Mazda MX-5: nel 2020 si aggiorna con nuovi allestimenti | Immagini

26 Febbraio 2020 5

Mazda ha annunciato il debutto della versione 2020 della sua apprezzata MX-5. Nessun grande stravolgimento ma solamente nuovi allestimenti con 3 colorazioni che permettono di mettere ancora più in evidenza le linee dell'auto. Il nuovo modello è già ordinabile con prezzi a partire da 33.500 euro fino a 38.600 euro. Nei primi concessionari arriverà nel mese di marzo.

SPORTIVA A CIELO APERTO

La Mazda MX-5 è un'auto che esalta il piacere di poter guidare a cielo aperto. La gamma 2020 è disponibile con le colorazioni Soul Red Crystal, Machine Gray e Polymetal Gray. L'auto può essere scelta nelle versioni MX-5 Polymetal 1.5 e MX-5 Sport 2.0. La prima prende il nome dall'unico colore disponibile ed è caratterizzata dalla presenza del motore 1.5L Skyactiv-G da 132 CV omologato Euro 6d (Qui la guida) abbinato al cambio manuale a 6 rapporti. Modello che dispone pure di un Soft Top, cioè della capote in tela.

Nella dotazione di serie fanno parte gli interni in pelle nappa Burgundy Red con cuciture Silver, il sistema infotainment Mazda Connect con Apple CarPlay ed Android Auto, l’impianto audio Bose e il pacchetto di sistemi di assistenza alla guida i-Activsense con frenata di emergenza in città, fari a matrice LED, videocamera posteriore, sistema di monitoraggio degli angoli ciechi e riconoscimento della stanchezza del guidatore.


La Mazda MX-5 versione Sport 2.0 dispone di un più performante motore Skyactiv-G 2.0L da 184 CV sempre con cambio manuale a 6 rapporti. Questo modello ordinabile sia con il Soft Top che con il tetto rigido può essere scelto nelle colorazioni Machine Grey o Soul Red Crystal. La dotazione di serie si arricchisce degli esclusivi sedili sportivi Recaro in pelle/tessuto scamosciato. Presenti pure le sospensioni sportive Bilstein, la barra a duomi anteriore e il differenziale posteriore autobloccante di tipo meccanico.

Tutte le Mazda MX-5 dispongono di serie della tecnologia i-Stop e del sistema di recupero dell’energia in frenata i-ELOOP per garantire elevata efficienza e, al tempo stesso, ottime performance. Si ricorda, infine, che l’i-ELOOP è un sistema di rigenerazione dell’energia in frenata che utilizza un leggero e tecnologico super condensatore in luogo di una batteria al litio, per recuperare energia e usarla per alimentare i sistemi elettrici del veicolo, diminuendo la richiesta di energia al motore da parte dell’alternatore.


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
myngionee

Che io sappia, un sacco di mild hybrid usano un condensatore per il recupero di energia, che poi trasferiscono alla batteria.

Come non detto... Non ha niente a che fare con un ibrido... Semplicemente recupera l'elettricità per poi fornirla ai componenti elettronici, non lo fornisce mai al motore.

In pratica l'avevo già fatto io 20 anni fa, quando ho inserito un condensatore da 1F in parallelo alla batteria da 12V per il mio impianto da 2000W :P

Toyota sta cercando di inserire questo sistema dagli anni 70!
Sarebbe interessante sapere di più su questo super condensatore.

Non solo sarebbe più ecologico rispetto ad una batteria al litio, ma la sua vita può arrivare a 100 anni, senza perdere in "prestazioni".

met

Stupenda, se potessi permettermi un auto "inutile" l'avrei già presa!

Vae Victis

Interessante l'uso di un condensatore al posto della batteria, è sicuramente più ecologico e riciclabile.

Auto

Citroen Ami è piccolissima, elettrica e si guida a 14 anni: la nostra prova | Video

Auto

Vado a fare il pieno di idrogeno in Svizzera e (forse) torno | Live con Hyundai Nexo

Elettriche

Recensione Xiaomi Mi Scooter Essential: piccolo, economico e meno stradale

HDBlog.it

Amazon sorprende: Telecamera drone, Fire TV, nuovi Echo, Ring Car e Eero 6