Nuova Chevrolet Corvette: la prima con motore centrale e abitacolo "digitale"

19 Luglio 2019 13

Chevrolet ha tolto i veli alla nuova Corvette C8. L'ottava generazione della sportiva americana per eccellenza si chiama Stingray, nome introdotto a partire dalla seconda generazione e da quel momento riservato ad alcune serie speciali. I punti in comune con le sette generazioni precedenti finiscono qui: la nuova 'Vette abbandona il tradizionale schema con motore anteriore per adottare quello delle sue "rivali" europee, ovvero motore centrale-posteriore.

In realtà, l'idea di realizzare una Corvette con questo schema meccanico risale agli albori della supercar yankee, e in particolare al sogno nel cassetto dell'ingegnere ​Zora Arkus-Duntov. Una novità che per molti "spazza via" oltre 60 anni di storia (la prima Corvette è stata presentata nel 1953). Impossibile, già a livello stilistico, non notare le differenze dovute al nuovo layout: l'abitacolo è più avanzato, il volume anteriore si accorcia (rimane spazio per un bagaglio a mano e una 24 ore) e la coda si fa più pronunciata: difficile non paragonarla a Ferrari F8 Tributo e McLaren 720S...

LE PROPORZIONI TRADISCONO LA RIVOLUZIONE

Eppure, guardandola nel prospetto anteriore o posteriore, il look non è poi così diverso dall'estetica a cui Corvette ci ha abituato, specialmente nelle ultime generazioni: solo un po' più spigoloso nell'insieme, con gruppi ottici più sottili e i quattro scarichi posteriori che vengono ora collocati ai lati e non più al centro del diffusore. Ben diversa la fiancata, non solo per le proporzioni ma anche per le due grandi prese d'aria necessarie per dare ossigeno al nuovo cuore pulsante, la cui testata è ben in vista grazie alla "teca" in vetro.

Resta il tetto rigido removibile (arriverà nel 2020 anche la Convertible con tetto in tela), debuttano le sospensioni anteriori con altezza regolabile, una soluzione sempre più in uso nelle supercar moderne per incrementare l'altezza da terra nell'utilizzo cittadino oppure quando si deve affrontare la rampa del garage: su Corvette, il front suspension lift system alza l'assetto anteriore di 40 mm in 2,8 secondi, anche in movimento fino a 39 km/h e anche in maniera automatica sfruttando le coordinate del GPS.

Il nuovo layout porta tanta tecnologia in più anche dal punto di vista telaistico: la struttura è infatti una monoscocca in fibra di carbonio, capace di fermare l'ago della bilancia a 1.530 kg. Massiccio anche l'utilizzo dell'alluminio, nonché di un materiale derivato dalla fibra di vetro (utilizzato per la struttura della plancia e della parte posteriore): secondo Chevrolet questo materiale ha una densità tale che potrebbe perfino galleggiare nell'acqua.

COCKPIT DIGITALE

Rivoluzione (tecnologica) anche all'interno, dove la plancia è stata ridisegnata per essere ancora più avvolgente intorno al conducente, che può impugnare un nuovo volante a due razze (visto in anteprima negli scorsi giorni) e beneficiare di un cockpit totalmente digitale. La strumentazione prevede un display da 12 pollici configurabile ad alta risoluzione, mentre il sistema di infotainment, orientato verso il conducente, prevede comandi vocali evoluti, ricarica wireless per smartphone compatibili e sensore NFC per agevolare il pairing.

La grafica sembra la solita vista sui più recenti impianti General Motors (non ne conosciamo la diagonale, ma possiamo ipotizzare una decina di pollici). Ampie le possibilità di personalizzazione per gli inserti, i sedili e la plancia, totalmente rivestita in pelle. Non mancano i sedili riscaldati e ventilati, anche con gli inserti in fibra di carbonio.

ADDIO AL MANUALE

Il motore di Chevrolet Corvette C8 è il grande protagonista di questo progetto: resta l'iconica cilindrata di 6,2 litri, resta il frazionamento V8, ma il resto è tutto nuovo. Il nuovo LT2 sviluppa 497 CV e 630 Nm di coppia in versione standard, che diventano 502 CV e 637 Nm in presenza del Performance Package Z51 (optional). Il risultato è uno 0-100 in meno di 3 secondi.

Un'altra notizia che non farà piacere ai fedelissimi è l'addio al cambio manuale: la nuova Corvette sarà disponibile solamente in abbinamento ad un nuovo automatico a doppia frizione a 8 rapporti, il cui compito è quello di gestire la trazione posteriore. L'impianto frenante Brembo prevede dischi da 321 mm davanti e 339 dietro (ancora più grandi con il pacchetto Z51), mentre lo sterzo è stato aggiornato con un rapporto di 15,7:1.

La nuova Chevrolet Corvette si differenzierà dalle rivali europee sopracitate essenzialmente per un aspetto, per nulla trascurabile: il prezzo. Corvette Stingray 2020 costerà meno di 60.000 dollari, meno di qualsiasi altra sportiva di questo tipo e infinitamente meno rispetto all'unica altra supercar americana a motore centrale, la Ford GT (venduta in serie limitata a oltre 450.000 dollari). Basterà questo a far chiudere un occhio ai puristi del marchio?

Il miglior display sul mercato e un design fantastico? OnePlus 7 Pro è in offerta oggi su a 582 euro oppure da Amazon a 743 euro.

13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Account Anniversario

Con il pacchetto performance potevano installare un compressore almeno...

fabio

R.i.p. corvette

Igi

Togli pure il probabilmente ...

Desmond Hume

beh il prezzo è spettacolare

Massi91

ma solo a me sembra un scatoletta la parte del guidatore?

Massi91

5 cavalli e 3 nm al prezzo di 5-10k€, un'offertona!!!

Aster

anche

RavishedBoy

A me ricorda molto la Honda NSX.

RavishedBoy

Il Performance Package incrementa la potenza dell'1%.
Impressionante!!!

Fabrizio

In America, senza tasse probabilmente.
Ma in linea con auto simili di OEM americani

DjMarvel

il prezzo è impressionante

Aster

Una volta si distingueva,adesso sopratutto con questo colore sembra uguale a...

MacheteKowalski

Bah, sembra una 458 modificata.

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti