Dacia regina del GPL nel mercato italiano del primo semestre 2021. Ecco i modelli

21 Luglio 2021 5

Nel primo semestre del 2021, Dacia ha consolidato la sua leadership nel mercato GPL. Infatti, nei primi 6 mesi dell'anno sono state immatricolate 20.086 vetture con una quota di mercato che arriva al 37,17%. Se si prendono in considerazione solamente le vendite ai privati, la quota supera il 40% con oltre 19.000 immatricolazioni. Al primo posto della gamma GPL di Dacia troviamo la Sandero con 11.026 immatricolazioni. A seguire, la Duster con 8.665 unità.

Il Duster GPL si è fatto notare anche nel mondo delle flotte, vincendo il premio come miglior auto GPL (2020), nella categoria «Miglior auto a GPL/Metano» rilasciato durante la giornata di premiazione di Mission Fleet Awards svoltasi a Milano il 5 luglio alla presenza di fleet manager e player di mercato dell’automotive legato alle flotte.

Palando dell'andamento complessivo delle vendite, Dacia ha raccontato che nel primo semestre del 2021 sono state 33.506 le autovetture immatricolate, pari ad una quota di mercato del 3,41%. La casa automobilistica si posiziona all’undicesimo posto sul mercato totale. Si tratta di un buon risultato, soprattutto perché ha dovuto affrontare, racconta, diverse difficoltà, tra cui la scarsa disponibilità di materie prime e semiconduttori che hanno impattato sul ritmo di produzione.

Dacia si posiziona al settimo posto per la vendita di autovetture a privati posizionando ben 2 modelli nella TOP 10, Sandero al quarto posto con 15.613 vetture e Duster al nono posto con 12.468 veicoli.

L’imminente lancio della nuova Duster a settembre 2021, insieme all’arrivo dell'elettrica Dacia Spring (qui la nostra prova), saranno fondamentali per la crescita del marchio nel prossimo semestre.

VIDEO


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vae Victis

Stanno aprendo molti nuovi distributori di metano, e anche i primi self-service. Quindi in effetti diventa sempre più interessante.

Vae Victis

E' più conveniente perché costa meno sia l'installazione che la sostituzione della bombola. E sopratutto ti mettono una centralina separata su cui qualunque gasista può mettere le mani.
Con gli impianti di fabbrica invece devi andare per forza da un meccanico autorizzato dalla casa, gli altri non hanno accesso alla centralina. I meccanici della casa solitamente sono cari e in più non ne capiscono nulla di impianti a gas.
La garanzia è un falso risparmio perché te la fanno pagare a suon di tagliandi (che io non faccio).

Alex

io preferisco metano a GPL. De gustibus

Aristarco

più conveniente per quale motivo? io ho un duster gpl, e sicuramente mi fido più di un impianto montato dalla casa, con garanzia dalla casa e soprattutto su un motore appositamente modificato dalla casa...

Vae Victis

Io ho sempre comprato auto a benzina e poi le ho fatte trasformare a GPL. Ritengo che l'impianto montato in postvendita sia più conveniente, però va elogiata Renault e Dacia che continuano ad offrire verisoni già trasformate in fabbrica.

Auto

Opel Mokka-e: il SUV elettrico messo alla prova, anche in viaggio | Video

Auto

BMW X1 xDrive 25e: proviamo la plug-in in modalità EV e ibrida | Recensione e Video

Auto

L'Europa vuole solo auto elettriche: i piani dei produttori e le date dell'addio

Auto

Hyundai Bayon Hybrid, non chiamatela Kona "junior" | Video