Auto elettriche 2021: modelli in commercio e in uscita in Italia, prezzi e autonomia

01 Gennaio 2021 486

Il mercato delle auto elettriche sta crescendo rapidamente in Italia grazie sia agli incentivi che alle proposte dei costruttori che stanno aumentando di numero. Nel corso del 2020 sono arrivati tanti nuovi modelli che saranno tra i protagonisti di questo settore nel 2021 assieme alle nuove autovetture a batteria che debutteranno nel corso dei prossimi mesi.

Parlando di incentivi, il Governo ha deciso di rifinanziare l'Ecobonus e di proporre anche una speciale agevolazione per l'acquisto di auto elettriche per le famiglie con Isee sino a 30 mila euro.

AUTO ELETTRICHE 2021 IN ITALIA

Di seguito il completo elenco delle auto in commercio in Italia e di quelle già annunciate che arriveranno nel corso del 2021. Per ognuna di loro proponiamo una mini scheda tecnica con dettagli sul motore, batteria, autonomia e prezzo. Tutte le informazioni saranno aggiornate quando i vari produttori annunceranno nuovi modelli o ulteriori dettagli su quelli esistenti.

A fondo pagine è disponibile la TABELLA COMPARATIVA con tutti i modelli

AUDI E-TRON

L'Audi e-tron è un SUV elettrico caratterizzato da grande comfort e tanta tecnologia. (Qui la nostra prova su strada) Il suo powertrain prevede due motori elettrici in grado di offrire una potenza di picco di 408 CV/300 kW (modalità Boost). Il pacco batteria da 95 kWh offre un'autonomia di 436 Km secondo il ciclo di omologazione WLTP.

Tanta la tecnologia a bordo, merito di un sistema infotainment evoluto e della presenza di molti sistemi di ausilio alla guida. Audi e-tron è disponibile anche in una versione con potenza da 313 CV / 230 kW e batteria da 71 kWh. Autonomia di 300 Km. Capitolo prezzi. Si parte, rispettivamente, da 85.950 euro e da 73.200 euro.

AUDI E-TRON SPORTBACK

Audi e-tron Sportback è la versione con linea da coupé del SUV elettrico della casa dei 4 anelli. Due le versioni disponibili. La prima con doppio motore da 300 kW (408 CV) con 664 Nm di coppia e la seconda con doppio motore da 230 kW (313 CV) con 540 Nm di coppia. Le differenze sono anche nella batteria (95 e 71 kWh) e nella ricarica rapida: 150 kW e 120 kW rispettivamente. Autonomia sino a 446 Km e sino a 347 Km. (Qui la nostra prova su strada)

Ovviamente presente una ricca dotazione tecnologica tra cui spiccano i sistemi ADAS di Audi. Strumentazione totalmente digitale. Prezzi per l'Italia da 88.250 euro e da 75.400 euro.

AUDI E-TRON GT

La futura Audi e-tron GT è una sportiva elettrica che racchiude al suo interno tutta la passione con cui il marchio tedesco progetta e costruisce le automobili. Il debutto è previsto all'inizio del 2021. La Casa dei 4 anelli non ha voluto condividere ancora alcuna specifica tecnica. L'assemblaggio richiederà anche lavorazioni "quasi artigianali" con l'intervento di operai specializzati che dovranno curare alcune specifiche operazioni. Questa sportiva elettrica dovrebbe condividere buona parte della sua base con la Porsche Taycan.

AUDI E-TRON S

Audi e-tron S è il modello più performante della gamma di SUV elettrici del marchio tedesco. Si caratterizza, infatti, per disporre di ben 3 motori: due al posteriore e uno all'anteriore. Complessivamente, a disposizione 503 CV (370 kW) di picco (modalità Boost) con una coppia di 973 Nm. Ad alimentare il tutto una batteria da 95 kWh (86 kWh utilizzabili) in grado di permettere un'autonomia sino a 364 Km.

La trazione è integrale con torque vectoring elettrico. Parlando di prezzi, Audi e-tron S è proposta a 98.300 euro.

AUDI E-TRON S SPORTBACK

Audi e-tron S Sportback è la versione coupé del SUV sportivo elettrico. Le specifiche di questa variante non cambiano: 503 CV (370 kW) con 973 Nm di coppia. L'autonomia secondo il ciclo WLTP arriva a 370 Km grazie alla batteria da 95 kWh (86 kWh utilizzabili). Il powertrain è composto da propulsori asincroni. Sull'anteriore trova posto l'unità che normalmente aziona l'assale posteriore dell'Audi e-tron 55 quattro. Il motore più piccolo delle e-tron 55 quattro, adattato, viene adesso inserito al retrotreno assieme ad un'unità gemella.

Parlando di prezzi, per il mercato italiano si parte da 100.600 euro.

AUDI Q4 E-TRON

Audi Q4 E-tron anticipa il modello di serie che arriverà nel 2021. Nella versione top di gamma, Audi Q4 Sportback e-tron dispone di un doppio motore da 306 CV (225 kW). La batteria, invece, presenta una capacità di 82 kWh e rende possibile un’autonomia di oltre 450 Km. L'auto poggia sulla piattaforma MEB e dispone di una velocità massima limitata a 180 Km/h. L'accelerazione da 0 a 100 Km/h richiede 6,3 secondi.

Nessuna informazioni, per il momento, sui prezzi ufficiali.

AUDI Q4 E-TRON SPORTBACK

La variante Sportback di Audi Q4 E-tron spicca per il dinamismo e l'eleganza che sono elementi tipici dei SUV coupé del marchio tedesco. La linea del tetto si raccorda ai montanti posteriori marcatamente inclinati e, in corrispondenza dell’angolo inferiore dei cristalli, confluisce nello spoiler. Questa forma contribuisce a far sembrare la Sportback più lunga dell'Audi Q4 e-tron. Le specifiche tecniche, invece, sono le stesse.

Anche in questo caso non ci sono menzioni sui prezzi che saranno offerti al pubblico.

BMW I3

La BMW i3, declinata anche nella versione più sportiva i3S, dispone di un pacco batteria da 120 Ah pari a 42,2 kWh. Grazie a questa batteria, l'auto elettrica tedesca promette 310-285 Km di autonomia secondo il ciclo di omologazione WLTP. BMW, comunque, garantisce ai suoi clienti la possibilità di percorrere sempre 260 Km in ambito urbano.

