Auto elettriche, ACEA denuncia: colonnine limitate e mal distribuite

06 Luglio 2018 134

In attesa di scoprire quali saranno le decisioni dell'Parlamento Europeo in merito ai futuri limiti di consumi ed emissioni imposti ai costruttori (l'appuntamento è per il 10 luglio), l'ACEA (Associazione Europea dei Costruttori Automobilistici) ha voluto sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica su un problema che sta allontanando i potenziali clienti dall'acquisto di un'auto elettrica: la presenza di una rete infrastrutturale di ricarica insufficiente e mal distribuita nel Vecchio Continente.

Secondo l'ACEA, i limiti sulle emissioni di CO2 attualmente al vaglio del Parlamento Europeo (si parla di una riduzione dal 30 al 50% rispetto ad oggi) sono incompatibili con l'attuale rete di ricarica, e questo è un problema: se si prende per buono il fatto che i margini di miglioramento per i motori a scoppio siano limitati, la soluzione più semplice per ridurre le emissioni è rappresentata dalla diffusione in massa di auto elettriche o elettrificate (ibride o ibride plug-in).

Una diffusione che, con gli attuali 100.000 punti di ricarica sparsi in tutta Europa, non è semplicemente possibile: secondo una stima approssimativa della Commissione Europea, entro il 2025 l'Europa avrà bisogno di almeno due milioni di punti di ricarica. Secondo il segretario generale ACEA Erik Jonnaert, si tratta di un obiettivo irraggiungibile "senza un'azione radicale da parte degli stati membri".

Infografica ACEA

Secondo un'altra stima del Commissario europeo per l'azione per il clima e l'energia Cañete, per poter realizzare il target di una riduzione delle emissioni di CO2 del 50% sarebbero necessari 700.000 nuovi punti di ricarica all'anno, vale a dire 8,4 milioni di nuovi punti di ricarica nei prossimi 12 anni, pari all'840% in più rispetto ad oggi.

Le attuali colonnine, oltre ad essere insufficienti per numero, sono anche mal distribuite: secondo una ricerca ACEA, infatti, il 76% dei punti di ricarica oggi presenti nell'Unione Europea è concentrato in soli quattro Paesi (Paesi Bassi, Germania, Francia e Regno Unito), coprendo solamente il 27% della superficie totale dell'UE.

La richiesta dell'ACEA è semplice: qualsiasi provvedimento venga varato, è necessario che i legislatori includano negli obiettivi un "reality check" a medio termine, utile per verificare i progressi ottenuti dai singoli paesi verso una rete infrastrutturale matura e capillare e per adattare i target di conseguenza.

Di recente il Governo Italiano, attraverso una dichiarazione del Ministro dello Sviluppo Economico Luigi di Maio, ha annunciato l'obiettivo ambizioso di portare sulle strade del Bel Paese un milione di auto elettriche entro il 2022. Un risultato raggiungibile tramite due canali: da una parte un massiccio piano incentivi (anche se qui poi sorge il problema delle coperture, si parla di 9 miliardi di euro), dall'altra il sostegno alle politiche di elettrificazione annunciate nel recente piano industriale FCA.

Fotocamera Wide per eccellenza? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da 4G Retail Tim a 278 euro oppure da Amazon a 354 euro.

134

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
italba

Il metano inquinaVA molto meno degli altri combustibili quando ancora non c'erano i catalizzatori, la benzina era addittivata col piombo ed il gasolio conteneva percentuali spaventose di zolfo. Adesso non è più così, anzi, pare proprio che il metano privo di filtri specifici produca più particolato del diesel, vedi https://www. motorbox. com/tecnologia/particolato-cancro-c-meglio-metano-benzina-o-diesel-la-ricerca . La vera grande prospettiva sarebbe lo sviluppo di celle a combustibile capaci di funzionare direttamente col metano, meglio ancora col metanolo: Qualcosa per installazioni fisse già c'è, bisogna solo aspettare che si sviluppino per l'uso automotive

Ruppolo

Il metano inquina molto meno del benzina e diesel. Non ha problemi di polveri sottili quanto gli altri due e può essere prodotto da fonti rinnovabili quindi è un ottimo vettore ponte in attesa dell'elettrico su vasta scala. L'importante è diversificare.

