Ford Mustang Mach-E ha affrontato un viaggio di 484 Km senza mai ricaricare

08 Settembre 2020 170

Ford crede molto nella sua nuova Mustang Mach-E che da quando è stata presentata ha ottenuto un buon successo in termini di prenotazioni. Ford Norvegia ha pubblicato da alcuni giorni un interessante video in cui mette in evidenza l'aspetto dell'autonomia che l'auto è in grado di offrire. Gunnar Berg, CEO di Ford Norvegia, è partito da Oslo per raggiungere Trondheim a bordo della Mustang Mach-E nella versione Extended Range con trazione integrale.

Nel complesso sono stati percorsi 484 Km senza mai fermarsi per ricaricare. All'arrivo, la macchina segnava ancora un 14% di carica residua. Si ricorda, al riguardo, che per questa versione la Casa dell'Ovale Blu dichiara un'autonomia di 540 Km. Quanto ottenuto è interessante nonostante non siano ben chiare le condizioni della prova, cioè se sia stato fatto qualcosa per ottimizzare i consumi.

Ford Mustang Mach-E, almeno nella sua versione con batteria di maggiore capacità, sembra in grado di poter affrontare viaggi di una certa importanza senza grossi problemi. In vista della sua prossima commercializzazione, una notizia importante per i futuri possessori. Si ricorda, inoltre, che qualche giorno fa il costruttore ha svelato i dettagli di Sync 4, la nuova piattaforma infotainment che sarà presente proprio su questo modello a batteria e che le persone potranno gestire attraverso il maxi display touch da 15,5 pollici a sviluppo verticale posto al centro dell'abitacolo.

In Italia, si ricorda, i prezzi partono da 49.900 euro per la versione Standard Range a trazione posteriore. Le consegne inizieranno a partire dal 2021.


170

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gianluigi

Sono d'accordo con te che potrebbero fare test ancora più realistici. C'è da considerare che il nuovo wltp include accelerazioni e decelerazioni molto più marcate del vecchio nedc.
Infatti quel tipo di test ha permesso alle varie case di arrivare al dieselgate. E ci son dentro tante case, non solo VW.
Difatti stan pagando già fior di soldi e da noi ci sono class action in corso

Gianluigi

È lo stesso business model del rifornimento di benzina a cui si associa la sosta.
Comunque é appena uscita il decreto che include le indicazioni per lo sviluppo della rete di colonnine, incluse quelle autostradali

Sheldon!

Anche lui

https://uploads.disquscdn.c...

Gianluigi

Peraltro é interessante che in discesa si ricaricano.

sailand

Oltretutto le pause in autogrill aiuterebbero il business della stessa società.

GinoGinoPilotino

Dovrebbero bannare il 90% delle persone che scrivono qui

Mark MILLER

non sono un recensore e non faccio parte della redazione, owiamente, come riesce chiunque lo fa'

GinoGinoPilotino

Ma quindi sei un recensore ? Ma fai parte della redazione ? Ripeto come riesci a poter testare ogni ev su ogni percorso senza che questo sia il tuo lavoro ?

alex-b

Beh il messaggio che vuole passare da articoli come questo pare proprio essere che oramai si può fare tutto con una elettrica. Anche perché parliamo anche di auto costose, fa un po’ ridere se poi per un viaggio serio devo andare a prendere il naftone in garage che tengo come seconda auto.

Emanuele

Vabbè ma tranne qualche esaltato nessuno ora come ora tiene una elettrica come unica auto in famiglia... quasi sempre per una elettrica c'è sempre anche una termica "di scorta"

Mark MILLER

gli stessi d questo sito, ad esempio, o d tanti altri

Mark MILLER

non è la stessa cosa, owiamente... non c'è il nesso... vabbé

Mark MILLER

owiamente, no... infatti, NON l'ho MAI scritto... vabbé... si commenta da sé

Gianluigi

Anche a me pare ovvio, però a parte Enel, non si vede un piano strutturale da parte dello stato. Un aiuto sulla burocrazia farebbe in questo caso una bella differenza. Anche avere le colonnine agli autogrill

GinoGinoPilotino

Ma è quasi una religione quella di cui parli .... ma secondo te le case costruttrici aspettano i tuoi dati per fare l’omologazione ?

GinoGinoPilotino

Quindi senza lavorare viaggi da Predoi, Marsala e Oslo come uno che si sposta sulla metro di Napoli tra varie fermate ....

GinoGinoPilotino

E chi garantisce la corretta valutazione fisico / statistica dei dati che hai riportato ?
Che processo di validazione hanno seguito ?

Mark MILLER

Dettaglio irrilevante. Contano i dati riferiti ad EV. come è irrilevante che tu o chiunque c creda o no

GinoGinoPilotino

Ok e quindi rimarremo col dubbio di come tu possa senza lavorare girare mezza Europa e provare auto dando numeri senza altre info.... boh

lurdz
BuBy

pensa te che io ho fatto quasi 50'000km senza mai ricaricare!!!

sailand

A bassa velocità i motori elettrici consumano pochissimo, da fermi zero (al contrario dei termici). I fari a led hanno un consumo basso, una autoradio moderna (classe D) non riduce significativamente l’autonomia.
L’aria condizionata si, le accelerazioni dipende moltissimo se uno ha il piede pesante o leggero.
Questo è il punto fondamentale: lo stile di guida. Prendo moltissimi taxi elettrici o ibridi e i piedoni si lamentano (Ho visto tassisti con la prius consumare più di un 2000 benzina) ma chi guida in stile elettrico (richiede proprio un diverso stile di guida) non si lamenta.
I test di autonomia come da sempre quelli dei consumi sono solo indicazioni di massima (ottimistici) e mai perfettamente aderenti alla realtà.