Il motore è da 170 cavalli (125 kW) sulla BMW i3 e da 184 CV (135 kW) sulla i3S. La variante REX con un piccolo motore termico per ricaricare l'accumulatore, non è più disponibile. Prezzi a partire da 40.600 euro (i3) e da 44.400 euro (i3S). (Qui la nostra prova consumi)

BMW IX3

BMW iX3 è un SUV elettrico dotato del sistema eDrive di quinta generazione. Parlando del powertrain, è presente un singolo motore elettrico in grado di erogare 210 kW / 286 CV e una coppia di picco di 400 Nm. Ad alimentare il tutto una batteria da 80 kWh (74 kWh utilizzabili) composta da 188 celle prismatiche che è in grado di offrire un'autonomia sino a 460 Km secondo il ciclo WLTP.

La velocità massima è limitata elettronicamente a 180 Km/h. Nel classico scatto da 0 a 100 Km/h, bastano 6,8 secondi. Parlando di prezzi, in Italia si parte da 69.900 euro.

BMW IX

BMW iX è un SAV (Sports Activity Vehicle) a batteria su cui il marchio tedesco punta molto e sul quale ha riversato tutte le ultime tecnologie sviluppate nel settore delle auto elettriche. Sul mercato arriverà verso la fine del 2021. Nessuna informazione sui prezzi. Questo modello disporrà di un sistema eDrive di quinta generazione dotato di due motori elettrici e in grado di erogare una potenza di oltre 370 kW.

Visto che BMW iX potrà contare su di un accumulatore dalla capacità lorda di oltre 100 kWh, l'autonomia dovrebbe superare i 600 Km.

BMW I4

BMW i4 debutterà nella sua versione finale nel corso del 2021. Il concept dispone di una potenza massima di ben 530 CV (390 kW) che permetterà all'auto di accelerare da 0 a 100 Km/h in appena 4 secondi. La velocità massima supera i 200 Km/h. Il powertrain è alimentato da una batteria agli ioni di litio da 80 kWh in grado di offrire un'autonomia sino a 600 Km secondo il ciclo WLTP.

Probabilmente la versione di serie sarà proposta in differenti versioni. Sui prezzi il costruttore tedesco non si è ancora sbilanciato.

CITROEN E-C4

Citroen C4 elettrica dispone di un motore elettrico da 100 kW, (136 CV, 260 Nm di coppia) che promette 350 km in WLTP e ricarica rapida per rabboccare 100 km in 10 minuti o l'80% della batteria in 30 minuti. La batteria è la stessa da 50 kWh proposta dal Gruppo PSA per le sue elettriche. La nuove Citroen C4 elettrica è già ordinabile in Italia con arrivo nelle concessionarie nel corso del mese di gennaio 2021.

I prezzi partono da 34.900 euro nell'allestimento Feel.

CUPRA EL-BORN

Cupra el-Born è la prima elettrica del marchio spagnolo basata sulla piattaforma MEB. Disporrà di una batteria da 82 kWh (77 kWh utilizzabili) che alimenterà un motore elettrico la cui potenza non è stata comunicata. Sul fronte dell'autonomia, il marchio spagnolo promette 500 Km di percorrenza. Parlando di tecnologia, la Cupra el-Born disporrà di molti di quei contenuti già visti sulla ID.3 come un display head-up a realtà aumentata.

Nessuna informazione sui possibili prezzi. Arriverà nel corso del 2021.

DACIA SPRING

Dacia Spring è un'auto elettrica economica pensata per la città. Il motore si caratterizza per una potenza di 33 kW (44 CV). La batteria da 26,8 kWh permette all'auto di disporre di 225 Km secondo il ciclo WLTP che salgono a 295 Km in ambito urbano. Il prezzo è ancora sconosciuto ma secondo alcune voci dovrebbe essere inferiore ai 20 mila euro.

L'uscita in commercio di Dacia Spring è prevista per l'autunno 2021, le prenotazioni e la fase di vendita inizierà già dalla primavera.

DS 3 CROSSBACK E-TENSE

DS 3 Crossback E-Tense è un B-SUV dalle linee eleganti ma che strizza l'occhio anche a chi ama un look un po' sportivo. Questo modello è parente stretto di tutte le più recenti auto elettriche del Gruppo PSA. Questo significa che è basato sulla medesima piattaforma e offre le stesse soluzioni tecniche. Il powertrain, infatti, è composto dal ben noto motore elettrico da 136 CV (100 kW) alimentato da una batteria agli ioni di litio della capacità di 50 kWh. Il costruttore dichiara sino a 320 Km di autonomia con una singola ricarica.

In corrente continua, è possibile ricaricare sino a 100 kW. Eleganza che, comunque, ha il suo prezzo. In Italia, questo modello può essere acquistato a partire da 39.650 euro.

EVO ELECTRIC

Evo Electric è un SUV compatto elettrico economico dotato di un powertrain con un singolo motore da 85 kW e 270 Nm di coppia. La velocità massima è di 130 Km/h mentre l'accelerazione da 0 a 100 Km/h richiede 12 secondi. Il motore è alimentato da una batteria agli ioni di litio da 40 kWh che promette un'autonomia sino a 300 Km.

Frutto della collaborazione tra l'Italiana DR Group e la cinese Chery, questa vettura elettrica può essere acquistata ad un prezzo di partenza di 29.900 euro.

FIAT 500 ELETTRICA

La nuova Fiat 500 elettrica è disponibile in versione berlina, cabrio e 3+1 con una piccola porta in più sul lato destro che si apre controvento. Oltre alla versione La Prima, l'elettrica di casa Fiat sarà proposta negli allestimenti ACTION, PASSION e ICON. Quello base dispone di un motore da 70 kW (95 CV) con una batteria da 23,8 kWh per 180 Km di autonomia.

Tutte le altre varianti offrono un'unità elettrica da 118 CV (87 kW) e 220 Nm con batteria da 42 kWh per un'autonomia che arriva sino a 320 Km secondo il ciclo WLTP. Parlando di prezzi, si parte dai 26.150 euro della berlina in allestimento Action.

FORD MUSTANG MACH-E

Ford Mustang Mach-E è un SUV elettrico che viene proposto in 4 varianti: Standard Range con trazione posteriore, Standard Range con trazione integrale, Extended Range con trazione posteriore e Extended Range con trazione integrale. Le versioni Standard Range dispongono di un pacco batteria agli ioni di litio da 75,7 kWh che alimenta uno o due motori elettrici. La potenza massima è di 258 CV (190 kW). Per quanto concerne l'autonomia, Ford dichiara sino a 450 Km (trazione posteriore) e sino a 420 Km (trazione integrale).

