Torino spinge sulla micromobilità in occasione della visita di Greta Thunberg

13 Dicembre 2019 287

Circ sceglie Torino per il suo debutto in Italia: si tratta di una startup che si occupa di monopattini in sharing. È nata a Berlino appena l'anno scorso, ed è già arrivata a operare in oltre 40 città di 12 Paesi europei, con più di 3 milioni di corse registrate. Tutto si gestisce, naturalmente, tramite app, disponibile sia per Android sia per iOS. Lo sblocco di ogni monopattino costa 1 euro, poi la tariffa è di 19 centesimi al minuto. In alternativa, sono disponibili degli abbonamenti:

  • 1 ora illimitata: 4,90€
  • Sblocchi gratuiti per una settimana: 5,90€
  • Sblocchi gratuiti per un mese: 14,90€

Circ sfrutta le dinamiche free floating: è possibile lasciare il monopattino ovunque ci si trovi, senza bisogno di ricollegarlo a stazioni dedicate (a patto, naturalmente, di rientrare nell'area di copertura del servizio). Una squadra di addetti, attiva 24 ore al giorno e 7 giorni su 7, si occuperà di recuperare, ricaricare e smistare i monopattini.

La data della notizia non è certo casuale: oggi nella capitale del Piemonte è arrivata Greta Thunberg, la giovane attivista ambientalista svedese che tra l'altro è appena stata nominata persona dell'anno da Time Magazine. L'iniziativa organizzata dalla sindaca Chiara Appendino è ben più ampia della sola Circ: in totale è prevista la distribuzione di 4.000 monopattini elettrici e 2.000 biciclette a pedalata assistita (ci sono anche 300 bici elettriche chiamate proprio Greta). Otto le aziende coinvolte.

La sperimentazione dei monopattini elettrici è iniziata a Torino esattamente un mese fa. Le regole sono analoghe, ma non del tutto uguali, a quelle che abbiamo visto per Milano. I veicoli possono circolare nelle piste ciclabili e nelle strade in cui il limite di velocità è dei 30 km/h. La potenza massima dei motori consentita è di 500W (l'equivalente di circa 0,7 CV) e la velocità non può superare il 20 km/h. I minorenni devono essere provvisti di patentino, e i monopattini senza luci non possono circolare mezz'ora prima dell'alba o mezz'ora dopo il tramonto; è anche obbligatorio indossare il giubbotto catarifrangente. Il casco non è obbligatorio.

Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da emarevolution.it a 625 euro oppure da Amazon a 704 euro.

287

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nino

Quoto!!!

MatitaNera

Di gran lunga.

Nino
MatitaNera

Questo non toglie che sia un abominio.

MatitaNera

Verona è la settima città per qualità della vita!

NEXUS

beh si, in effetti sono invidioso di una tarda e del suo vestiario

https://uploads.disquscdn.c...

NEXUS

https://uploads.disquscdn.c...

NEXUS

qua di frustrato nonchè lurda zecca tara ci solo te

https://uploads.disquscdn.c...

Simone

10 minuti 3 euro..cosa devo valutare?

Depas

Non ti ho minacciato, ti ho detto di imparare a leggere

Tony Musone

- Quelle chiamate "domeniche ecologiche" sono più che altro un espediente per sensibilizzare i cittadini sui temi dell'inquinamento e liberare almeno per un giorno (tranne qualche ora a metà giornata) la città dalle auto. Si fa in tutto il mondo, almeno un giorno l'anno, si chiama "World Car Free Day". Invece a Roma (e forse anche in qualche altra città) si fa una volta al mese.

- Invece le targhe alterne, almeno nelle regioni del Bacino Padano, si usavano prima che venissero introdotti i blocchi cittadini in base agli standard Euro.

The Child

Se vi siete arroccati sulle vostre poltrone non è colpa vostra. Fosse per a fucilate libererei certi posti

Giorgio

E voi giovani che non riuscite a prendere il loro posto allora siete ancora peggio se la logica non è un opinione.

Ale Jordan

Domanda: ci si lamenta dell'inquinamento giusto? Allora perché è tanto tempo che non sento un blocco delle auto ? Intendo dire, ogni tanto viene imposto l'obbligo di non usare l'auto la domenica. È successo anche con le targhe. Un gg dispari e gg pari. La domanda: perché è tanto tempo che non sento di questi blocchi ? Mah..

CosmoDream

ripeto, ognuno faccia la sua parte,siamo quasi 9 miliardi,pensa quanto potenziale cè. io ci provo(e nn ho figli,ma i genitori dovrebbero essere ancora + zelanti di me)

Antonio Mariani

Sebbene sembri eccessivo, questo mio modo di fare non è menefreghismo. La verità è che è più vicina al campo della disillusione

CosmoDream

è comunque importante fare la propria parte nell impattare meno sull ecosistema, e i margini sono ampi.
Chi è contrario è solo per egoismi personali
(mettere un like a depas non ti fa onore,lui ha scritto una mega fregnaccia,tipica dei menefreghisti)

Simone

non serviranno a ridurre il traffico perchè la gente ha un cervello più vecchio dei combustibili fossili

Antonio Mariani

Ancora: non è dimostrabile che tutti i mezzi verranno riciclati opportunamente. Le miniere in ogni caso hanno un grande impatto ambientale, quindi non è cosi ovvio e roseo. Basta un veicolo abbandonato per interrompere la catena del riciclo. L'unica cosa di cui sono certo è questo non risolve niente, ne è esente da problemi.