Mark MILLER

Dovresti no perché non ho nessun obbligo, confermo consumi diversi in base a meteo e traffico. Si anche altrove e anche altrove c'è chi piace troll

GinoGinoPilotino

E oltre a qui pubblichi altrove I tuoi risultati e prove ?
Inoltre dovresti fornire anche info sul meteo e sul traffico, perché sotto la pioggia ed in coda hai consumi diversi

Mark MILLER

per ora le czt le hai scritte tu, scrivendo troll a 1 che non lo è, owiamente, classico d chi NON ha ARGOMENTI, si commenta da sé

GinoGinoPilotino

Lo decidi te ? E quale mio pregiudizio ?

GinoGinoPilotino

Certo avendo già testato ogni EV al mondo esistente pure i prototipi

GinoGinoPilotino

Quale scusa ?

Mark MILLER

italiano corrente e corretto a differenza tua

Mark MILLER

io sono la fonte owiamente

Mark MILLER

yes owio , tu no a quanto pare

Mark MILLER

infatti lo decidono loro e il buon senso e il regolamento e la policy

Mark MILLER

e dei FATTI soprattutto + che altro

Mark MILLER

Perché? Motivo? Tanto il tuo pregiudizio fondato sul NULLA non cambierebbe

GinoGinoPilotino

Uomo dei dati

GinoGinoPilotino

Fornisci quelle allora !

GinoGinoPilotino

Meno male che decidi tu cosa sia offtopic

SlyAndrew

Il problema delle utilitarie non è il mero chilometraggio giornaliero o settimanale, ma è il tempo; quanto tempo si impiega, in media, per fare il tragitto casa-lavoro? Faccio un esempio se per percorrere 40 Km su di una strada a scorrimento veloce, ci si impiegano 60-90 minuti vuole dire che la maggior parte del tempo si sta fermi nel traffico; durante quel tempo l'automobile comunque consuma energia, tralasciando l'alimentazione in uso.
È questa, a mio modestissimo parere, la vera questione dell'autonomia dell'auto elettrica; il comportamento nel traffico, infatti la stragrande maggioranza dei test sono tutti eseguiti su lunghi tragitti, con un carico medio o scariche (parlo di peso), e con 1 o 2 persone a bordo. Un test serio sarebbe quello di un mese, o anche 2 settimane, in un tragitto casa-lavoro e uso tempo libero di un auto elettrica per comprenderne i veri consumi e i vantaggi/svantaggi

Mark MILLER

Se vuoi posso darti le statistiche d qualunque percorso con qualunque EV, è off topic visto che l'articolo si riferisce ad EV/percorso specifico

Mark MILLER

Se vuoi posso darti le statistiche d qualunque EV/percorso, sarebbe off topic considerato che questo articolo è riferito ad EV/percorso specifico

GinoGinoPilotino

E non ci dai le statistiche di questo viaggio ?

GinoGinoPilotino

Volata scusa.... bisogna essere precisi

Mark MILLER

Voltata? Boh vabbè

Mark MILLER

No, ovviamente, c sono andato con EV

GinoGinoPilotino

O Oslo è voltata da te ?

GinoGinoPilotino

Quindi sei volato ad Oslo per fare quei test ?

sailand

Come city car anche una trentina di chilometri al giorno inclusi sabati e domeniche bastano e avanzano in molte città ed ecco i 200 km a settimana.
Ovvio il discorso diffusione colonnine è fondamentale.

Mark MILLER

Io ovviamente come t ho già scritto

sailand

Non dico questo ma è indubbio che tante utilitarie sono seconde auto, magari usate per portare i figli a scuola e non è questione di ricchezza ma di necessità inderogabili che impongono la seconda auto. Non per niente si chiamano utilitarie.

sailand

Se metti 10 litri 2 volte o metti 20 litri tutti in una volta i residui che si depositano sul fondo del serbatoio sono la stessa quantità. L”importante è non arrivare mai alla riserva così non si usa il carburante sul fondo pieno di sporcizia. La riduzione di capacità è mediamente minima, per avere centimetri di sporco devi far passare tanto ma proprio tanto carburante di bassa qualità o deteriorato da lunghi tempi di inutilizzo. Pensa ad esempio a tutti quei mezzi che si utilizzano una sola stagione (natanti, motoslitte, ecc.).
Infatti nel recupero di mezzi d’epoca buttare il vecchio carburante e ripulire il serbatoio è fondamentale. Non parliamo poi di quello che si forma nei vecchi serbatoi di mezzi a due tempi senza miscelatore separato.

Auto

Volkswagen ID.3: prova su strada, consumi 58 kWh e considerazioni | Video

Auto

Citroen Ami è piccolissima, elettrica e si guida a 14 anni: la nostra prova | Video

Auto

Vado a fare il pieno di idrogeno in Svizzera e (forse) torno | Live con Hyundai Nexo

Elettriche

Recensione Xiaomi Mi Scooter Essential: piccolo, economico e meno stradale