Teomondo Scrofalo

Sei un Ingegnere meccanico? Spero per te no, hai detto una balla grossa come l'Everest!

Teomondo Scrofalo

Opel Ampera, auto che mi piace moltissimo per la soluzione adottata, per me quello è il vero ibrido!

Teomondo Scrofalo

Un pieno colonnina veloce 60kw\h circa 40€

Desmond Hume

Chi l'avrebbe mai detto?

felixone

Scusate ma Acea chi rappresenta? BMW, Mercedes, VW e Ford hanno fondato ionity con lo scopo di creare l'infrastruttura europea di ricarica rapida.
Volete dire che questi fat boy non sanno fare ciò che tesla è riuscita a fare in pochi anni con i suoi supercharger? Ridicoli

Bestmark01

Si...voglio proprio vedere le batterie, che già da nuove non ti permettono di far nessun vero viaggio, come arriveranno dopo più di 10 anni di utilizzo

Scarface11

io però sto nell'altra metà dell'italia hahahah

CAIO MARIOZ

Se vuoi Tesla puoi già farci un pensiero
https://uploads.disquscdn.c...

italba

Guarda che 8 anni di garanzia non vuol dire che dopo otto anni scade e la devi cambiare necessariamente, GENIO!

Quello che nessuno dice

Poi dopo 8 anni te la tieni in casa e ti costrusci una casa di batterie

Indy64

Vedremo, sicuramente inquineranno molto ma molto meno dei motori a combustione interna.

Indy64

I margini di miglioramento sui motori a combustione interna non sono limitati, sono finiti.

Eros Nardi

Se non sbaglio la opel aveva iniziato a progettare un approccio diverso all'ibrido: le ruote erano collegate a motori elettrici e questi collegati ad un accumulatore che veniva ricaricato.. da un motorino a combustione.
In questo modo il motorino poteva operare sempre ad un regime tale da avere sempre il maggior rendimento possibile quindi consumando e inquinando meno delle altre soluzioni ibride.

p.s. non è che parli di quello a glicerina che non inquina?
vavel. com/it/motori/2014/09/22/394802.html

"combustione di glicerina in generatori diesel standard. Situato nel paddock il generatore verrà utilizzato durante tutti gli ePrix con l'unico scopo di permettere ricariche veloci, sicure, eque e senza produrre emissioni di CO2.

Utilizzando un unico generatore, tutte le 40 monoposto potranno essere caricate con scariche in 50 minuti, con controlli di potenza precisi e automatici. La glicerina è un combustibile a emissioni zero; sicuro, inodore, atossico e solubile in acqua, è un sottoprodotto del biodiesel. La tecnica di Aquafuel permette di sostituire il diesel con la glicerina, aumentando l'efficienza e diminuendo l'inquinamento. Glicerina può anche essere coltivata in grandi quantità dalle alghe di acqua salata "

italba

Te auto elettriche già circolano su strada e fanno milioni di Km l'anno, complessivamente, altro che "testate al banco", Non mi hai ancora spiegato, poi, perché quello che dici dovrebbe essere a causa delle auto elettriche e non stia già succedendo con le auto tradizionali, dove guasti ed incendi sono sempre esistiti Comunque, non appena le auto saranno a guida autonoma per davvero (da 10 a 20 anni), acquistare un'auto sembrerà altrettanto eccentrico quanto oggi acquistare un treno, ci saranno migliaia di taxi automatici a disposizione e il loro uso, anche quotidiano, costerà meno del possesso di un'auto.

