Volkswagen: nuovo centro di ricerca e sviluppo per le batterie in America

14 Agosto 2020 12

Volkswagen ha capito da tempo che per competere nel migliore dei modi nel settore delle auto elettriche è fondamentale poter disporre delle ultime tecnologie per quanto riguarda le batterie. Per questo, il marchio tedesco ha stretto accordi di collaborazione con diverse aziende del settore e ora ha deciso di fare un ulteriore passo avanti e di portare avanti in casa la ricerca sugli accumulatori.

Per farlo, Volkswagen ha deciso di ampliare lo stabilimento di Chattanooga, in America, dove sarà realizzato un centro di ricerca e sviluppo per le batterie. All'interno del sito, inoltre, sarà prodotta per il territorio americano la ID.4 - qui nelle prime immagini ufficiali - che presto sarà ufficialmente presentata. Wolfgang Maluche, Vice President of Engineering di Volkswagen America, ha sottolineato come esistano due modi per portare avanti lo sviluppo e i test degli accumulatori per i veicoli elettrici: affidare il tutto ad un'azienda esterna o farlo in casa. Con questo progetto, Volkswagen ha deciso di seguire la seconda strada.

L'obiettivo è di rendere operativo il centro di ricerca entro la primavera del 2021. Volkswagen non solo si occuperà dello sviluppo di batterie di nuova generazione ma anche dei test. Inoltre, la struttura sarà dotata di alcune apparecchiature all'avanguardia che permetteranno di mettere sotto stress i veicoli elettrici in condizioni più difficili di quelle che potrebbero incontrare sulle strade.

La possibilità di portare avanti lo sviluppo in casa delle batterie può offrire diversi vantaggi in ottica futura. A questo punto sarà interessante scoprire quali soluzioni saranno sviluppate dal centro di ricerca.


12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gianluigi

Il litio è l'elemento che stocca e trasporta l'energia. Nelle batterie però stiamo assistendo all'uso di chimiche differenti, come le NCM 721 e 712 e le NCA di tesla o le nuove LFP di catl.
Sono più performanti e riducendo il cobalto costano meno.
E sono in uso da pochissimo.
La tecnologia delle batterie è in evoluzione, non è ferma

X Wave

Credo che Davide si riferisse al tipo di tecnologia (litio) che era rimasta la stessa.

Gianluigi

Davide, si vede che non leggiamo le stesse notizie. Il prezzo delle batterie è crollato e infatti si vedono molti più modelli. Le autonomie sono circa il doppio rispetto a quell'anno.
Ciò è frutto di ricerca di centinaia di scienziati che continuano il loro lavoro.
Se noti non ho citato grafene o nanotubi che sono ancora molto costosi da produrre. Ho scritto di filoni che sono più vicini allindustrializzazione. Le lfp e le cell-to-pack sono già in produzione.
Per gli addetti ai lavori, l'entusiasmo é moooolto alto.

Davide

Mmm... già nel 2013 si parlava di straordinarie batterie al grafene o ai nanotubi di carbonio eppure siamo nel 2020 ed é tutto arenato.
L'entusiasmo iniziale passa in fretta quando i risultati non arrivano

Gianluigi

Io non sono invece così ottimista su stellantis. Per me affossera fiat e alfa. Le fascia B possono dare una buona spinta, ma sui margini ho qualche dubbio. Su VW invece é vero che han pagato multe mostruose, ma stanno evidentemente cercando un nuovo corso. Se i soldi che spendono ora sono in ricerca, può essere che si posizionino bene. Certo gli servono i chimici più che gli ingegneri. E magari il gruppo di informatici da far guidare a qualcuno con buone conoscenze, non al manager di turno spostato chessò dalla produzione di motori o altro.

Gianluigi

Sul fatto che a VW non manchino i soldi, siamo d'accordo (nonostante le salatissime multe dieselgate). Invece, questo plateau di innovazione dove l'hai sentito? Fra celle anode-free, chimica LFP e litio-zolfo, inserimento sempre più massiccio del silicio al posto della grafite e poi più in là stato solido, ci sono almeno 4 filoni importanti di ricerca e già ampiamente battuti. Per non dire dei più vicini pack-to-cell e riduzione di cobalto.
Le innovazioni sono tantissime e si parla già di batterie da 1milione di miglia (durata vita) e oltre. Tanto che si provano già soluzioni per veicoli pesanti e aerei, cosa inimmaginabile fino a 2 anni fa.
Tesla resterà fra le lepri, probabilmente insieme a VW e pochi altri. In queste situazioni ben venga la competizione

NonLoSo

devi spendere soldi per fare soldi...
Ma VW li ha spesi male finora, tutti per i risarcimenti e per un progetto, la ID3 e ID4 che al momento fanno pena..

Come detto sono indietro nello sviluppo e non hanno ancora iniziato a consegnare.
Considerando che arriverà la Tesla di fascia bassa , prodotta in Cina nel giro di 1 anno, vedo ancora più debito, non utile per il gruppo VW..se poi contiamo che sono pronti a vendere Ducati e Lamborghini , che sono 2 aziende che portano utili al gruppo, beh si preannuncia una catastrofe.
Aggiungiamoci che il gruppo Stellantis sfornerà auto elettriche di fascia bassa/media mi pare un altro duro colpom

Davide

Questo è l'inizio della fase discendente di Tesla. Si è raggiunto un plateau di innovazione evidente e i concorrenti non possono far altro che recuperare terreno.
L'auto a guida autonoma è e resterà un miraggio per altri 30 anni se va bene quindi la battaglia si gioca su tutto il resto e i vecchi volponi europei dell'auto non sono delle ingenue startup senza soldi.

Super Rich On The Beach

Come mi insegnò mio padre bisogna spendere soldi per fare soldi, Tesla è avanti ma grazie al piano di ricerca e sviluppo nel 2025 si arriverà a un pareggio delle conoscenze.

NonLoSo

nessuno tranne forse il piccolo debito da quasi 200 miliardi ...

Super Rich On The Beach

Ottimo così, giusto fare tutto in casa, vw ha gli ingegneri e i tester, al giorno d'oggi non si può dipendere da nessuno a maggior ragione negli USA dove si rischia il ban. Adesso che vw ha aperto la nuova fabbrica in Ghana il progetto d'espansione è visibile e nessuno potrà fermarlo.

makeka94

Aspetto la variante a "mattoni".

HDBlog.it

Amazon sorprende: Telecamera drone, Fire TV, nuovi Echo, Ring Car e Eero 6

Economia e mercato

Nikola Motor contro Hindenburg tra ipotesi di frode e crollo in borsa | Video

Speciale

Benzina o Ibrido plug-in? Consumi, costi ed emissioni. La mia esperienza

Guide acquisto

La guida definitiva ai monopattini: sicurezza, accessori, consumi, differenza con bici elettriche e consigli