Hyundai Kona Elettrica in Italia: prezzo sotto ai 40.000 euro | video intervista

07 Giugno 2018 129

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Hyundai Kona elettrica ha debuttato al Salone di Torino con l'anteprima italiana. L'occasione ha permesso di avere una prima indicazione sul prezzo per l'Italia, dichiarato al di sotto dei 40.000 euro. Se la soglia è ufficiale, ancora da validare è il prezzo di cui si inizia a parlare, 38.000€ per la 64 kWh.

Andrea Crespi ha confermato l'arrivo nel nostro mercato di entrambe le batterie, quella da 39 kWh e quella da 64 kWh per le percorrenze più lunghe, così come è stata confermata la presenza del multilink al posteriore, una caratteristica che sul modello termico è presente solo nella versione a trazione integrale. Le prenotazioni apriranno nell'estate del 2018 con consegne previste ad inizio 2019.

Hyundai Kona Electric: la tecnologia

Sebbene per la presentazione dinamica ci sia ancora da aspettare, probabilmente a fine estate, Kona Electric è già stata svelata in tutte le sue caratteristiche. Innanzitutto sappiamo che la piattaforma è la stessa della Kona recensita qui dato che Hyundai ha pensato il suo SUV con l'elettrico già in mente nel progetto originale, evitando quindi di adattare un pianale nato per le motorizzazioni a combustibili fossili.

I motori saranno due, uno più potente per la batteria da 64 kWh e uno per quella da 39 kWh. L'auto proporrà un'illuminazione Full LED, infotainment con Apple CarPlay e Android Auto, navigatore con schermo da 8 pollici, strumentazione digitale da 7", head-up display, ricarica wireless Qi per gli smartphone e i soliti sensori luci e pioggia.

Gli ADAS ci sono tutti e sfruttano videocamera, radar e sensori: la suite Hyundai Smart Sense è già abbastanza completa anche sulla termica dove troviamo mantenimento di corsia, monitoraggio angoli ciechi, traffico in retromarcia (con frenata d'emergenza) e attenzione del conducente uniti ad abbaglianti automatici e anti-collisione con riconoscimento dei pedoni e frenata automatica. Qui si aggiunge il cruise control adattivo.

Kona Electric propone anche il Drive Mode Select con le modalità di guida Normal, Eco e Sport che cambiano il comportamento del motore: in Sport l'elettrico sarà utilizzato al massimo delle sue prestazioni mentre in Eco la gestione del "gas" e della coppia punterà ad ottimizzare l'efficienza. Dotata di sistema shift-by-wire con il cambio gestito tramite i tasti nell'abitacolo, Kona rinuncia allo sterzo idraulico a vantaggio della gestione elettrica.

Kona elettrica: motore, batteria e gestione termica

Oggi si parla tanto di auto elettriche senza considerare però l'efficienza termica nella gestione della batteria e dell'intero impianto. Kona replicherà l'ottimo lavoro fatto su IONIQ con un raffreddamento a liquido che in strada fa la differenza in termini di autonomia e affidabilità.

Il caricatore di bordo è da 7.2 kW in AC ma è presente di serie la ricarica rapida DC a 100 kW per chi vuole fare il pieno in tempi nettamente più rapidi.

Per gli amanti dei numeri, il pacco batterie ha una densità energetica di 141 Wh per chilogrammo e quello impiegato su Kona elettrica, da 64 kWh, pesa meno di 530 chili.

Da IONIQ a i30N

L'intervista ha permesso di approfondire anche i temi relativi a IONIQ e i30N. Sulla prima, in realtà declinata in tre versioni, Hyundai Italia ha anticipato che potrebbe esserci un aggiornamento a breve, con un nuovo listino ed eventualmente una nuova offerta commerciale.

i30N arriverà in Italia nelle prossime settimane, attendiamoci quindi a breve un annuncio con la data di commercializzazione definitiva per il nostro Paese.

Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Tiger Shop a 359 euro oppure da Media World a 449 euro.

129

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Emiliano Hoffman

Bravo è ora che riparti

Babcock&Wilkox

Non ho detto questo. Questo è quello che pensi tu di aver letto. Ma le persone che ti isolano dalla vita dovrebbero smetterla do celarti la veritá e farti prendere coscienza della tua condizione.