Bestmark01

Infatti... Ormai stanno facendo di tutto per distruggere i normali motori a combustione (in particolare il diesel). I motori diesel di qualche anno fa (quelli senza fap) facevano tranquillamente 300k chilometri spalmati in 10-15 anni di utilizzo. Voglio vedere come le elettriche , ma anche le nuove auto spinte da frullatori fappati, come e se raggiungeranno i 300k chilometri a 15 anni dall'acquisto

Fabio78

Si, li dipende dalla onesta del elettrauto..in qualsiasi caso sono tutti lavori destinati a sparire.. Se effettivamente l elettrico prenderà piede resteranno 3 4 competitors che faranno noleggio a lungo termine facendo cartello, la diagnosi sarà esclusiva della casa produttrice ed i ricavi saranno già redicontati ad inizio anno. Ti metteranno i danni alle autovetture per negligenza a prezzi folli a meno che non sarai assicurato e la gente si incazze. .. Questo è il futuro, lo sto già vedendo nel mio settore. Per quanto riguarda le batterie non mi convinci, già le batterie di uno smartphone quando esplodono possono essere mortali, figurati su un auto in caso di incidente. Senza contare che le prove di durata vengono fatte a banco tutt altra cosa è usare l auto nella vita reale. Cmq è una mia opinione.

Luca Visentin

il problema dell'Ibrido è che: la benzina costa e su lunghe tratte rispetto ad un diesel costa di più. Il mio esempio è: Milano - Latina diesel 1.6: 35-40€(circa 3/4 di serbatoio), benzina(ibrida)1.5:60€(un pieno e qualcosa). Sarà conveniente in città ma su lunghe tratte no, oltretutto in città faccio circa 220-250km con 20€ di diesel

italba

Il neodimio non è assolutamente indispensabile, le Tesla, ad esempio, adoperano motori ad induzione che non hanno magneti permanenti, quindi niente neodimio o altre terre rare. Gli standard di ricarica ci sono già, c'è stato un bell'articolo su HdBlog qualche settimana fa, e le nuove batterie prima o poi arriveranno, vista la grandissima quantità di investimenti che stanno facendo in tutto il mondo

Luca Visentin

Se cerchi su google dice: dal 2025 niente EURO 6, non se uscirà un nuovo standard EURO ma una macchina comprata quest'anno non sarà più possibile usarla (solo alcune deroghe)

italba

Qualunque paese con un grande mercato interno modifica il settore secondo le sue convenienze, hai scoperto l'acqua calda. L'elettrico È meno inquinante già oggi, visto che buona parte dell'energia elettrica nei paesi sviluppati viene da fonti rinnovabili, il rendimento di una centrale elettrica è molto migliore di quello di un motore e che il carburante va comunque raffinato, trasportato e distribuito. Il metano NON è meno inquinante della benzina, lo era quando non esistevano i catalizzatori e la benzina era addittivata col piombo

italba

Balle, il litio è uno degli elementi più diffusi nella crosta terrestre, solo nell'acqua di mare ce n'è a miliardi di tonnellate. Costa talmente poco che adesso non viene neanche riciclato, eppure la tecnologia per farlo già c'è

italba

Tutte cose che nelle automobili attuali non ci sono, vero?

italba

Mentre invece i meccanici e gli elettrauto con le auto tradizionali fanno la fame, vero? E se si brucia un transistor nella centralina ti cambiano solo quello, non ti fanno certo cambiare tutta la centralina, figuriamoci! Lo storico delle auto elettriche già c'è, tranquillo che prima di metterle in commercio ci hanno già fatto milioni di chilometri, e la tecnologia delle batterie al litio è più che matura

Tony Musone

Guarda, prima avevo qualche dubbio ma ora che lo leggo scritto da te ci credo ;)

Fabio78

Ma certo che il litio viene estratto in sud America ed il cobalto in Africa e viceversa, ci sono ricerche in corso.. ma il punto è un altro, è come uno stato (la Cina) possa cambiare il mercato del auto in base alle proprie convenienze economiche. Nessuno può dire che l elettrico è meno inquinante oggi. Addirittura il metano sarebbe il migliore ma siccome è una tecnologia italiana nessuno ci ha investito.