Per quanto concerne, invece, le versioni Extended Range, il pacco batteria presenta una capacità di 98,8 kWh. La potenza del powertrain è di 285 CV (210 kW) per la versione con un singolo motore. Potenza che sale a 337 CV (248 kW) per la versione con doppio motore. Autonomie, rispettivamente, di 600 Km e di 540 Km. Si parte da 49.900 euro. Più avanti arriverà anche una più performante variante GT.

HONDA E

Honda e (Qui la nostra prova) è una piccola elettrica pensata per la città. Due le scelte per il motore a seconda dell'allestimento selezionato: di base avremo a disposizione un'unità da 100 kW (136 CV) più che sufficiente per tutti gli utilizzi. La più potente, Advance con cerchi da 16 o 17 pollici, dispone, invece, di 113 kW (154 CV). La coppia resta identica per tutte e due le motorizzazioni: 315 Nm.

Il produttore dichiara 222 chilometri in WLTP con una ricarica grazie alla batteria da 35,5 kWh. Il prezzo è di quelli importanti: si parte da 35.500 euro.

HYUNDAI KONA ELECTRIC

Hyundai Kona Electric (Qui la nostra prova) ha subito di recente un restyling che ha introdotto soprattutto novità a livello di design. Le specifiche tecniche rimangono le stesse, così come gli interni dove spicca, però, il sistema infotainment Bluelink di ultima generazione. Questo modello è sempre disponibile in due varianti. La prima con batteria da 64 kWh e motore da 150 kW e la seconda con accumulatore da 39,2 kWh e propulsore da 100 kW. Autonomia, rispettivamente, di 484 e 305 km secondo il ciclo WLTP.

Parlando di prezzi si parte da 38.400 euro. Il listino fa ancora riferimento ai modelli pre-restyling. Possibile che con l'arrivo del nuovo modello crescano leggermente.

JAGUAR I-PACE

Jaguar I-Pace è un SUV elettrico che offre grandi prestazioni nel massimo comfort grazie ad interni lussuosi. (Qui la nostra recensione) Il powertrain è composto da 2 motori elettrici in grado di offrire una potenza massima di ben 400 CV (338 kW) e 696 Nm di coppia. Potenza che permette di accelerare da 0 a 100 Km/h in appena 4,8 secondi. Secondo il ciclo di omologazione WLTP, il SUV è in grado di offrire sino a 470 Km di autonomia.

Modello che offre una ricca dotazione tecnologica con un infotainment con supporti ad Apple Car Play ed Android Auto e con molteplici sistemi di ausilio alla guida (ADAS). Si parte da 82.460 euro.

KIA E-SOUL

In Europa la nuova generazione di Soul si presenta solo nella versione elettrica e-Soul, dando definitivamente l'addio alle motorizzazioni a combustione. Look particolare, quello squadrato che piace agli americani ma che ha iniziato a convincere anche qualcuno nel Vecchio Continente. Kia eSoul non si differenzia dalle cugine e ripropone la piattaforma elettrica con batteria da 39 kWh e 64 kWh oltre a due motorizzazioni fra cui scegliere: 136 CV (100 kW) e 204 CV (150 kW).

La forma cambia insomma, la sostanza è la stessa, con l'ottimo sistema dei coreani attento all'efficienza, alle modalità di ricarica (DC fino a 100 kW) e alla connettività tramite app. In Italia è disponibile a 39.9850 euro nella versione e-Soul Style da 39 kWh e a 44.350 euro nella versione Long Range con accumulatore da 64 kWh.

KIA E-NIRO

Kia e-Niro è la cugina della Hyundai Kona Electric. La base tecnica è la medesima, cambia solo il vestito. Questo crossover può essere scelto con motore da 100 kW e batteria da 39,2 kWh o con un'unità da 150 kW e accumulatore da 64 kWh. L'autonomia secondo il ciclo WLTP arriva, rispettivamente, a 289 Km e 455 Km. (Qui la nostra prova consumi)

Per quanto riguarda i prezzi, il modello base Style con batteria da 39,2 kWh parte da 39.850 euro.

LEXUS UX 300E

Lexus UX 300e è la prima auto elettrica del marchio giapponese. Questo modello dispone di un powertrain caratterizzato da un motore elettrico in grado di erogare 204 CV (150 kW) e 300 Nm di coppia massima. Ad alimentarlo, una batteria da 54,3 kWh in grado di offrire un'autonomia di oltre 300 Km secondo il ciclo WLTP.

Buone le prestazioni. Per raggiungere i 100 Km/h bastano 7,5 secondi. La velocità massima, invece, è di 160 Km/h. Lexus ha deciso di offrire una garanzia sugli accumulatori della sua auto elettrica di 10 anni o sino a 1 milione di Km. Già disponibile su alcuni mercati europei non è chiaro quando arriverà in Italia.

MAZDA MX-30

Mazda MX-30 è un piccolo SUV elettrico pensato per la città. (Qui la nostra prova) Molto particolare, dal punto di vista del design, l'apertura delle porte posteriori del tutto simile a quella della BMW i3. Il motore elettrico è del tipo sincrono in grado di erogare una potenza massima di 107 kW (145 CV). Il tutto è alimentato da una batteria agli ioni di litio da 35,5 kWh che permette di disporre di un'autonomia sino a 200 Km secondo il ciclo WLTP.

Parlando di prezzi italiani, l'auto può essere ordinata a partire da 34.900

MERCEDES EQC

Mercedes EQC è un SUV elettrico che offre comfort e anche buone prestazioni. (Qui la prova su strada) Il risultato è un'auto tecnologica ma anche allo stesso tempo lussuosa. Il powertrain è composto da un doppio motore elettrico da 408 CV (300 kW) in grado di offrire anche una certa dote di sportività. Presente la trazione integrale. Il pacco batteria da 80 kWh permette di offrire un'autonomia superiore ai 300 Km.

Da sottolineare la presenza del sofisticato sistema infotainment MBUX. Capitolo prezzi. Si parte da 79.554 euro.

MERCEDES EQA

Mercedes EQA è un SUV elettrico compatto parente stretto della GLA. Questo modello è molto importante per Mercedes in quanto rappresenterà l'offerta d'accesso della sua gamma elettrica. Al momento non si conoscono con precisione i suoi dettagli tecnici. La sua presentazione è attesa per il 20 gennaio 2021. La commercializzazione inizierà qualche mese dopo.