Ivan Clemente Cabrera

Rispondo solo per vedere quanto ridicola finesce per essere questa storia....quindi i produttori di auto elettriche nn hanno capito che il mercato nn puo' prendere aerei perche' deve far vedere tecnologie portandosi dietro l'auto, hai altro di divertente da aggiungere?

Babcock&Wilkox

La mia auto è la cosa che dovevo portare in giro a far vedere. Ci ho montato delle tecnologie e in Puglia e a Milano ci sono due possibili clienti.

Fatti vedere dal mago perchè quello bravo il fenomeno nulla hanno potuto.

Ivan Clemente Cabrera

Ma da dove scrivi hai le sbarre alle finestre o puoi uscire se prendi le pillole?

Babcock&Wilkox

Si ma non posso noleggiare la mia auto. Chiaro? Era la mia auto che dovevo portare. Non la posso mica mettere sull'aereo la mia auto.

Ivan Clemente Cabrera

rimane piu' economico volare e noleggiare...

Babcock&Wilkox

Si certo. Solo che se devi portare la macchina è difficile portarla come bagaglio in stiva!

Ivan Clemente Cabrera

Hai paura di volare? Sai costa meno ed e' mille volte piu' veloce.

frafra

Combinando il carbonio presente in atmosfera con cosa? L'idrogeno atomico da dove lo ottieni? Dall'acqua? Che te ne fai del sottoprodotto del sequestro del carbonio e che cosa c'entra con la produzione di idrogeno?

Qualsiasi processo, anche terribilmente inefficiente e dispendioso, diventa interessante quando, oltre a soddisfare l'intera domanda con le rinnovabili, hai pure energia in eccesso per fare quello che vuoi. Ciò non toglie che l'elettrolisi e le celle a combustibile siano terribilmente inefficienti rispetto ad una normale batteria. Infatti gli impianti a batterie ne spuntano fuori come funghi (inclusi alcuni progetti da centinaia di MWh o perfino superiori al GWh), mentre l'idrogeno latita come al solito. Senza contare che siamo purtroppo molto lontani dallo scenario che ipotizzi.

Il costo delle batterie inoltre è diminuito di 10 volte circa in 10 anni, con una densità energetica che aumenta del 5-8 % l'anno. Di idrogeno in giro oltre a qualche bus/camion pilota ci sono circa 2.000 Toyota Mirai che vengono vendute a più di 60.000 euro con una stima di 50.000 - 100.000 euro di perdite per ogni esemplare venduto (senza contare gli anni sprecati a provare a fare una auto ad idrogeno invece che capitalizzare sull'ibrido proseguendo sulla strada dell'elettrificazione completa).

Al più puoi provarlo ad aggiungerlo nella rete del gas, ma se vuoi rispettare gli accordi di Parigi sul clima il gas devi iniziare a smantellarlo appena hai finito di chiudere le centrali a carbone e a rimpiazzarlo con qualcosa che non emetta gas serra.

Ruppolo

l'idrogeno puoi produrlo da corrente delle rinnovabili in eccesso combinando anidride carbonica prelevata dall'atmosfera e usare l'idrogeno come accumulatore per le celle a combustibile in quelle auto dove è necessaria l'autonomia e la versatilita' delle auto a combustione interna. Negli altri casi usi le batterie stile Tesla. Era meglio diversificare in attesa di batterie piu' performanti.

Ruppolo

Ridicolo.

frafra

Guarda, giusto oggi cercavo su internet per un amico che vorrebbe passare ad un veicolo elettrico, ed ho trovato una Nissan Leaf da 18.000 euro e poco più di 5.000 km a Mantova. Non voglio fare pubblicità ad altri siti, ma se cerchi trovi molto facilmente (per me è bastato cercare "auto usate elettriche" premere sul primo risultato); ad esempio, a 19.000 euro c'è un'altra Leaf del 2016 con 3000 km e 30 kWh di batteria a Brescia, e tra i 13.000 e i 15.000 ci sono varie Renault Zoe.

