Volkswagen, ecco la Golf R del ventennale

25 Maggio 2022 0

La nuova Volkswagen Golf R 20 Years è la più potente Golf mai messa in produzione. Come suggerisce il nome, è stata costruita per celebrare i 20 anni della divisione R performance di Volkswagen, che ha iniziato a lavorare sulla Golf con la quarta generazione nel 2002 dando vita alla R32 con motore V6 da 3,2 litri e trazione integrale. Quella vettura erogava 237 CV e 236 Nm di coppia, e da quel momento è iniziata l’escalation che ha portato l’attuale ottava Golf a sfidare le più potenti “hot-hatch” in vendita oggi.

PIÙ R DELLA R

Sull'edizione del ventennale il motore a benzina EA888, 4 cilindri turbo da 2 litri è stato messo a punto per produrre 320 CV, 13 CV in più rispetto all'attuale Golf R standard e dunque è quasi certo che migliorerà il suo tempo nello 0-100 che attualmente è di 4,7 secondi, mentre la velocità massima resta limitata a 250 km/h (270 km/h su richiesta con il pacchetto optional R-Performance). Volkswagen ha persino integrato una serie di nuove caratteristiche tecniche e di design, tra cui la funzione Emotional Start che porta il motore a 2.500 giri al momento dell'avviamento e regala un’acustica più aggressiva del motore nell’abitacolo.


Grazie al tasto “R” presente sulla razza sinistra del volante è possibile attivare le modalità di guida più sportive S ed S+. Quando si guida in modalità S o S+, il cambio automatico a doppia frizione (DSG) cambia comportamento per fornire un feedback aggiuntivo quando si passa alle marce superiori, mentre il turbocompressore viene ricalibrato per funzionare a regime costante, rendendo il motore più pronto nella risposta in fase di accelerazione. Anche la valvola a farfalla rimane aperta nelle fasi di rilascio, mettendo a disposizione con più anticipo la coppia motrice.

SI SCIVOLA A COMANDO

Per questo modello sono stati introdotti i profili di guida Special e Drift: il primo, sviluppato sulla Nordschleife del Nürburgring, modifica i parametri del motore, della trazione integrale e del cambio per ottenere maggiori velocità in curva senza sacrificare trazione e stabilità di marcia. Il profilo Drift, invece, abbinato a una regolazione specifica dell'ESC e del Torque Vectoring, consente di divertirsi in derapate controllate di potenza.

PREZZI

La Golf R 20 Years si distingue anche per i dettagli di design personalizzati come i cerchi in lega Estoril da 19” con razze tornite a specchio, anche in versione nera e blu, e lo stemma 20 presente sul montante centrale, che si accompagna alla proiezione luminosa a terra “20R” all’apertura dell’auto e allo spoiler posteriore più grande con cornice nera che si estende fino al lunotto.

All’interno, i pannelli delle portiere, del cruscotto e della plancia sono rifiniti in fibra di carbonio, una novità assoluta per la Volkswagen, mentre i sedili anteriori sono rivestiti in pelle nappa e riscaldati, con i badge R ricamati un po’ dovunque nell’abitacolo. I prezzi, così come i dati completi sulle prestazioni, non sono ancora stati comunicati ufficialmente, ma ci si aspetta un prezzo sicuramente superiore ai 55.200 euro della Golf R standard.

La Golf R 20 Years verrà messa in commercio da metà anno in numerosi mercati europei ed extraeuropei e sarà costruita in edizione limitata fino alla metà del 2023, anche se Volkswagen non ha fornito cifre precise sul numero di unità previste.

Il TOP di gamma più piccolo? Samsung Galaxy S21, in offerta oggi da Phone2go a 559 euro oppure da eBay a 629 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Mercedes C300 e, una wagon ibrida plug-in come si deve | Recensione e Video

Auto

Audi Q3 Sportback 45 TFSI e S tronic, per chi la usa più in città | Recensione e Video

Guide

Guida all'acquisto di una bici elettrica da città, cosa guardare, quanto spendere e come non farsi fregare | Video

Auto

Nissan Ariya (63 kWh): ottima efficienza e autonomia nella prima prova | Video