Audi RS Q e-tron, i test del prototipo per la Dakar proseguono in Marocco

21 Settembre 2021 7

Audi sta continuando a portare avanti lo sviluppo del suo prototipo elettrico RS Q e-tron con cui tenterà di aggiudicarsi la Dakar 2022. Il marchio tedesco fa sapere che dopo i test in Germania e Spagna, il team di Audi Sport si è spostato verso il Marocco dove il prototipo ha potuto affrontare per la prima volta il deserto e le dune di sabbia. Anche in questo caso hanno partecipato tutti e tre gli equipaggi ufficiali che affronteranno il rally raid più impegnativo al mondo.

CONDIZIONI AMBIENTALI ESTREME

La casa automobilistica racconta che in Marocco hanno trovato condizioni ambientali estreme con il termometro che è salito ben oltre i 40 gradi. Inoltre, il team ha dovuto affrontare tempeste di sabbia che hanno ostacolato i test e piccoli problemi legati al caldo torrido.

Ci aspettiamo temperature più basse alla Dakar ma abbiamo comunque voluto portare la vettura al limite. I componenti come le MGU non sono progettati per un utilizzo costante a oltre 40°C e lo stesso dicasi per la trasmissione e i powertrain. Ci siamo spinti oltre la nostra comfort zone e le informazioni raccolte saranno fondamentali per il futuro.

Nonostante le condizioni particolarmente difficili, la batteria non ha avuto problemi di funzionamento. Le alte temperature sono state perfette per poter verificare la gestione termica dell'accumulatore. Parallelamente ai test, Audi Sport ha dato il via all’assemblaggio, presso il Competence Center Audi Motorsport di Neuburg an der Donau, del primo esemplare di Audi RS Q e-tron, telaio 104, destinato a prendere il via alla Dakar.

Audi RS Q e-tron, si ricorda, è dotata di tre propulsori elettrici derivati dalla monoposto Audi e-tron FE07 di Formula E: due MGU (Motor Generator Unit), una in corrispondenza di ciascun assale, si occupano della trazione, mentre una terza unità agisce quale generatore per contribuire alla ricarica della batteria ad alto voltaggio, specialmente in frenata.

Il prototipo dispone anche di un range extender che permette di alimentare la batteria durante la marcia. Si tratta di un quattro cilindri TFSI – turbo a iniezione diretta della benzina – derivato dal DTM, il Campionato Tedesco Turismo. Tutta l'esperienza accumulata durante questi test sarà utilizzata per affinare i modelli che saranno poi portati in gara.


7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
darkschneider

Ma come! Non puoi attaccare l'auto ad un cactus?

darkschneider

Beh, girerá a regime costante, l'efficienza sará ben diversa da averlo come motore principale per la trazione.

darkschneider

Infatti, é una PHEV, o almeno, le elettriche con range extender sono classificate cosí.

Super Rich Vintage

Mamma mia come salta! È il massimo della tecnologia tedesca, cambia completamente l'idea di auto da rally con i due assi anteriore e posteriore non collegati tra loro meccanicamente, quando vincerà tutti si dovranno inchinare e prendere appunti.

gioboni
luca bandini

Q-uale elettrica se ha un motore termico?

linea davvero cattiva e bella, audi con le elettriche è rinata sul piano estetico dopo l'abbandono di de silva e l'arrivo di designer crucchi (solo l'audi a6 è migliorata rispetto alle gen precedenti a mio parere)

R4gerino

Beh, ci hanno messo un generatore perche nel deserto non ci sono colonnine.

Auto

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Auto

Cupra Born eBoost 231 CV: è lei l'elettrica più bella del reame VAG? Prova e video

Auto

Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid: le differenze spiegate bene!

Auto

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video