Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Sistemi ADAS obbligatori dal luglio 2024: cosa prevede la normativa

09 Dicembre 2023 350

Il 6 luglio 2022 è stata una data molto importante perché sono entrare in vigore diverse novità sul fronte della sicurezza delle auto. Infatti, il Regolamento UE 2019/2144 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 novembre 2019 prevede che a partire da questa data i modelli di auto di nuova omologazione debbano essere dotati di una serie di specifici sistemi di sicurezza.

I modelli già presenti nei listini ufficiali, invece, sono esenti da questo obbligo fino al 6 luglio del 2024. Dalla prossima state e quindi precisamente dal 7 luglio 2024, tutti i modelli in vendita all'interno delle concessionarie, non solo quelli di nuova omologazione ma pure quelli di precedente omologazione, dovranno disporre della nuova dotazione di sicurezza.

L'obiettivo dell'Unione Europea, con l'introduzione di questi nuovi requisiti tecnici, è ovviamente quello di arrivare a ridurre in modo significativo il numero di decessi e di lesioni gravi sulle strade. Va detto, comunque, che diversi degli attuali modelli in gamma delle case automobilistiche, sono già muniti di buona parte di queste soluzioni tecniche che presto diventeranno obbligatorie.

Quindi, quali sono i dispositivi ADAS obbligatori che troveremo nelle vetture dal 7 luglio 2024 in poi?

INTELLIGENT SPEED ASSISTANT

Intelligent speed assistant (ISA) è definito dalla normativa come un sistema che deve "informare il conducente attraverso il comando dell’acceleratore, o tramite altro segnale specifico, adeguato ed efficace, che il limite di velocità applicabile è stato superato".

In termini semplici, l'auto deve avvisare il conducente che sta superando i limiti di velocità della strada che sta percorrendo attraverso un qualche genere di avviso che solitamente è visivo e acustico. Non interagisce in alcun modo con l'acceleratore (l'auto non viene frenata) e si può disattivare. Tuttavia, alla successiva accensione del veicolo, tornerà a funzionare. Deve sottostare ad alcuni requisiti come meglio specificato dalla normativa:

  • deve essere possibile spegnere il sistema; le informazioni sul limite di velocità possono ancora essere fornite e l’adattamento intelligente della velocità è in modalità di funzionamento normale a ogni attivazione dell’interruttore generale del veicolo;
  • il segnale dedicato e adeguato si basa su informazioni relative al limite di velocità, ottenute mediante l’osservazione della segnaletica stradale e mediante segnali provenienti dall’infrastruttura stradale o da dati di cartografia digitale, o da entrambi, disponibili a bordo del veicolo;
  • non pregiudicano la possibilità per i conducenti di superare la velocità del veicolo suggerita dal sistema;
  • i suoi obiettivi in termini di prestazione devono essere stabiliti in modo da evitare o minimizzare il tasso d’errore conformemente a condizioni di guida reali.

SCATOLA NERA

La normativa parla di "registratore di dati di evento" ma si tratta della scatola nera.

Un sistema progettato esclusivamente al fine di registrare e memorizzare i parametri relativi agli incidenti e le informazioni immediatamente prima, durante e immediatamente dopo una collisione.

Quali sono i dati che vengono registrati?

La velocità del veicolo, la frenata, la posizione e l’inclinazione del veicolo sulla strada, lo stato e la frequenza di attivazione di tutti i suoi sistemi di sicurezza, il sistema eCall di bordo basato sul servizio 112, l’attivazione del freno e qualsiasi altro parametro di input pertinente dei sistemi di bordo di sicurezza attiva e di prevenzione degli incidenti; tali dati presentano un livello elevato di accuratezza e ne è garantita la salvaguardia.

La scatola nera non può essere disattivata e i dati sono registrati e memorizzati in modo da funzionare su un sistema a circuito chiuso. Inoltre, i dati consentono l’individuazione accurata del tipo, della variante e della versione del veicolo e dei sistemi di sicurezza attiva e di prevenzione degli incidenti in dotazione a tale veicolo. I dati raccolti sono anonimizzati e protetti da manipolazioni e abusi.