MERCEDES EQS

Mercedes EQS è la futura ammiraglia elettrica del costruttore tedesco. Disporrà di tutto il lusso e della tecnologia già presenti all'interno della nuova Classe S. Sul fronte del powertrain non ci sono certezze. Si dice solo che l'auto potrebbe essere proposta in più varianti con pacchi batteria di differenti capacità.

Secondo il marchio tedesco, la versione top di gamma della EQS dovrebbe essere in grado di offrire un'autonomia sino a 700 Km. La produzione inizierà nel 2021.

MINI FULL ELECTRIC

MINI elettrica è un'autovettura pensata per la città ma che non disdegna di essere guidata sportivamente. Il powertrain dispone di un motore sincrono da 184 CV (135 kW) e 270 Nm di coppia in grado di far accelerare l'auto da 0 a 100 Km/h in 7,3 secondi. La MINI dispone di una batteria da 32,6 kWh in grado di offrire un'autonomia da 235 a 270 Km secondo il ciclo WLTP. Di serie è presente un caricatore AC da 11 kW.

Capitolo prezzi. La MINI elettrica (Qui la nostra prova) può essere acquistata in Italia a partire da 33.900 euro.

NISSAN LEAF

Nissan Leaf (Qui la nostra prova) è uno dei modelli elettrici più noti sul mercato. L'auto è disponibile nelle versioni da 40 kWh o da 62 kWh. Le due varianti si differenziano anche per il motore: Leaf 40 kWh monta un motore elettrico da 110 kW (149 CV) e 320 Nm di coppia, Leaf 62 kWh arriva a 160 kW (217 CV) e 340 Nm. L'autonomia raggiunge, rispettivamente, i 270 Km e i 385 Km secondo il ciclo WLTP.

Per quanto riguarda il listino italiano si parte da 29.300 euro (Acenta 40 kWh con Ecobonus e rottamazione).

NISSAN ARIYA

Nissan Ariya è un crossover coupé a batteria che sarà disponibile in Europa nel corso del 2021 ad un prezzo non ancora comunicato. Nissan Ariya sarà proposta in 5 versioni sul mercato europeo, sia con la trazione integrale che con due sole ruote motrici. Potrà disporre sino a 500 Km di autonomia nella versione con il livello di percorrenza maggiore (accumulatore da 90 kWh).

I modelli con 4 ruote motrici dispongono della tecnologia di controllo a ruote indipendenti di Nissan, denominata e-4ORCE. Tutte le varianti possono anche supportare una ricarica rapida fino a 130kW (connettore CCS per l'Europa).

OPEL CORSA-E

Opel Corsa-e offre un motore elettrico da 100 kW (136 CV) alimentato da una batteria da 50 kWh. Il costruttore dichiara un'autonomia sino a 330 Km secondo il ciclo WLTP. In corrente continua è possibile ricaricare sino a 100 kW. Buone le prestazioni visto che i 100 Km/h si raggiungono in 8,1 secondi.

Parlando di prezzi italiani, la versione elettrica di Opel Corsa può essere acquistata a partire da 31.300 euro.

OPEL MOKKA-E

Opel ha rinnovato completamente la sua Mokka che adesso è proposta pure in una versione elettrica. Opel Mokka-E (Qui la nostra anteprima) dispone di un motore elettrico da 136 CV (100 kW) e 260 Nm di coppia abbinato ad una batteria da 50 kWh in grado di offrire un'autonomia sino a 322 Km secondo il ciclo WLTP. In corrente continua, l'auto può ricaricare sino a 100 kW. La velocità massima è di 150 Km/h e il conducente può contare su 3 modalità di guida.

I prezzi per il mercato italiano partono da 34.000 euro. Ovviamente, l'auto è compatibile con l'Ecobonus.

PEUGEOT E-208

Peugeot 208 è offerta anche con la motorizzazione solo elettrica. Rispetto alle varianti endotermiche, il design non cambia. Parlando di dati tecnici, l'auto può contare su di un motore da 100 kW (136 CV) e 260 Nm di coppia. Il tutto è alimentato da una batteria da 50 kWh che permette di offrire un'autonomia che arriva sino a 340 Km secondo il ciclo WLTP. In corrente continua è possibile rifornire di energia la Peugeot e-208 (Qui la nostra prova) sino ad una potenza massima di 100 kW.

Parlando del listino italiano, si parte da 33.850 euro.

PEUGEOT E-2008

Peugeot e-2008 è un B-SUV a batteria che dispone del medesimo powertrain della cugina e-208. Dunque, troviamo un motore da 100 kW (136 CV) con una coppia di 260 Nm. La batteria presenta sempre una capacità di 50 kWh e la possibilità di essere ricaricata in corrente continua sino a 100 kW. L'autonomia dichiarata secondo il ciclo WLTP arriva sino a 320 Km.

Per quanto riguarda i costi sul mercato italiano, questo SUV compatto elettrico parte da 38.750 euro nell'allestimento base.

PORSCHE TAYCAN

La Porsche Taycan è la prima auto 100% elettrica del marchio di Zuffenhausen. Un'auto che mantiene inalterato il suo DNA sportivo nonostante non sia presente un motore termico. La casa tedesca ha lavorato su ogni particolare, dall'aerodinamica ai motori elettrici passando per le batterie sino al sistema infotainment connesso.

Basata sulla piattaforma per auto elettriche PPE (Premium Platform Electric) sviluppata insieme ad Audi, la Porsche Taycan è declinata in 3 versioni: Taycan Turbo S, Taycan Turbo e Taycan 4S (Performance e Performance Plus). Si può disporre, nella sua declinazione più performante, di ben 761 CV (560 kW) che offrono prestazioni mozzafiato.

Le autonomie variano dai 407 Km ai 450 Km a seconda del modello scelto. Trattandosi di modelli sportivi, l'autonomia reale è molto influenzata dallo stile di guida. Tanta qualità, però, si paga cara. I prezzi partono da 110.017 euro.

RENAULT MEGANE EVISION

Renault Megane eVision è il concept di un nuovo crossover elettrico la cui versione di produzione debutterà nel corso del 2021. Questo prototipo dispone di un motore in grado di erogare 160 kW con una coppia di 300 Nm. I 100 Km/h si raggiungono in meno di 8 secondi. Ad alimentare il propulsore una batteria da 60 kWh in grado di offrire un'autonomia sino a circa 450 Km. Nessun problema per i lunghi viaggi visto che l'auto supporta le ricariche in corrente continua sino a 130 kW. In corrente alternata può ricaricare sino a 22 kW.