Hockey

Interessante... Ad esempio?

frafra

In realtà facendo un giro sul web si trovano delle auto elettriche anche con meno di 10.000 km a meno di 20.000 euro, con meno di 2 anni di vita... A me pare che qualcosa si stia muovendo.

frafra

In Norvegia non paghi l'IVA sulle vetture elettriche.

frafra

"I poteri forti" che bloccano l'idrogeno: le leggi fisiche :D:D:D

Alla fine l'idrogeno è un motore elettrico con un ingrombrante e inefficiente sistema di accumulo. E cosa serve per produrre idrogeno in maniera pulita? La corrente elettrica! :D:D:D

Guarda che l'elettricità te la puoi produrre anche da solo, l'idrogeno mica tanto :D

FioM7

non so di quale versione parli esattamente,però posso dire che io ne ho usata una del 2007 ed una del 2014 e quando ho tirato indietro il sedile manco arrivavo ai pedali.. e sono 1.85 :/ magari è anche la regolazione del sedile che non è ottimale alla tua altezza :)
Detto questo, il mio era un esempio, ne è pieno di monovolume :)

Detto questo, capisco che l'appeal non sia come quello del SUV, assolutamente nulla da dire.. era solo per il concetto di praticità che qui viene un po' meno :)

MiniPaul | ex Sheldon Cooper

La classe B in realtà è scomodissima per chi ha le gambe lunghe. Ne ha una mia sorella.

Però il concetto è giusto.

FioM7

alt, qui tu parli di comodità di accesso e non di spazio :)

P.S. se ti compri una Classe B (per dirne una a caso ) hai un accesso che è anche migliore di un SUV, con più bagagliaio, consumi ridotti e più spazio a Bordo, ad un prezzo inferiore :)

eric

- cit - "Mi sembra che fino ad ora ci sono state solo agevolazioni per l'acquisto di auto elettriche , percui cosa ti fa pensare che improvvisamente """ i poteri forti """ mettano una tassa ?"
....è proprio il TIPICO SISTEMA ..... come diciamo noi...."prima "pasturi" e poi il pesce abbocca ;)
PS: ....lo studio è fatto dall'Università di Montreal da Patrick Hayes

JohnMuddy

Su Scientific Report , prendono anche articoli rigettati da altre riviste e pubblicano in neanche una settimana (in genere nella ricerca scientifica ci vogliono mesi perchè un lavoro venga controllato convalidato , corretto e pubblicato). Percui se dici di documentarsi su istituti seri e citi un sito che fa pubblicare chiunque , non ci siamo.
A parte questo non sono informato sull' economia politica, per cui non saprei risponderti .
Mi sembra che fino ad ora ci sono state solo agevolazioni per l'acquisto di auto elettriche , percui cosa ti fa pensare che improvvisamente """ i poteri forti """ mettano una tassa ?
Considerando sempre che le tasse , come le accise (che sarebbero IVA) finiscono sempre e comunque nelle casse statali.
Se parli di altro tipo di tasse come "il pizzo " allora quelle non si sà in tasca di chi vadano :)

eric

...basta documentarsi sugli istituti SERI che fanno certe ricerche....per esempio lo trovi ben spiegato su Scientific Report da uno studio canadese (notoriamente molto più all'avanguardia di noi in fatto di ecologia!!)
...se poco conoscessi di "economia politica" scopriresti che le "accise" su 0,52 cent/lt non "arricchiscono" certo i governi ;)
mentre se "imponessero" una "tassa" (e lo faranno!!) su ogni veicolo "elettrico" si riempirebbero la pancia alla fonte.....direttamente dal produttore.....e poi troveranno anche il modo di ricavarci bene dall'utilizzatore finale ......
così va il mondo..... ;)

JohnMuddy

prendendo ad esempio il mercato americano in cui le tasse sui carburanti sono molto basse (in italia sul carburante arrivano al 250%), si è stimato che l'idrogeno avrebbe una convenienza in termini di costo/km , solo se il costo della benzina aumentasse piu di 4 volte.
fonte: Jeremy Rifkin, The Hydrogen Economy, ISBN 1-58542-254-1.

