICUREZZA

E visto che va così forte, questa T-Roc R è anche sicura? Di serie sul model year 2022 ci sono: l’Adaptive Cruise Control, il cruise control adattivo, il Fatigue Detection, per evitare i colpi di sonno, il Front Assist, con funzione di frenata d'emergenza e riconoscimento dei pedoni, e il Sistema di assistenza mantenimento di corsia Lane Assist.

Sono invece tra gli optional il Cruise control con regolazione automatica della distanza, il sistema di assistenza nella guida in colonna, il sensore per l’angolo cieco Blind Spot; con il Safety pack si può avere anche il sistema Emergency Assist.

TECNOLOGIA A BORDO

Sicuri di voler proprio ascoltare la radio con la R? Comunque, tecnologia parlando, di serie troverete: il Digital Cockpit Pro da 10,25", radio digitale DAB+ con display touch da 8" e 6 altoparlanti (predisposta per la navigazione), App-Connect con funzione wireless per Apple CarPlay e Android Auto, la predisposizione per telefono cellulare con Bluetooth e per i servizi online di We Connect e We Connect Plus, 2 porte USB di tipo C davanti e altre due dietro ma con sola funzione di ricarica.

ALLESTIMENTI E PREZZI

La Volkswagen T-Roc R model year 2022 costa 45.950 Euro. Nella dotazione di serie trovate fari anteriori Full LED, cerchi in lega da 19" con pneumatici 235/40, clima automatico bizona "Air Care Climatronic", gli ADAS e le tante altre cose che vi ho già elencato.

Per quello che costa e quanto costano certi optional come lo scarico Akrapovic, stiamo parlando di un’auto di nicchia, che vi costringe anche a pagare il superbollo: è proprio uno sfizio, per chi se lo può permettere.


SUV sportivo? Considerato il tipo di auto, tiene bene la strada, è più agile del previsto, e va forte. Però è logico che non può regalarvi un feeling da vera sportiva, non è certo la scelta più emozionante o la più coinvolgente che potreste fare con quel budget. Di sicuro la T-Roc R non la porterete ai trackday.

Però provandola potrebbe stupire anche i più scettici. Si riesce ad andare forte senza essere per forza dei piloti e forse questo era l’obiettivo che volevano raggiungere con quest’auto: prestazioni sì ma con una vettura pratica, versatile, fruibile nella vita quotidiana, anche per andarci in ufficio o a fare la spesa.

LE ALTERNATIVE

Questi SUV compatti dall’appeal più sportivo piacciono molto. Quali sono le alternative? Le cugine con lo stesso motore, Cupra Ateca e Audi SQ2, oppure Cupra Formentor. Rimanendo in tema, ma costa di più, qualcuno potrebbe preferire la Mini Countryman John Cooper Works.

Se vi piace questo tipo di auto, quale scegliereste? Forse proprio la T-Roc R?

VIDEO


211

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
luigi

Infatti, le macchine bisogna saperle guidare. 2 cm in più di luce da terra non ti salvano. Con la mia Golf faccio sporadicamente tratti sterrati e accidentati e con la neve non credo proprio che un SUV ti salvi rispetto ad una normale berlina, anzi con una Golf che ha differenziale autobloccante elettronico mi sentirei più sicuro rispetto ad un B-Suv con baricentro alto e senza differenziale autobloccante

luigi

30 anni fa le strade erano molto peggio e le macchine erano molto più basse eppure ci sono auto vecchissime che circolano ancora. Diciamo che i B-Suv sono una moda nata nei paesi in via di sviluppo (Sud America in primis dove le strade sono veramente disastrate ) auto spartane un po' più alte a passo prezzo

Maurizio

sta vendendo come il pane per cui direi che il target è più ampio. molta gente non guarda la linea comunque ma solo la "faccia". Per me un sacco di gente è passata dalla golf al t-roc.

Ben

E allora in vw hanno deciso di complicare un po’ il sistema

MatitaNera

Vedo che sei perspicace

Big G

Si certo, anche io ho lavorato a fianco di Crist0 e so tutto di tutti! Ma falla finita tu e le caxxate che liberi

Massimo Carra

ci sta anche la tua opinione, è soggettivo spesso e volentieri...io con VW mi trovo molto bene

stefanomac

Non sulla T-Roc. Anche metti in folle, la macchina è bloccata. Puoi anche scendere, prendere un caffè e tornare e la ritrovi li. Una volta che entra l’aiuto partenza in salita, la sposti solo mettendo la marcia e partendo oppure disattivando il freno a mano elettronico (cosa insensata).