Nessuna menzione sui possibile prezzi ufficiali del modello di produzione.

RENAULT ZOE

Nuova Renaut Zoe (Qui la nostra prova su strada) offre una più ampia autonomia ed un complessivo miglioramento della qualità. Il powertrain con motore elettrico da 135 CV / 99 kW (disponibile anche nella versione da 108 CV / 79 kW) è abbinato ad un pacco batteria da 52 kWh. I francesi dichiarano un'autonomia di ben 395 Km secondo il ciclo di omologazione WLTP. Presente il supporto alla ricarica rapida in continua continua (optional). L'auto supporta una potenza di ricarica sino a 50 kW. Connettore CCS Combo. Di serie il ben noto caricatore in corrente alternata trifase da ben 22 kW.

La nuova Renault Zoe può essere acquista sia con la batteria di proprietà che in noleggio. Si parte da 25.900 euro. La batteria costa 8.200 euro.

RENAULT TWINGO ZE

Renault Twingo ZE (Qui la nostra prova) è una citycar elettrica pensata per spostarsi agevolmente in città. Rispetto alla versione a motore termico, la Twingo a batteria non cambia molto a livello di design. Il powertrain dispone di un motore da 82 CV (60 kW) e 160 Nm di coppia massima. Sul fronte dell'autonomia, questa citycar elettrica si caratterizza per la presenza di una batteria agli ioni di litio con una capacità di 22 kWh che consente circa 190 Km di percorrenza secondo il ciclo di omologazione WLTP.

La nuova Twingo elettrica dispone di un caricatore AC da 22 kW che permette di sfruttare al massimo le molte colonnine sparse sul territorio. Non c'è la possibilità di ricaricare in corrente continua. Si parte da 22.450 euro per l'allestimento Zen.

SMART FORTWO EQ - FORFOUR EQ

La Smart oggi è solamente elettrica e propone i modelli fortwo EQ - forfour EQ (Qui la prova su strada) con un pacco batteria da 17,6 kWh in grado di offrire la giusta autonomia per gli spostamenti in città. Per entrambi i modelli, il powertrain è in grado di esprimere una potenza massima di 82 CV (60 kW) e 170 Nm di coppia massima.

L'autonomia è sino a 160 Km. Capitolo prezzi:

  • Smart EQ fortwo: 25.769,80 euro
  • Smart EQ fortwo cabrio: 29.137 euro
  • Smart EQ forfour: 26.392 euro

Prezzi alti per la categoria ma grazie agli incentivi auto elettriche (Ecobonus) è possibile ottenere un sensibile risparmio.

SKODA ENYAQ IV

Skoda Enyaq iV (Qui la nostra anteprima) è un SUV elettrico che sarà disponibile nelle concessionarie a partire dal 2021. Complessivamente sono 5 le varianti a disposizione, sia con trazione posteriore che integrale. Si parte dalla Skoda ENYAQ iV 50 con trazione posteriore, 148 CV (109 kW) e 340 Km di autonomia secondo il ciclo WLTP sino alla più sportiva Skoda ENYAQ iV RS con trazione integrale, 306 CV (225 kW) e 460 Km autonomia.

In Italia i prezzi partono da 36.220 euro.

TESLA MODEL S

Tesla Model S è l'ammiraglia elettrica dell'azienda di Elon Musk. Anche se non è stata stravolta, negli ultimi anni è stata costantemente affinata. I miglioramenti sono soprattutto a livello di autonomia che è cresciuta sensibilmente. Ad oggi, l'auto è ordinabile nella variante Long Range Plus con 652 Km di autonomia a 84.990 euro e nella versione Performance con 639 Km di percorrenza massima a 101.990 euro.

Nel corso del 2021 arriverà anche la versione Plaid con tre motori elettrici, super prestazioni e oltre 840 Km di autonomia. Si può prenotare a 140.990 euro.

TESLA MODEL 3

La Tesla Model 3 è un'auto elettrica, vera best seller del settore. I numeri dicono, infatti, che è al momento l'auto elettrica più desiderata in assoluto. Offre comfort, tecnologia ma anche tanta autonomia e prestazioni. Molto particolari gli interni caratterizzati da un unico grande display centrale. Ovviamente non mancano tutte le soluzioni avanzate proprie delle Tesla. Di recente, inoltre, ha ottenuto un piccolo aggiornamento che ha portano diversi miglioramenti.

Disponibile nelle varianti Standard Range Plus (430 Km), Long Range (580 Km) e Performance (567 Km). Prezzi a partire da, rispettivamente, 40.990 euro, 57.920 euro e 65.490 euro.

TESLA MODEL X

Tesla Model X è il SUV elettrico di Elon Musk che si caratterizza per il particolare design delle portiere posteriori che si aprono ad ala di gabbiano. (Qui la nostra recensione) Può ospitare sino a 7 posti nel massimo comfort. Nonostante le grandi dimensioni è in grado di offrire prestazioni da vera sportiva ed un'autonomia davvero impressionante. Nessun problema di ansia da autonomia anche nei lunghi viaggi.

Tesla Model X è disponibile nelle varianti Long Range Plus con 561 Km di autonomia e Performance con 548 Km di autonomia. Prezzi a partire da 94.990 euro e da 111.990 euro.

TESLA MODEL Y

La società americana ha lavorato duramente per portare al debutto in America la sua nuova Tesla Model Y il prima possibile. Basata sulla Tesla Model 3, si tratta di un SUV di medie dimensioni ovviamente sempre completamente elettrico. Sarà disponibile in 2 varianti: Long Range Dual Motor e Performance.

Autonomia, rispettivamente, di 505 Km e di 480 Km. Gli interni saranno identici a quelli della Tesla Model 3 e quindi dominati dal grande display centrale dell'infotainment. Le prime consegne in Europa inizieranno quando la Gigafactory di Berlino entrerà in funzione. In Italia si può già preordinare a partire da 63.000 euro.

VOLKSWAGEN ID.3

Volkswagen ID.3 (Qui la nostra prova) è l'auto della "svolta" elettrica del marchio tedesco. A disposizione 7 versioni e 2 pacchi batteria. Le prime sei configurazioni (Life, Style, Business, Family, Tech e Max) sono basate sulla ID.3 Pro Performance che offre un motore da 150 kW (204 CV) e 310 Nm di coppia. La batteria è da 58 kWh effettivi per un'autonomia sino a 426 km secondo il ciclo WLTP.