Tutte le informazioni registrate "possono essere messe a disposizione delle autorità nazionali, mediante un’interfaccia standardizzata, in base alla legislazione nazionale o dell’Unione, soltanto ai fini della ricerca e dell’analisi in relazione all’incidente, incluso al fine dell’omologazione di sistemi e componenti e conformemente al regolamento (UE) 2016/679".

La normativa aggiunge che la scatola nera non è in grado di registrare e memorizzare le ultime quattro cifre del codice VIS (vehicle indicator section) del numero di identificazione del veicolo (VIN), né qualsiasi altra informazione che possa consentire di individuare il singolo veicolo o il proprietario o titolare del veicolo.

ALCOLOCK

La normativa parla esattamente di "interfaccia di installazione di dispositivi di tipo alcolock". Dunque, non ci sarà l'obbligo dell'installazione del dispositivo che sfruttando una serie di sensori impedisce l'accensione del motore in caso fosse rilevato che il conducente presenti un tasso alcolemico superiore al consentito, ma solo la presenza dell'interfaccia che ne permetta il montaggio.

AVVISO DELLA DISATTENZIONE, STANCHEZZA E DISTRAZIONE

Parliamo di sistemi che monitorano il conducente, rilevando un’eventuale condizione di stanchezza e di distrazione. Generalmente si basano su sensori e telecamere all’interno dell’abitacolo. Un’allerta sonora e visiva avvisa il conducente di fare una pausa o di prestare maggiore attenzione alla guida.

Il sistema di avviso della disattenzione e della stanchezza del conducente e il sistema di avviso avanzato della distrazione del conducente sono progettati in modo da non registrare o conservare costantemente dati diversi da quelli necessari rispetto alle finalità per le quali sono stati raccolti o altrimenti trattati nell’ambito del sistema a circuito chiuso. Inoltre, tali dati non sono in alcun momento accessibili o messi a disposizione di terzi e sono immediatamente cancellati dopo il trattamento. Tali sistemi sono altresì progettati in modo da evitare sovrapposizioni e non inviano segnalazioni al conducente in modo separato, contemporaneo o confuso qualora un’azione innescasse entrambi i sistemi.

SEGNALAZIONE DI ARRESTO DI EMERGENZA

Nelle frenate d'emergenza (anche quelle gestite in automatico dai sistemi di sicurezza dell'auto), le luci degli stop non devono solo accendersi ma pure lampeggiare per richiamare l'attenzione di chi segue.

RILEVAMENTO IN RETROMARCIA

Con questa definizione generica, l'Unione Europea richiede che durante la retromarcia l’auto avvisi della presenza di persone od oggetti dietro. Dunque, le vetture, dovranno disporre di una retrocamera o di qualsiasi altro sistema o sensore che rileva la presenza dietro l’auto di ostacoli. Tutti sistemi che oggi sono da tempo ampiamente diffusi sui nuovi modelli.

FRENATA AUTOMATICA D'EMERGENZA

Il sistema di frenata automatica d'emergenza non è certo una novità e già diversi modelli lo montano di serie. Parliamo di un sistema che avvisa il conducente nel caso di un imminente e potenziale rischio di collisione per poi intervenire automaticamente frenando la vettura nel caso non reagisca.

La normativa prevede solamente che le vetture devono essere dotate di sistemi avanzati di frenata di emergenza progettati e attrezzati in modo da funzionare in due fasi e che:

  • rilevano ostacoli e veicoli in movimento davanti al veicolo a motore nella prima fase;
  • estendono le capacità di rilevamento in modo da includere anche i pedoni e i ciclisti situati davanti al veicolo a motore nella seconda fase

SISTEMA DI MANTENIMENTO DELLA CORSIA

Questo sistema di assistenza alla guida lo troviamo già su alcuni modelli ed è anche noto come Lane Keeping Assist. In termini semplici, tale sistema controlla e corregge la traiettoria del veicolo che involontariamente si allontana dalla propria corsia intervenendo sullo sterzo.