TheBoss

si si conosco il blog (effettivamente provengo da li XD)

Marco

hai ragione, ho travisato il senso del tuo commento. Non posso che sottoscrivere quanto hai detto tu, in questo blog ci sono tantissimi fenomeni da tastiera che mi piacerebbe tantissimo incontrare un giorno per strada, ma purtroppo non capiterà mai. Dovresti fare un salto su hdblog, lì il livello riesce a raggiungere il punto più basso dell'umanità XD

gianni polini

Quanta intelligenza, istruzione da ogni poro proprio

TheBoss

per quello ho parlato di rassegnazione XD...
contro gli imbranati bestemmio quando mi mettono in pericolo...
tanto che uno spinga come non mai o che vada calmo, alla fine dell'anno, il computer di bordo segnerà una velocità media abbondantemente inferiore ai 50km/h...
per il resto la mia osservazione è che la mia esperienza stradale che tra non molto raggiungerà il milione di km percorsi mi suggerisce che ci sono molti meno amanti della bella guida di quanti sarebbe lecito attendersi leggendo i commenti sotto questo articolo

eric

....hai veramente bisogno di uno psicanalista bravo per uscire dalla nebbia in cui vivi!!!......in fondo sono problemi tuoi......te lo dice chi ha lavorato nel reparto vendite volkswagen per anni......stammi bene.....alka prossima ti plonko direttamente!!

Marco

succede, quindi è possibile…
ma la vera domanda è: hai mai fatto un banale calcolo matematico per sapere qual è la differenza, in termini di tempo, tra uno che viaggia a 100km/h e uno che viaggia a 80km/h in caso si debbano percorre, non so, 20/30km?! La risposta è, praticamente nulla, qualche manciata di secondi o minuti. Quindi il mio consiglio è, non farti venire il fegato amaro, vai piano, nel frattempo ascoltati un bel podcast in radio e torni a casa dalla tua famiglia senza avere il ca…o girato.
Oppure, puoi continuare a bestemmiare contro gli imbranati che hanno trovato la patente nell’ovetto kinder, ma non fai una bella vita :)

Big G

Per te è così, per me i cassoni sono tutti tranne Volkswagen. Solo qualcuna si salva...

Big G

La differenza è che le Volkswagen hanno tutte stile e classe, il resto se ne salva qualcuna come mosche bianche. Per il resto, sui gusti non dico nulla, ad ognuno piace ciò che piace ma le caxxate le raccontate tu e i tuoi compari. Come le stronzat3 che dici quando si tratta di smartphone Sony, cellulari morti dalla nascita che nessuno più si ncul4. Il tuo commentare è valido quanto un centesimo bucato

Ben

L’Hill holder non dovrebbe funzionare con auto in folle ma solo se inserita la prima, quindi se stai parcheggiando in salita discesa puoi sfruttare la pendenza non inserendo la prima

Deepak Murthy

Dopo continui problemi con le mie BMW e Mercedes sto seriamente pensando di passare a Lexus.
Negli anni 90 e forse fino ai primi 2000 le Mercedes erano eccellenti. Adesso tutti i marchi tedeschi sono scesi molto di qualità e affidabilità. Non conosco Porsche

MatitaNera

Troppi soldi comunque

MatitaNera

Quante scemenze

Deepak Murthy

Ma infatti! Ho come terza macchina una Honda Civic. Mai dico mai un problema. Toyota e Honda sono super affidabili

Deepak Murthy

Da storico acquirente di Mercedes e BMW, dopo i continui appuntamenti dal meccanico mi so detto: vediamo la Lexus.
Mamma mia che qualità degli assemblaggi e che interni! Parlo di Lexus UX e NX. La linea è forse meno europea delle Mercedes, BMW, Audi e VW

Anche secondo me, ci ho perso fin troppo tempo

Iena_Reloaded

dai, è evidente che questo non ha neanche la patente; fa discorsi da ragazzini di 14 anni...

Iena_Reloaded

Per favore, non paragonare Toyota con quei cassoni di VW....

Iena_Reloaded

è un optional...

gianni polini

Mah…ormai si fa fatica a distinguere un’auto dall’altra..bisogna andare a vedere il marchio…figuriamoci poi il modello…

Tornando a questa WW che dire, personalmente trovo che abbia una linea orrenda (ma è esistita la Duna..), ma credo che per il target di riferimento sia passabile.

Aficionados WW, sopra i 50 con figli e poca attenzione per l’estetica, non vedo altri compratori.