La settima versione, la Tour, è differente in quanto è basata sulla ID.3 Pro S a 4 posti con batteria da 77 kWh (capacità effettiva) e autonomia sino a 549 km secondo il ciclo WLTP. Si parte da 38.900 euro.

VOLKSWAGEN ID.4

Volkswagen ID.4 è un SUV elettrico sviluppato sulla piattaforma MEB. Il powertrain è composto da un motore in grado di erogare 150 kW (204 CV), con una coppia di 310 Nm. L’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede 8,5 secondi, mentre la velocità massima è limitata elettronicamente a 160 km/h. Per il 2021 è previsto il lancio di un modello con prestazioni ancora maggiori.

Ad alimentare il motore una batteria da 77 kWh (capacità netta), dal peso di 493 Kg, in grado di offrire un'autonomia sino a 520 Km. Si parte da 48.600 euro.

VOLVO XC40 RECHARGE

Volvo XC40 Recharge è la prima auto elettrica della casa svedese. Un SUV dotato di 2 motori elettrici in grado, complessivamente, di offrire 408 CV (300 kW) di potenza massima. Disponibile la trazione integrale. Grazie alla batteria agli ioni di litio da 78 kWh, questo modello è in grado di offrire un'autonomia sino a 400 Km secondo il ciclo di omologazione WLTP.

Nessun problema nei lunghi viaggi grazie alla possibilità di ricaricare sino a 150 kW nelle stazioni a corrente continua. Molto particolare il sistema infotainment basato su Android. Si parte da 60.480 euro.

Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Bpm power a 435 euro oppure da Unieuro a 549 euro.

486

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Rick Deckard®

Alla fine io lavoro in città, la macchina mi serve ma 300km li faccio in 7/10 giorni per dire.
I costi invece sono effettivamente alti

bac24

Mi pare che i vari studi condotti siano chiari... L'auto elettrica non è affatto più sostenibile dell'auto a combustione. L'unica auto che non inquina è quella che non esiste.

bac24

Beh io metterei sul piatto anche i tempi di ricarica e il prezzo dell'energia, a sfavore dell'elettrica

bac24

Il futuro del mercato dell'auto in Italia? Potere d'acquisto sempre minore e prezzi delle auto in crescita esponenziale

Aristarco

Ma cosa c'entra tutto questo con craxi? Non ne ha presa solo una di condanna, ma parecchie in pou gradi di giudizio,smettila di nominare personaggi che con lui non ci azzeccano nulla

Vae Victis

Qual'è la balla?
Il caso Palamara è una balla? Lo sai chi è Palamara? Lo sai cos'è il CSM?
Il magistrato infame che ha condannato Tortora non ha avuto la promozione?

Aristarco

Balle balle e ancora balle

Ratchet

Non prendo niente

Vae Victis

Il magistrato in questione ha avuto la promozione e l'aumento di stipendio.

E' stato premiato per aver infangato un candidato della DC. Quindi non è un caso isolato, è un sistema mafioso che si è scoperto essere ancora attuale con il caso Palamara.

Il debito fatto da craxi è ridicolamente basso, e le tasse a quei tempi erano la metà di oggi. Quelli venuti dopo hanno aumentato le tasse e il debito contemporaneamente. Quindi la matematica dice che Craxi era molto più onesto e molto più utile all'Italia rispetto ai mentecatti attuali (di entrambi gli schieramenti)

Aristarco

Ma cosa cavolo c'entra enzo tortora? Cioè perché uno è stato condannato ingiustamente allora lo sono tutti? Il tuo amico non è stato condannato una sola volta, ma parecchie.....hanno fatto ricorso pure a Strasburgo e hanno perso, quindi l'Europa ha fatto il golpe? Il debito enorme parte dalla gestione di quegli anni, ringrazia lui e i suoi amici di merende

Vae Victis

Enzo tortora fu ingiustamente incarcerato per 3 anni da un magistrato quindi dovresti capire che le sentenze non sono la verità. Soprattutto quelle fatte da un pool di magistrati del PD e sparate in TV 24h su 24 da un socio della P2.

Le tasse ai tempi di Craxi erano la metà di oggi, quindi se lui rubava 1, significa che oggi rubano 100. Visto che hanno smesso di rubare dovrebbero ridurre la tassazione ad un livello inferiore rispetto al 1990.
Io credo alla matematica e ai risultati concreti.
Non alle falsità pronunciate da golpisti e profittatori.

Aristarco

Cosa c'entra enzo tortora con quel ladro farabutto di craxi? Ti ripeto visto che lo ignori che il tuo amico fetente è stato condannato da decine di giudici (pure parecchio dopo all'uscita di di pietro dalla magistratura) e avrebbe ancora beccato ulteriori condanne se non fosse morto e quindi i reati estinti, fortunatamente una cosa buona l'ha fatta, andarsene in esilio...

PS pure i ricorsi a Strasburgo sono stati respinti con enormi pernacchie...

Vae Victis

In Italia non esiste la separazione delle carriere. Pubblico ministero e magistrato lavorano nello stesso edificio e organizzano insieme le cose.
Io non ho nessun amichetto.
Tu invece sei sicuramente parente di uno dei 400 mila politici italiani, altrimenti non si spiegherebbe il fatto che difendi l'indifendibile.

Aristarco

Meglio le faccine che l'ignoranza che si palesa...di pietro era il pubblico ministero, non ha mai condannato nessuno, il tuo amichetto ladro è stato condannato per diversi reati in 3 gradi di giudizio, da giudici differenti e non politici e ha continuato a beccare condanne pure con di pietro fuori dalla magistratura, adesso dopo oltre vent'anni dalle ultime condanne, questo revisionismo storico risulta stucchevole e pieno di fregnacce ampiamente smentite

Vae Victis

Magari scrivi in italiano e non in dialetto, visto che siamo nel 2021 su un media nazionale.

Vae Victis

I libri di storia scritti dagli infami dicono altro.
Ma tra 200 anni ci sarà scritta la verità.

Aristarco
Vae Victis

Quello del 1992 è un golpe. Non un golpe militare, ma un golpe di magistrati+media (PD+P2) da cui nessun politico può difendersi (a meno che non possieda anche lui un impero mediatico). Quindi la democrazia è stata violata.