IGN_mentale

Eppure ci sono auto che si fermano per una pompa malfunzionante, filtro carburante sporco.

Nalin

I prodotti pionieristici come sempre li paghi, poi prende piede la tecnologia e i costi scendono. Per rimanere in tema tecnologico hai ricordi di quanto costavano i primi pc, le prime tv lcd o i primi telefoni cellulari?

Nalin

Perchè già ora un distributore di benzina non vive di soli rifornimenti. Se c'è un passaggio in più oltre al fornitore il prezzo aumenta. A sto punto me la ricarico da casa no?

Nalin

Per farla breve funziona come il conto energia quando uno mette il fotovoltaico? Perchè se è così alla fine si sono accollati solo dei costi secondo me visto quanto è pagata l'energia immessa in rete. Poi magari avranno altri contratti non so.

LaVeraVerità

Mi sa che la bussola l'hai proprio persa. Il metano provoca un effetto serra quattro volte superiore alla CO2 quando è presente in atmosfera, non quando viene combusto completamente, da un motore.

sgru

ci credo, difatti di un colpo adesso il Diesel e` super inquinante, eheh. In ogni caso non mi affiderei mai all'elettrico e basta, andrei almeno sull'ibrido.

LaVeraVerità

Non avevi già chiuso? Ogni volta che apri bocca ti scavi sempre di più la fossa.

https://www.ilpost.it/2017/06/25/cile-argentina-bolivia-litio/

Fabio78

Sii Pagliaccio ho capito, io mi chiamo Fabio invece. Chiudo adesso.

sgru

ahahah, +4mm

LaVeraVerità

Pagliaccio.

http://www.metallirari.com/i-paesi-che-producono-piu-litio-nel-mondo/

Fabio78

Non capisci, mi dispiace. Chiudo.

Fabio78

Chiudo qui con te. Non ha senso questa conversazione.

LaVeraVerità

Informati bene tu cialtrone.

http://www.informazionefacile.it/2017/05/07/litio-la-geografia-dei-giacimenti-franco-guarino/

MasterBlatter

Plot twist Roma e Milano non banneranno i diesel ma solo quelli più vecchi di 10 anni

Fabio78

Informarsi bene prima

LaVeraVerità

Fidati tu che è meglio che continui a lavorare con i carrelli elevatori e le loro fantastiche batterie ad altissima tecnologia. La carriera di analista non fa per te.

MasterBlatter

Infatti m5s è crollato dovunque governi, strano forse che mi devono dire da Empoli come è fatta Romanina o da Venezia come stanno le strade dell'eur, poi vedi i profili fb e trovi bandiere gialle da tutte le parti e specificato "attivista"

Fabio78

Hai ragione. Sei un grande. Comprati un elettrico, fidati.

LaVeraVerità

Che tsunami di càzzàte !

Fabio78

Sono pienamente d'accordo, basta parlare con i meccanici per capire quanto siano complicate le riparazioni sulle macchine (moderne) ora io immaginavo un futuro dove milioni di auto possono fermarsi per un integrato saltato, una pista saldata a freddo, una cella difettosa etc etc

MasterBlatter

Eni comprende anche Enel quindi cmq compri da loro, anzi compreresti quasi solo da loro

LaVeraVerità

"Ormai la Cina avendo l esclusiva delle miniere di litio in Africa"

Falso. I giacimenti di Litio si trovano principalmente tra Bolivia, Argentina e Cile dove viene estratto l'85% del Litio del pianeta.

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida

HDBlog.it

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

Ford

Ford Mondeo Hybrid Vignale: wagon ibrida per risparmiare con la gamification | Video