JohnMuddy

sei ancora molto generico , quali sarebbero questi studi di cui hai letto ? mi piacerebbe sapere di piu anche di questi governi che non ci guadagnano dal gasolio. le accise sul gasolio in particolare sono solo di poco piu basse rispetto a quelle della benzina (1) Le accise sui carburanti vanno in ogni caso nelle casse dello stato e non al "governo" se tu sei a conoscenza di qualche persona fisica che se ne appropria dovresti denunciare alle autorità secondo legge.
(1) www. agenziadoganemonopoli. gov. it/portale/documents/20182/889198/Aliquote+nazionali.++Aggiorn.+al+1+gennaio+2017.pdf/845c4825-b965-4244-84bc-7f47347cdc8a

eric

...non serve uno "scenziato" per capire il concetto...... ;)
basta che prendi a paragone il diesel (quello di ultima non è inquinante come vogliono farci credere....ci sono centinaia di studi e risultati in rete) che i vari governi cercano di affossare dileggiandolo e fanno promozione all'elettrico....
la spiegazione è semplice.......dal gasolio non ci guadagnano!! ;)

Fabio

Il problema fondamentalmente è che non posso spendere 30.000 euro per avere il terrore di rimanere a piedi in mezzo a una campagna....
Penso sia impensabile solo il fatto di fornire un mezzo elettrico, potenzialmente unica auto di famiglia, senza una sorta di generatore... range extender o come si vuol chiamare che in mezz'ora di ricarica mi possa fornire un minimo di autonomia.
Per le città ok una city car elettrica 4 posti, 6-700 kg di peso, velocità max 90km/h, autonomia 100 km reali, prezzo 15.000 euro... Ahmen

CarloDM

Ribadisco: 1500 km è fuori da ogni logica. Lo 0,0000001% della popolazione mondiale ha bisogno di un'auto che faccia 1500 km al giorno. E cmq se anche tutti dovessero fare roma-milano andata e ritorno in giornata, nel mezzo tra arrivo e partenza possono ricaricare l'auto, quindi cmq basterebbero circa 800 km. Che cmq restano una follia, perché è una distanza che praticamente nessuno percorre quotidianamente.

Non puoi aspettarti che le aziende producano auto con capacità assurde per i tuoi capricci o la tua folle idea di cosa è giusto. Per fare un esempio in linea col sito, è come pretendere di avere un iPhone/Pixel con la batteria che dura 2 settimane perché chi va a fare trekking in Himalaya non trova spine per ricaricarlo sopra i 7000 metri. Per i tre al mondo che lo fanno ogni mese, tutta la produzione dovrebbe cambiare? non scherziamo.

Tony Musone

Quella ricerca non la conosco ma sei tu che hai scritto "Se i prezzi delle batterie non scendono l'autonomia sará, purtroppo, il tallone di achille" ipotizzando quindi che il costo delle batterie potrebbe non scendere e/o che la tecnologia possa non evolversi, non io ;)

Pip

Ma se neanche le auto a benzina arrivano a 1500km reali...

Babcock&Wilkox

Esistono nuove tecnologie studiate all'universitá di Bristol che permettono di ridurre al 20% il massico di potenza delle batterie al litio e allo stesso tempo di ridurre il costo di assemblaggio del 30%. Se continua così i 300 kWh potrebbero pesare 500 kg e costare (tra un paio d'anni) 15.000 euro (combinando la diminuzione del costo di assemblaggio e quella del Litio). A quel punto sarebbe possibile fare 1500 km con un "pieno-ricarica"

Sheldon Cooper

Sì, infatti secondo me il problema non si pone sull'utilizzo medio di gran parte degli italiani. Resta il problema della preoccupazione nelle altre occasioni.
E' chiaro che la sola idea di dover pianificare una trasfetra al di fuori della propria routine, di fatto, rappresenta un ostacolo per i più.
Questo, unitamente al prezzo di ingresso, alla carenza di infrastrutture (ma qui è un gatto che si morde la coda) e alla questione culturale che giustamente citi, rende il tutto un pochino acerbo.

Personalmente non vedrei l'ora di poter acquistare elettrico, ma mi rendo conto che non è facile e non è per tutti, ad oggi.

I prezzi, comunque, potrebbero spingere tutto il sistema. Solitamente sono il miglior incentivo.