Subito dopo il golpe hanno rubato tutto quello che si poteva rubare, hanno privatizzato tutto (oggi privatizzano Open Fiber) e si sono intascati i soldi.
Di Pietro ministro delle infrastrutture, dopo l'incarico fu nominato dirigente di un autostrada. E suo figlioè dirigente di una azienda che prendeva appalti pubblici quando lui era ministro.
Che coincidenze...che brava gente..

Vae Victis

Non stento a crederlo visto che Amazon, Netflix, Apple...versano una miseria rispetto a quanto incassano.

Quando c'era Craxi le tasse erano la metà rispetto ad oggi. Molte tasse odierne nemmeno esistevano. Quindi la matematica dice che Craxi era il doppio più onesto rispetto a quelli attuali. I magistrati e i media si sono uniti per farlo fuori. Hanno fatto un golpe e poi hanno rubato tutto quello che si poteva rubare. Hanno venduto persino la rete telefonica nazionale...e ora vendono Open Fiber.Banchettano alla grande!

gianluca magnani

bravo e me che me frega mio figlio lavora in italia e all anno ne guadagna 150 000

gianluca magnani

la prenda usata di 3 anni

gianluca magnani

ma lei quanti km fa al giorno se ne fa più di 200 di autostrada si prenda un auto a benzina io ne faccio 60 al giorno su strada normale e mi va bene l elettrica inoltre ho il garage la carico di notte ma io dico dove sta il problema

gianluca magnani

le dimezzeranno quando gli italiani impareranno a pagarle le ricordo che abbiamo un evasione da120 miliardi

Aristarco

attenzione che nessuno ha fatto golpe negli ultimi 70 e passa anni in italia...inoltre craxi è stato condannato, e chi l'ha condannato non è stato né di pietro e né grillo....

ivanpsp
Luca

Ditemi una sola ragione per spendere dai trentaseimilaeuro in su per avere un'auto che, se va bene mi fa 300 Km. Le piccole (vedi smart) poi...non ne parliamo.
Mi fate un retrofit a 3/4 mila erurozzi per la mia vecchia carretta?
Mettete le colonnine in tutti i distributori di metano, ad esempio e in tuti i distributori di benzina?
Mi date la possibilità di cambiare il pacco batterie in 3 minuti invece di farmi aspettare ore per la ricarica?
Siamo seri.....

Vittorio

Al momento non lo trovo, era uno studio che faceva il sunto di articoli scientifici peer reviewed sul tema. I risultati erano riportati sul sole 24 ore di qualche settima fa (poco prima di Natale).
Se lo ritrovo e c'è la versione web te lo linko.

an-cic

no, quello che dici non ha senso perchè se metto un pacco batterie nuove (e da come dici tu lo fanno con grandissima frequenza) all'aumentare del chilometraggio dovresti vedere molti puntini al 100% ed invece non se ne vedono, segno che il degrado si riferisce al pacco originale

DeepEye

Si, questo grafico e altri simili ne ho visti fino alla morte. C'è però da fare un osservazione. Ogni qual volta sostituiscono una batteria, il software dell'auto viene resettato? Riparte a contare da zero? Cioè, se a metà vita inserisco un pacco con celle nuove, vado a falsare notevolmente la curva del deterioramento. Capisci cosa voglio dire?

Oltre al fatto che ormai non è tanto la percorrenza a deteriorare le batterie, quanto l'età.

an-cic

seguo anche io molto da vicino il mondo delle elettriche e ti ripeto che ad oggi quello che dici non mi risulta sia affatto la norma. se hai qualche dato che lo dimostra ok, altrimenti è la solita bufala senza senso... io ho questo che sostiene la mia tesi, tu?

https://uploads.disquscdn.c...

DeepEye

Seguo il mondo dell'auto, elettriche o meno. E' assolutamente comune avere la batteria sostituita nella Tesla, se ne legge costantemente. E anche le loro auto usate spesso hanno nella 'history' la batteria sostituita. Non mi risulta che un qualsiasi marchio generalista sostituisca motori con una tale frequenza. Non esistono statistiche ufficiali su quanto spesso loro sostituiscano le batterie, non sono mica sc3mi a rilasciare dichiarazioni simili.

Ma non mi sembra nulla di strano, mi pare una cosa abbastanza normale, cosa c'è da stupirsi, visto come vanno le batterie sulla totalità degli altri prodotti che non sono le auto?

Nessuno ha detto che l'auto è das buttare a fine garanzia. Ma al di là di questo, dopo 10 anni un auto normale con basso kilometraggio è usabile come il primo giorno uscita dal concessionaria. Un elettrica non lo è, se pur con una batteria a 80% (che non è il 100%, converrai con me).

an-cic

premesso che non mi risulta affatto che tesla debba cambiare le batterie alle proprie auto con grande frequenza (ma se hai dati che mi sono perso mi interesserebbe molto vederli) resta il fatto che dopo 8 anni o 160.000km la batteria della tua auto deve avere almeno l'80% della capacità e quindi non è da cambiare... è l'associazione fine della garanzia=da buttare che non ha senso

DeepEye

Un motore non è una batteria però. Le garanzie sulle batterie automotive sono cosi estese perche altrimenti non ne venderebbero una: man mano che iniziano a mollare, la gente farebbe class action. Basta vedere Tesla quante batterie ha sostituito in garanzia: non è raro trovare auto alla seconda o terza batterie. La fortuna loro è che possono riciclare le batterie smontandole, cosa che non puoi fare con un motore. Diciamo che se fossero i motori a crepare con una tale frequenza, una casa normale avrebbe già chiuso.

an-cic

le batterie sono garantite 8 anni/160k km per una capacità dell'80%, non significa che dopo quel termine le batterie sono da cambiare. il motore di un auto termica è garantito per 2 anni, non mi risulta che le auto il terzo anno debbano cambiare il motore...

marco

è un'icona. se pensi che vada stravolta di design e marketing capisci ben poco. :)

Maxatar

Forse non lo ha capito mentre lo ha scritto.

Maxatar

Prezzi quasi tutti scandalosamente alti, tanto da far passare la Model 3 quasi per un'auto a buon mercato.