Vale la pensa di notare che sia per la frenata automatica d'emergenza e sia per il sistema di mantenimento della corsia sono previsti dei requisiti minimi:

  • deve essere soltanto possibile spegnere tali sistemi uno alla volta mediante una sequenza di azioni che devono essere effettuate dal conducente;
  • i sistemi devono essere in modalità di funzionamento normale a ogni attivazione dell’interruttore generale del veicolo;
  • deve essere possibile disattivare facilmente i segnali acustici di allerta, ma tale azione non deve disattivare al tempo stesso le altre funzioni dei sistemi diverse dai segnali acustici di allerta;
  • deve essere possibile per il conducente ignorare tali sistemi;

ALTRI OBBLIGHI

La normativa prevede altri obblighi. Per esempio, le vetture "dovranno essere dotate di sistemi precisi di monitoraggio della pressione degli pneumatici, capaci, in un’ampia gamma di condizioni stradali e ambientali, di produrre un segnale di allerta per il conducente all’interno del veicolo nel caso in cui si produca una perdita di pressione in uno degli pneumatici".

Inoltre, la normativa specifica che i veicoli devono essere "progettati e costruiti in modo da prevedere una più ampia zona di protezione relativa all’impatto della testa, al fine di migliorare la protezione degli utenti vulnerabili della strada e di ridurre le lesioni che ne potrebbero derivare in caso di collisione".


350

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pinoc

Oltre al fatto che se segnali sempre, se malauguratamente non vedi un veicolo, l'altro evita l'incidente perché sa cosa stai facendo. Mi è capitato più volte.

pinoc

Io sempre. Odio chi non mette la freccia, perché è un gesto semplice, facile e che previene incidenti molto più dei vari adas.
Ma non c'entra. La mia auto che per fortuna non corregge il mantenimento di corsia ma segnala soltanto, non è in grado di capire le corsie, quando ci sono lavori in corso, dopo i suddetti lavori quando le vecchie righe sono sbiadite o cancellate male, quando piove ecc. Praticamente ne capisce pochissimo. Per me, che sono attentissimo alla guida e che da motociclista ho la fissa del rispetto del mantenimento di corsia è solo fonte di problemi.

pinoc

Anche la mia ed ha "solo" 13 anni!

pinoc

Concordo. È da sempre la cosa più utile, perché utilissimo anche chi è attento alla guida, non solo roba per compensare l'incapacitàdel conducente, ma è quello più bistrattato. Molte auto con vari adas di serie lo mettono a parte come optional.

Nello_Roscini

la vita umana non ha prezzo ,
piuttost , le auto più sicure , dovrebbero avere assicurazioni più basse;

purtroppo , non è così

sicuramente sono loro,le assicurazioni, che ci guadagnano di più
sorattutto se gli adas funzionano e gli incidenti gravi diminuiscono

NonLoSo
NonLoSo
Paularis

Non vedo perché il mantenimento sia inutile. Eviterebbe molti geni che, per qualche motivo, rimangono a mezza via o all'improvviso ti stringono in tangenziale "innavvertitamente".
E' uno degli ADAS più utili.

Giacomo Cecchin

Pochi, quasi nessuno, gli aerei muniti del fly by wire sono molto sicuri, molto di più di quelli a controllo umano. Tendenzialmente se un aereo si schianta per il sistema è perché prima l'uomo ha commesso qualche errore ed è fuori procedura. In ogni caso con le macchine, e con quasi tutti i sistemi degli aerei, può imporsi l'uomo e con forza andare oltre il sistema. cercati le statistiche, praticamente il 99% degli incidenti sono errori umani, a terra o in volo, e non del sistema

Zetec

L'angolo cieco dovrebbe essere fra i più utili e sembra non esserci

italba

Ma tu la patente l'hai comprata usata sulla bancarella o te la sei disegnata da solo con i pennarelli? Se c'è il limite di 50 fino ai 55 non c'è nessuna infrazione, ci sono 5 km/h di tolleranza

ale

certo.. vai a 52 e sei 2 oltre il limite... oh no.... terribile infrazione !!!