Se le mie polemiche sono così sterili, allora perché rispondi? Di fatto rispondendo validi la base delle polemiche

Tony Musone

a. "stai speculando dicendo che le miniere potrebbero non servire più."
- Io ho scritto un'altra cosa: "non è per nulla detto che le future batterie avranno bisogno di quei MINERALI"
Quindi non miniere ma minerali. Però anche le miniere, dato che i minerali si riciclano o come il Cobalto se ne usa sempre meno.
p.s.
Il Litio non si estrae.

b. "Non è fantascienza dure che non tutte le batterie verranno riciclate a dovere"
- Hai ragione non è "fantascienza" è solo una tua personale tesi basata sul nulla (una delle tante), in contrasto con qualsiasi analisi di settore, secondo le quali sono decine i brevetti per il riciclo e le aziende che si stanno buttando in questo business. Un affare che sarà solo futuro dato che per adesso le batterie al Litio esauste sono poche.

E dato che non aggiungi nulla alla discussione, se non sterili provocazioni senza alcun fondamento, passo e chiudo. Adieu

The Child

"Si chiama esperienza, che da un grande valore aggiunto"
Si abbiamo visto dove la classe dirigente d'esperienza ci ha portato.

Giorgio

Si chiama esperienza, che da un grande valore aggiunto, quando crescerete acquisite anche voi questo valore aggiunto

Antonio Mariani

Per minerali intendo anche l'uranio, poiché parliamo di produzione di energia. In tal senso cambiare fonte di energia è una transizione che impegna almeno decenni: passare da carbone ha richiesto 70 anni. E tutto sommato non è tanto diverso l'approccio. Per una transizione radicale come quella tra fossili e rinnovabili può volerci infinito. Dipende esclusivamente dall'efficienza degli accumulatori

Aristarco

dimentichi una cosa, i minerali nei limiti della nostra tecnologia li puoi recuperare in parte, le riserve di combustibili fossili no, una volta consumate sono finite

Antonio Mariani

Non è quello che ho sostenuto: le riserve di fossili e minerali in genere sono limitate per definizione. Ma entro tali limiti è impossibile competere con queste fonti quanto a potenza e versatilità.

Aristarco

bisogna comprendere che gli idrocarburi non sono infiniti e sono altamente inquinanti, quindi bisogna piano piano sostituirli con altre fonti di energia, l'unica solo le rinnovabili ed eventualmente nuove scoperte su energie pulite

Antonio Mariani

Anche questo, ma come ogni cosa ha pro e contro. Quindi bisogna capire finché conviene anche dal punto di vista pratico una soluzione

Aristarco

la certezza è che nessun idrocarburo verrà riciclato e che la totalità delle emissioni le respiriamo noi e i nostri figli

Simone

in via Cigna come la fai la pista ciclabile? E' stretta!
Chi sta in quei quartieri ha comoda quella di P.Oddone che ti porta da P.zza Baldissera fino alla Pellerina, Stupinigi, Vallere..calcola quanti km puoi fare e quanti quartieri puoi toccare!
Che poi andrebbero aumentate esponenzialmente sono d'accordo..ogni grande corso dovrebbe avere una pista ciclabile.

Antonio Mariani

Toh, un intelletto superiore. Detto tra me e te non sopporto ne la ragazzina ne i suoi fan, ma quando mi dedico ad un problema propongo almeno una soluzione. Che nel tuo caso è accettare il fatto che in ogni caso nessuno farà nulla poiché non sussistono le condizioni politiche ed economiche; e preso atto di ciò finché credi in quello che dici dovresti impegnati tu stesso nel ridurre il tuo impatto ambientale. Ovviamente non mi sorprende che le cose stiano andando come avevo pensato. Sorvoliamo sulle offese che neppure hai tentato di nascondere, oltre il consueto commento sul controllo delle nascite. Ti dico però una cosa: ci sono problemi che non possono essere attenuati, ed ignorare necessità economiche per interventi non risolutivi è una politica miope

Stefano

Il fatto che tu abbia problemi evidenti non è che mi interessi più di tanto. Il mondo va avanti.

L'opera divulgativa della ragazzina, assieme a quella di climatologi, scienziati e personaggi pubblici sta provando a smuovere qualcosa, con pochi risultati purtroppo per ora.

Ma è meglio che non far nulla ed aspettare il disastro.

Poi se si riuscirà a diminuire i danni (perchè per eliminarli è ormai troppo tardi) questo avrà effetti anche su quelli come te, con problemi.