Antonino C

Una domanda: premettendo
- il prezzo che può essere accessibile o meno a una persona quindi è questione di disponibilità economica personale/familiare;
- la situazione che in moltissimi punti di italia le colonnine sono un miraggio (vedesi zone di provincia e sud Italia) e quindi per ricaricare o devi avere un garage (e la stragrande delle persone non ha), o abitare in città grandi rifornite di colonnine, o avere la fortuna di avere una colonnina nel tragitto che fai abitualmente (anche se non è la situazione ottimale)
- al fatto che l'autonomia è relativamente bassa e quindi, oltre al tragitto casa-lavoro o muoversi in città, l'uso dell elettrica non dico che sia impossibile ma abbastanza complicato
La domanda è: le batterie che vengono garantite 8 anni e 160000 km più o meno (qualche differenza minima di casa in casa c'è però è più o meno questa la durata) cosa si fa? Cioè io compro un auto da 30000 euro se non di più (mi sono tenuto basso come prezzo e tralasciamo gli incentivi che sono aiuti momentanei e sicuramente non saranno per tutti), spendo questa cifra che è una cifra importante io voglio avere una auto che mi duri nel tempo cioè almeno 15 anni e 250000 km. Dopo 8 anni/160000 io mi ritrovo con una batteria che devo sostituire e mi costa quanto? 5000, 7000 euro? Cioè è una spesa che tutti possono affrontare? Sicuramente ci saranno persone che risponderanno:"si ma la tecnologia tra 8 anni abbasserà il costo delle batterie o altro" e può essere che hanno ragione. Però lo mettereste per iscritto? E se succede qualcosa che non fa abbassare più di tanto il costo delle batterie una persona che fa? E mettiamo un altro punto: le batterie sono batterie e ogni ciclo di ricarica l autonomia si abbassa leggermente. Proprio come per esempio quella degli smartphone: all'inizio la batteria di dura 1 giorno interno, dopo 2 anni ti dura 6 ore. Quindi per esempio avendo un auto con autonomia di 250 km, dopo 4/5 anni mi ritrovo un auto che ha una autonomia di 150/170 km (i numeri non sono calcolati bene ma sono per dare un esempio) e l abbassamento dell autonomia è previsto dalle case. Quindi cerco chiarimenti in merito a questi due punti (costo batterie e diminuzione autonomia) e magari persone che ne sanno più di me possono spiegarmi meglio. E inoltre con questo post volevo aprire una discussione con voi del forum su cosa ne pensate (fermo restando che ognuno ha le sue opinioni e nessuno ha ragione o torto)

Antonino Calapristi

Una domanda: premettendo
- il prezzo che può essere accessibile o meno a una persona quindi è questione di disponibilità economica personale/familiare;
- la situazione che in moltissimi punti di italia le colonnine sono un miraggio (vedesi zone di provincia e sud Italia) e quindi per ricaricare o devi avere un garage (e la stragrande delle persone non ha), o abitare in città grandi rifornite di colonnine, o avere la fortuna di avere una colonnina nel tragitto che fai abitualmente (anche se non è la situazione ottimale)
- al fatto che l'autonomia è relativamente bassa e quindi, oltre al tragitto casa-lavoro o muoversi in città, l'uso dell elettrica non dico che sia impossibile ma abbastanza complicato
La domanda è: le batterie che vengono garantite 8 anni e 160000 km più o meno (qualche differenza minima di casa in casa c'è però è più o meno questa la durata) cosa si fa? Cioè io compro un auto da 30000 euro se non di più (mi sono tenuto basso come prezzo e tralasciamo gli incentivi che sono aiuti momentanei e sicuramente non saranno per tutti), spendo questa cifra che è una cifra importante io voglio avere una auto che mi duri nel tempo cioè almeno 15 anni e 250000 km. Dopo 8 anni/160000 io mi ritrovo con una batteria che devo sostituire e mi costa quanto? 5000, 7000 euro? Cioè è una spesa che tutti possono affrontare? Sicuramente ci saranno persone che risponderanno:"si ma la tecnologia tra 8 anni abbasserà il costo delle batterie o altro" e può essere che hanno ragione. Però lo mettereste per iscritto? E se succede qualcosa che non fa abbassare più di tanto il costo delle batterie una persona che fa? E mettiamo un altro punto: le batterie sono batterie e ogni ciclo di ricarica l autonomia si abbassa leggermente. Proprio come per esempio quella degli smartphone: all'inizio la batteria di dura 1 giorno interno, dopo 2 anni ti dura 6 ore. Quindi per esempio avendo un auto con autonomia di 250 km, dopo 4/5 anni mi ritrovo un auto che ha una autonomia di 150/170 km (i numeri non sono calcolati bene ma sono per dare un esempio) e l abbassamento dell autonomia è previsto dalle case. Quindi cerco chiarimenti in merito a questi due punti (costo batterie e diminuzione autonomia) e magari persone che ne sanno più di me possono spiegarmi meglio. E inoltre con questo post volevo aprire una discussione con voi del forum su cosa ne pensate (fermo restando che ognuno ha le sue opinioni e nessuno ha ragione o torto). Grazie

SalsizzArroustut

Non so se vanno a 90°, ma di sicuro in autostrada sopra i 90 km/h quelle "fantastiche" autonomie di 400km le vedi col binocolo...

reft32

le restrizioni arriveranno , solo questione di poco tempo.

reft32

hai gusti strani se non riesci a vedere auto belle oltre la 500 eh...io poi la 500 non l'ho mai ritenuta bella...sara solita nostalgia per i piu anziani, troppe linee dolci e arrotondate per me

reft32

boomer e una sciochezza e basta

Nukata

Sempre comprato auto a benzina.

Nukata

E per quale motivo? Sentiamo...

Nukata

Nooooo!!!! Davvero?
Ho appena comprato 2 divani da Poltrone % Sofa' :/

Nukata

Bella questa! :D

Nukata

Ma la devi tirare fuori tutte le volte?! :)

Paco

Ford facesse la focus elettrica, identica a quelle termiche che vende a vagonate, a un prezzo uguale al diesel e benzina, da operaio intendo, e 1allora a quel punto si crea finalmente equità e si vede l effetto mercato, se parti dalla mustang siamo sempre punto e a capo

Nukata

No no certo. Era solo per dire.

Hyundai Kona Electric 2021, arriva il restyling: tutte le novità | Video

Vado a fare il pieno di idrogeno in Svizzera e (forse) torno | Video

Nuova Skoda Octavia 2020: stupisce sotto tanti aspetti | Prova Wagon 2.0 TDI

MyMi: la recensione del cuscinetto anti abbandono che protegge i bambini | Video