General Motors rende la ricarica dei veicoli elettrici ancora più facile

21 Febbraio 2020 2

General Motors crede molto nella mobilità elettrica e sta lavorando tanto in questo settore. Ma per spingere sull'elettrico non basta mettere sul mercato auto sempre migliori, con più autonomia ed a prezzi competitivi. Un costruttore oggi deve saper offrire ai suoi clienti anche un completo ecosistema di servizi che possano aiutare le persone nell'utilizzo delle loro auto elettriche. Il costruttore americano lo ha capito ed ha deciso di migliorare sensibilmente l'app myChevrolet per rendere più facile la gestione delle ricariche. (Qui la guida alla ricarica delle auto elettriche)

L'app esiste già da alcuni anni e permette ai proprietari di un'auto elettrica Chevrolet Bolt EV di poter effettuare alcune operazioni da remoto in tutta semplicità come lo sblocco delle porte, l'accesso ai dati dei veicolo ed altro. L'app dispone anche della funzionalità "Energy Assist" che permette di pianificare e gestire i percorsi in modo più efficace, individuare le stazioni di ricarica disponibili, sia lungo il percorso che nelle vicinanze, monitorare il percorso e ricevere avvisi in tempo reale in caso la stima dell'autonomia dovesse cambiare radicalmente.

Per rendere la gestione delle ricariche più facile, General Motors ha migliorato sensibilmente proprio la funzione "Energy Assist". Il costruttore americano ha deciso di rendere disponibili all'interno dell'app i dati aggiornati in tempo reale delle stato delle reti di ricarica EVgo e ChargePoint. Sarà quindi possibile sapere in anticipo se un punto di ricarica è occupato o libero. Nel corso del 2020, General Motors integrerà i dati di altri network di ricarica.


Inoltre, gli utenti potranno pagare le ricariche delle stazioni compatibili direttamente dall'applicazione, senza dover utilizzare altre tessere o app. Sempre nel corso del 2020, il costruttore amplierà il numero di network compatibili con questo servizio di pagamento. Le informazioni sulle stazioni di ricarica possono essere proiettate dall'app alla dashboard dell'auto tramite Apple CarPlay o Android Auto.

Trattasi di novità interessanti. Uno dei problemi delle auto elettriche è il dover disporre di molteplici app e tessere per trovare i punti di ricarica e per gestire il rifornimento di energia. Poter centralizzare il tutto attraverso l'app ufficiale di un'auto elettrica è sicuramente un aspetto molto comodo. Una tendenza, comunque, non nuova. Già alcuni costruttori europei tra cui Audi, hanno iniziato a proporre la medesima cosa attraverso le app ufficiali delle loro auto elettriche.


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Matteo R.

Con tesla funziona così infatti, ma essendo varie aziende che gestiscono le network, e una stessa network potrebbe essere basata su vari fornitori, creare un sistema universale è difficilissimo, per fortuna siamo riusciti a ottenere il CCS in Europa.

Luca

ma perchè dover usare un'app. ogni auto dovrebbe avere un chip che la identifica collegato ad un sistema di pagamento predefinito e basta. uno si collega ad una qualsiasi colonnina e viene riconosciuto in automatico, carica e paga, come si fa per il telepass.

Auto

La differenza tra kW e kWh e perché è importante | Guida auto elettriche

Auto

Fiat 500e elettrica 2020: caratteristiche, prezzi e i preordini | Video

Auto

Auto elettriche Italia 2020: modelli in commercio, prezzi e autonomia

Moto

Scooter elettrici 2020: guida completa, prezzi, incentivi elettrici e ricarica