MariaAnnetta

Qashqai

VaDetto

Eh be sentire lo sterzo che si muove da solo nel mentre che sei distratto, fa il suo effetto

Francesco

a me suona ma non ha mai frenato in situazioni del genere, tipo strada con parcheggi ai lati sgrombri quando trova un'unica auto parcheggiata

no no dico a livello di produzione

Paul

Ciao, per curiosità, di quale macchina parli?

Ansem The Seeker Of Lossless

Basti ricordarsi delle polemiche infinite per le cinture di sicurezza

roberto

Obbligatorio

roberto

Già ma siccome è la prima causa di distrazione, e incidenti tira tu le conclusioni perché non è ancora alligatore.

Marco

Se sono obbligatorie o così o così

Cpt. Obvious

Beh, Peugeot lo ha fatto per la 3008, non è una semplice ipotesi, è già prassi.

Link

Quando compri una A4 da 80.000€ full optional, pretendi che le cose funzionino.
Se hai una Audi da 30.000€ che a malapena ti chiude l'aria in galleria (altra funzionalità che non funziona, se non quando stai già morendo dalla puzza), allora non avrai tutte queste funzionalità.
Stai sicuro che te ne accorgi, quando in autostrada a 130km/h, la vettura rallenta a 60km/h perché ha preso il cartello dell'autogrill per velocità della strada.

Antonio Guacci

Frenata d'emergenza tarata malissimo, insomma: in teoria prima dovrebbe segnalare acusticamente e poi, se non agisci su freno e volante, e "valuta" come inevitabile l'impatto, frenare.

Almeno, è quanto succede con la mia misera Swift: mille allarmi sonori in situazioni come quelle che hai descritto, ma solo una volta ha inchiodato (a ragione: in quell'occasione avrei effettivamente causato un incidente).

eravi

ahah

eravi

In realtà io do contemporaneamente ragione a queste persone: un'utilitaria non può costare tanto più di quella cifra.
Ormai questi sistemi, tolti i sensori che non costano molto, sono tutti software e fatto per le linee di auto più premium basta mutuare lo stesso software sulle utilitarie con costi di R&D quasi zero.

eravi

Sì, certo, bisogna tenere in considerazione anche queste possibilità.

MariaAnnetta

Mi è capitato più volte, che nelle curve dotate di marciapiede, dove sta camminando un pedone mi partisse la frenata d'emergenza. L'auto è convinta che vado a mettere sotto il poveretto quando invece avrei curvato...

Aristarco

Guarda il m1nch10n3 che guida scrivendo o telefonando, non lo salvono nemmeno gli adas...ne vedo che hanno auto modernissime eppure non ce la fanno a non tenerlo attaccato ad occhi ed orecchie

ACTARUS

fanno 1000 mila cose e non riescono più dietro a tutto

Thomas

Direi di NO.... che poi leggendo il sito Internet e questi nuovi servizi sembra che il pacchetto IT3 sia tranquillamente acquistabile sulle my2023 semplicemente dall'applicazione MyAudi tuttavia ho trovato una incompetenza in tutto il gruppo assolutamente imbarazzante; e parliamo di settimana scorsa non i 2 anni fa.