Perchè buona parte dell'umanità aiuta quelli con problemi.

Probabilmente l'errore è stato quello, aver permesso a geni che l'evoluzione avrebbe eliminato, di procreare, riprodursi, votare e.. esprimersi sui forum.

The Evil Queen
Antonio Mariani

Tu stai speculando dicendo che le miniere potrebbero non servire più. Il che per ora è fantascienza. Non è fantascienza dure che non tutte le batterie verranno riciclate a dovere

Antonio Mariani

Oh, siccome non l'ha nessuno, avete un pugno di mosche. Se ne parla? E che mi interessa di ciò, tanto soluzioni non ne avete quindi equivale a tacere. Tra l'altro a forza di mostrarmi disastri vari, mi interessa sempre meno di quelle regioni e quei disastri. Prima di tutta questa storia le cascate vittoria in secca mi avrebbero fatto pensare, ad oggi potrebbero diventare un deserto e non mi interesserebbe affatto.

Tony Musone

Se tra i due c'è qualcuno che specula, quello non sono io.

Antonio Mariani

La benzina verde presenta ancora più criticità...immagino funzionerebbe se fossimo pochissimi ad abitare nello stesso pianeta. Non puoi neppure dimostrare che succederà come dici: un conto è l'esistenza di sistemi di riutilizzo, un conto è l'adattabilità di questi sistemi su larghissima scala. Quanto al fatto che non è detto che le miniere serviranno ancora, è pura speculazione. Per ora servono, quindi le tengo in conto.

Stefano

Credo solo poco colto e con un QI limitato

Stefano

Beh.. va un po' dove gli pare. Ha tirato su un movimento ed ha dato visibilità al tema del riscaldamento globale. Se anche si fermasse qui un obiettivo lo avrebbe raggiunto. La risposta "alla cosa" non ce l'ha nessuno e la vuoi da un blog di cellulari?

Stefano

Va dove sostengono il suo movimento. Alla Cina e all'india il suo messaggio l'ha lanciato all'ONU. Poi sarà libera di andare dove razzo gli pare, o deve dare conto a te?!? Ciarlatana... forse vuoi dire che non c'è riscaldamento globale? Vuoi dire che non è antropico? nonperchè se è così, vabè, vai a giocare con i terrapiattisti.

Stefano

Senza dati... mioddio, parla di cellulari va, che è meglio.

Tony Musone

Difficile riuscire a dimostrare oggi quello che accadrà nel futuro ma sappi che già oggi c'è chi paga per ritirare le batterie al Litio per trasformarle in moduli di stoccaggio per impianti FV. Riguardo alle miniere non è per nulla detto che le future batterie avranno bisogno di quei minerali e poi non è che la benzina verde si chiama così perchè è ecologica, in più tutti gli idrocarburi combusti (dopo averne inalato i residui) non li puoi nè ri-usare e nemmeno riciclare. Quindi piano con le caz zate.

Antonio Mariani

basta poter dimostrare che non tutte le batterie verranno smaltite correttamente e siamo li. Cose che sono vere teoricamente non lo sono in pratica. Tra l'altro le miniere di terre rare hanno un impatto enorme quindi piano con le certezze

Tony Musone

I dati e le tesi sono quelli dell'IPCC. Perciò se vuoi criticare fallo con cognizione di causa, altrimenti rischi di passare tu per qualunquista. https://www.ipcc.ch/

Tony Musone

L'hanno già fatto in molti, basta cercare.

Tony Musone

Fino a quando ci saranno persone come te che si bevono qualsiasi cosa invece che approfondire, non ci sarà rimedio. Quello studio pubblicato la prima volta ad aprile scorso è già stato sconfessato più di una volta, quello di T&E è uno dei tanti
https://www.transportenvironment.org/news/electric-car-%E2%80%98hatchet-job%E2%80%99-debunked

Antonio Mariani

migliorare si, ma in cosa? In alcuni aspetti fondamentali, ma volevo sottolineare appunto che le cose non sono rosee. A sentire voialtri pare che non ci siano problemi di alcun problema, come se la gestione di queste cose sia banale

CosmoDream

ripeto , non è difficile capire un concetto così ELEMENTARE di queste parole : L importante é Migliorare,e l energie alternative lo fanno. Punto

CosmoDream
The Child

Intendo questo per "dipende da zona"ovvero come i comuni decidono per quell'area specifica

The Child

"Sì, quello di essere trattato con rispetto e cortesia"
Quello lo si ha a prescindere anche a 3 anni.
L'età non da nessun valore aggiunto alle tue idee

La guida definitiva ai monopattini: sicurezza, accessori, consumi, differenza con bici elettriche e consigli

Gocycle GX: la bici elettrica pieghevole di un ex McLaren

Recensione Nilox DOC Twelve: per andare ovunque, ma con qualche sacrificio

Le migliori bici elettriche da città da comprare | Luglio 2020