ACTARUS
SJ_410

Ma dai, cosa perdi tempo con uno che ti dice che auto generaliste, che può permettersi chiunque abbia un reddito medio, sono auto per chi può permettersi “auto di un certo livello!!”.
Questo è il fenomeno che la compra, poi la lava maniacalmente, ti trova accanto con un mezzo che costa te volte la sua golf e ti insulta perché “non sei un appassionato” perché in vacanza è sporco di sabbia, i bambini ci mangiano e via dicendo…

eric

...fammi capire....hai fatto la scuola di design presso il fruttivendolo sotto casa??? tra una Lexus ed una T-Roc c'è una enorme differenza di stile e di classe......vabbè non ne hai mai guidata una nè ci hai mai messo il naso dentro...quindi si spiegano tutte la ca@@ate che vai raccontando.....ti metto in foto la nuova T-Roc 2022 e la Lexus NX appena uscita.......personalmente vedo un solo ed unico obbrobrio INGUARDABILE senza personalità nè classe....sembra quasi una una Kia Ceed più brutta....ed è la nuova T-Roc ;-) https://uploads.disquscdn.c...

alessandro

Sai che la Touareg ha i devioluce della Seat Ibiza del 2010, vero?

Euforia

Stai a fa' a gara a chi lo ha più lungo. Hai vinto va

Ratchet

Perché buttare soldi per il superbollo in generale va bene?

Johnny
I clienti che non guardano ne ai consumi ne al superbollo probabilmente guardano altre auto.

In Italia di sicuro, ma fai conto che il superbollo è un problema solo qua, nel resto d'Europa non esiste.
Questa auto non ha senso qua, come dici tu, ma al di fuori dell'Italia è un'opzione ragionevole.

Big G
Carlito58

Bella

Karmadi69

A tutti piace dire di avere un SUV spendendo relativamente poco.

Karmadi69

Si vede il cheap da qui...

Canvas

Esteticamente questa T-Roc R mi sembra comunque la VW più bellina tra le attuali. Secondo me visto il segmento dell'auto fanno un errore a mettere così tanti cavalli da dover pagare il superbollo, così si tagliano un'altra fetta di possibile clienti. I clienti che non guardano ne ai consumi ne al superbollo probabilmente guardano altre auto.

Max

quanto è brutto il t roc.

TheBoss

Concordo… fino a qualche anno fa ero un “piedone” e adoravo guidare, ora per via di ciclisti, traffico lentissimo, autovelox, persone che sbucano in ogni dove, dossi artificiali, animali selvatici in esplosione demografica ecc… sinceramente mi sono rassegnato, non provo più piacere nella guida e forzo la mano solo quando non posso farne a meno, però anche guidando tranquillo vengo raggiunto da qualcuno praticamente solo quando sono in fila dietro ad un bollito…mi dico, faccio più di 50k km all’anno, possibile che non incontro mai un Ayrton Senna da blog che mi svernicia ? Possibile che se faccio passare qualcuno che mi piomba alle spalle in un rettilineo poi me ne devo pentire già alla prima curva ?

Euforia

Simpaticissimo. Italiano medio, è quello il problema. Rappresenti la costante e non l'eccezione. Poi non fai nemmeno ridere

stefanomac

Si ora ha un anno.

stefanomac

Ci sono due tipi di guidatori: quelli che hanno la fila davanti e quella che ce l’hanno dietro. Questi ultimi non si accorgono di dove si trovano, di quello che li circonda, del perché respirano, a volte.

fragonorh

Per sto.coso 1000€ di bollo sono una vergogna.

mitico303

Beh l'auto hold infatti andrebbe disattivato e attivato solo in quelle occasioni, altrimenti va lasciato attivo.

Io col tasto ok chiudo la chiamata, mi fa scegliere. Dovrebbe apparire una finestrella, non ricordo ora sul momento..

Non ho problemi con il mio seggiolino isofix perché non ha la cinghia top tether, quindi si aggancia solo sotto. Dipende da seggiolino a seggiolino in base al peso, sul mio non è indispensabile quindi non ho mai dovuto preoccuparmene.. hai un bimbo molto piccolo?

fragonorh

Sarei proprio curioso di sapere cosa guidi tu per ergerti a sapientino di turno

mitico303

Dev'esserci qualcosa che non va, io apro ogni mattina la portiera con motore acceso per chiudere il garage e scendendo dalla macchina in folle con freno a mano non suona, falla controllare.
Per la vista view premendo due volte si arriva alla schermata riepilogativa dove c'è anche la data, ma effettivamente sarebbe più immediata almeno sul display da 8". Comunque spegnendo la "radio" appare l'orologio, se l'hai selezionato dalle impostazioni.

fragonorh

Basta percorrere le.strade giuste e possibilmente avere un'auto benzina leggera e scattante... qualcuno diceva "less is more" e ti garantisco che aveva ragione. Ovviamente con auto pesanti e pachidermiche come queste, quando sei a 70km/h devi inchiodare perché la strada è finita.

Auto

Tesla Model Y: quella da battere, ma i difetti esistono | Recensione, video e VS Model 3

Auto

Citroen C3 Aircross 2021: piccola ma pratica, nuova ma sente il peso degli anni

Elettriche

Salone dell'Auto di Monaco: ecco 3 concept interessanti (+ 1) | Video

Auto

IAA Mobility 2021: tutte le novità su auto, tecnologia e non solo | Live Blog