ACTARUS
BlackLagoon
Cpt. Obvious

Poteva andarti peggio...
Potevi trovarti costretto a comprare un SUV o una monovolume.
Una model 3 highland tutto sommato è una buona consolazione

Thomas

Guarda sono 15 giorni che sto litigando con Concessionario, Servizio Clienti e Digital Customer service perchè non sanno dirmi se il pacchetto Audi connect Plus (IT3) è acquistabile anche in post vendita oppure ha anche componentistica hw che ne obbliga l'acquisto durante il processo di prenotazione dell'autovettura. Nessuno ha saputo darmi risposte certe; il concessionario nel dubbio mi ha detto "mettilo". Ma è possibile che uno investe 68K€ in un'auto e deve scegliere optionals a caso? Il servizio clienti invece dice che non si occupa della vendita e dice di contattare il concessionario o il Digital Customer Service che risponde dalla Grecia. Il Digital Customer Service dice che senza il VIN dell'autovettura non può eseguire verifiche e quindi invita a contattare il Customer Service. Insomma una assoluta presa in giro... E poi ci si chiede come mai i Brand che sanno fare software seriamente stanno emergendo in modo prepotente.

BlackLagoon
Cpt. Obvious

Toglieranno l'allestimento base senza adas e via.

ACTARUS

Quando attivi l'autopilot succede questo... https://uploads.disquscdn.c...

ACTARUS
ACTARUS

Audi porta al debutto la possibilità di attivare alcuni equipaggiamenti opzionali successivamente all'acquisto dell'auto. Il tutto attraverso lo shop myAudi (da computer o da smartphone). Si chiamano Audi Functions on Demand e da oggi sono disponibili. Dunque, i clienti potranno attivare per un periodo prestabilito alcune funzioni durante il possesso dell'auto. L'hardware, ovviamente, sarà già presente all'interno della vettura.

Per esempio, si potranno attivare alcune funzioni legate all'infotaiment o abilitare alcuni sistemi di assistenza alla guida.

Cpt. Obvious

Finirai per comprare un'auto di 20 anni come Actarus.

E tu hai Tesla, che non è nemmeno delle più fastidiose

meyinu

Esatto, ad ogni normativa il prezzo sale. 20 anni fa con 6000-7000 euro ti compravi una utilitaria, adesso il prezzo salirà a 18'000 euro? il triplo? Quando gli stipendi non sono aumentati in vent'anni.

Poi questi adas diminuiscono la sicurezza perché la gente che guadagna 1420 euro al mese netti non si comprerà certo l'auto nuova ma quella usata diminuendo la sicurezza personale e quella collettiva.

P.S. 1420 euro è lo stipendio mediano di un lavoratore dipendente nel 2021. Fonte ministero delle Finanze. Dichiarazioni dei redditi 2022, redditi 2021. Sono considerate 13 mensilità, ho considerato come regione la Lombardia, coniuge a carico e
un figlio maggiorenne a carico.

Petaloso

Insomma, io con Audi non ho quasi mai errori nella velocità limite che mi viene riportata a display. Con quasi mai intendo dire che non ne ho mai visto uno, però potrei essermene perso qualcuno.

Massimo Carra

esattamente!

Meandmyself

E fai bene….perché negli stati quasi ogni automobilista li installa….perche tentano sempre di fregarti…

cuccuruccu

Verissimo. 15 anni fa non se ne usavano, ma da qualche anno ho una dashcam.

ACTARUS

Una volta mangiata la foglia lo faranno pure loro

Thomas

Audi ancora non lo sa fare.

Link

Se il cartello mostra 80 e la cartina mostra 60, ogni costruttore può fare quello che vuole. Ci sono vetture che rallentano a 40km/h quando la strada parallela a 50m di distanza mostrano quel cartello. Ci sono vetture che si mettono a suonare all'impazzata.
Sistemi che falliscono al 99% in un viaggio di 100km, eppure obbligati dall'UE. Qui capisci quanto siano intelligenti questi parlamentari!

Renault 5 E-TECH Electric: elettrica a meno di 25.000€... con l'asterisco | Video

MG4: prova su strada, consumi reali e quale versione scegliere | Video

Volkswagen Passat, nuova con ibrido Plug-in da 100 km, ma anche diesel | Video

Volkswagen ID.3 (2023): prova su strada del restyling con software 3.5 | Video