Tony Musone

Sì certo. Ne facevo solo una questione temporale. Mi sembrava forzato quell'indicativo presente, fosse stato coniugato al futuro sarebbe stato altrettanto ovvio ma avrebbe avuto più senso. IMAO

Senza contare che già oggi per i km percorsi mediamente ogni giorno dalla maggior parte degli Italiani, il problema autonomia non si pone. Il freno è ancora rappresentato dal prezzo d'ingresso, dalla carenza di infrastrutture e perchè no, anche da una questione culturale

Sheldon Cooper

Beh, quello che dice non è sbagliato.

Serve un'auto del genere perché l'elettrico possa prendere piede (e visibilità).

Ovvio che ci si arriverà per gradi.. oggi è impossibile.

Sheldon Cooper

Vendiamo solo Panda e 500. Problema risolto.

Che discorsi...

Sheldon Cooper

Io sono 2,02m. per me salire e scendere da un suv, o da una sw, non è la stessa cosa.

E non ho un suv, per la cronaca.

Sheldon Cooper

Però ti porti appresso due motori, con conseguente aumento di peso (=inefficienza).

skelektron

alla Smart dai un calcio e te la levi dal c@220 se occupa troppo spazio! xD

skelektron

fatti casa attiva con impianto ad energia solare e una batteria per l'accumulo di quella in eccesso, con cui potrai ricaricare anche l'auto. così i poteri forti non potranno influenzare la tua vita.

Tony Musone

"Se i prezzi delle batterie non scendono l'autonomia sará, purtroppo, il tallone di achille perchè al momento 250 kWh di batterie costano da sole 30000 euro."

- Se il Litio è sceso di circa il 75 % in 7 anni, cosa ti fa pensare che il trend possa invertirsi?

- E dato che attualmente 85 kwh pesano 5 quintali, se ne mettessi 300 si passerebbe a 20 quintali. Quindi il fattore autonomia, più che kwh, sarà tutta una questione di efficienza e densità e allora, cosa ti fa pensare che la tecnologia non evolva?

IGN_mentale

Ame mme pare na caccona!

Sciencefun

Ma ti ho chiesto giustificazioni?

Babcock&Wilkox

Io ho fatto Roma, Lecce, Milano in macchina in una giornata, sono andato da Roma a Vienna in 12 ore. Sono andato da Roma a Parigi in 16 ore. Se serve si va.

Babcock&Wilkox

Si non li fai manco col pieno di Gasolio. Però Il gasolio lo faccio in 3 minuti in uno dei 20.000 distributori.

ironmel

e la folle, che può sempre servire anche se in rari casi ;)

Tony Musone

Hai ragione, il deficit di comprensione a cui alludi è grave, ne so qualcosa (di recente, proprio su queste pagine, ho discusso con due tizi per i quali il "roaming come a casa" significherebbe che le telefonate in roaming europeo sono a tariffa internazionale proprio come quando si chiama da casa e non c'è verso di farli ragionare) ma in questo caso trovo sia pure peggio:
si legge uno studio (e magari lo si capisce pure), il quale si adatta così bene alla propria opinione basata sul nulla che eliminando dall'equazione qualsiasi contraddittorio o approfondimento, diventa automaticamente la propria comoda verità assoluta. Problema risolto ;)

John277

Le plugin al momento sono a mio avviso la soluzione più realistica: hai un'autonomia di 50 km in elettrico per gli spostamenti quotidiani e un motore normale per gli imprevisti.
Se sei virtuoso non consumi carburante fossile come un elettrica pura, ma per le lunghe percorrenze non hai bisogno di avere una seconda auto.
Se iniziassero a farle calare un po' di prezzo sarebbe un inizio

John277

E' una battaglia persa l'analfabetismo funzionale oramai dilaga anche tra i giovani. Leggo una cosa, capisco quello che mi pare.

John277

Per non parlare dei vari problemi di stoccaggio e trasporto ai vari distributori

CarloDM

1500km? Ma dove vivi? Non li fai nemmeno con un pieno di benzina/gasolio, non ci vai nemmeno vicino a dire il vero (io al massimo ne faccio circa 700) perché mai le elettriche dovrebbero avere una capacità DOPPIA?

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini