Caro carburanti, Gdf: a gennaio 2.500 controlli. Rilevate 989 violazioni

31 Gennaio 2023 152

Torniamo a parlare del tema del caro carburanti che ha fatto molto discutere negli ultimi tempi. Il colonnello Alberto Nastasia, capo Ufficio tutela uscite e mercati del Comando generale della Guardia di finanza, nel corso di un'audizione presso la Commissione Attività produttive della Camera, ha fatto il punto della situazione sui controlli che la Guardia di finanza sta effettuando sul tema della trasparenza dei prezzi dei carburanti. Verifiche che dopo le nuove disposizioni del Governo sono state intensificate.

I CONTROLLI

Dunque, secondo quanto è stato raccontato, nel solo mese di gennaio 2023 la Guardia di finanza ha eseguito ben 2.518 interventi, rilevando diverse irregolarità.

Nel solo mese di gennaio sono stati eseguiti 2.518 interventi, contestando 989 violazioni alla disciplina prezzi, di cui 341 per mancata esposizione e/o difformità dei prezzi praticati rispetto a quelli indicati e 648 per omessa comunicazione al ministero.

Il colonnello ha poi aggiunto che nel corso del 2022 erano stati eseguiti 5.187 interventi in tema di trasparenza dei prezzi dei carburanti che avevano portato alla contestazione di 2.809 violazioni. Ma, come accennato in precedenza, a seguito delle nuove disposizioni del Governo, la Gdf ha intensificato il suo lavoro di controllo a gennaio.

Ma non è finita qui, perché durante l'audizione, il colonnello Alberto Nastasia ha raccontato pure che i controlli del 2022 hanno portato a quantificare in oltre 450 milioni di euro l'accisa evasa sui carburanti. Su accise e IVA, nello specifico, sono stati effettuati lo scorso anno 2.514 interventi, rilevando 1.084 violazioni e deferendo all'autorità giudiziaria competente 866 soggetti, di cui 15 tratti in arresto.


A seguito delle dichiarazioni del colonnello della Gdf sono arrivate le prime reazioni da parte delle associazioni dei consumatori. Per il Codacons, quanto accertato dimostra "come sia indispensabile garantire agli automobilisti maggiore trasparenza in fatto di prezzi alla pompa, e come serva incrementare le sanzioni verso i benzinai scorretti perché quelle attualmente in vigore fanno il solletico ai gestori e non rappresentano un adeguato deterrente".

Non troppo distante da questa posizione anche l'Unione dei Consumatori che commenta:

Il fatto che il 39,3% dei benzinai sia stato multato, nonostante a gennaio fossero sotto osservazione, attesta l'ampia diffusione delle irregolarità. Ecco perché rasenta il ridicolo che ora il Governo, invece di triplicarle, abbassi le multe per chi non comunica i prezzi al ministero o li espone difformi.

L'android più piccolo e potente? Samsung Galaxy S23, in offerta oggi da smartapp a 594 euro oppure da eBay a 661 euro.

152

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Disqutente

Ma quindi ci sono gestori che vendono tranquillamente in nero il carburante alla pompa?
Mi pareva strano poichè dovrebbe essere relativamente facile capire che non puoi vendere 100 litri se ne acquisti solo 80.

Vae Victis

L'acquirente finale è sempre consapevole di ciò che acquista in nero, e ne riceve un forte sconto.
I pagamenti sono elettronici, semplicemente vengono mandati su un conto diverso da quello in cui dovrebbero finire.

Ti ho risposto non so cosa stia moderando la redazione, anzi se usa la gentilezza di spiegare cosa c’è da moderare in un post così mah..
https://uploads.disquscdn.c...

Paolo Cocci

Anche io non ho li stipendio medio da impiegato statale, ma di certo non sono milionario. La macchina la puoi prendere in leasing e scaricare e le case ereditarle (oppure averle pagate nei decenni passati in nero). Storicamente non ho mai sentito nessuno ambire a fare il benzinaio perchè si fanno i soldi, ma magari sbaglio.

M3r71n0

Ma questa classificazione è mia.
Ognuno si fà la propria...

Lo dici tu. Io conosco due gestori di stazioni rifornimento ed entrambi se la passano abbastanza bene. Non saranno plurimilionari ma di certo non hanno gli stipendi medi degli impiegati statali. Per potersi mantenere auto da 70 mila euro e più di una casa.. e due dipendenti a stazione … in entrambi in casi

Paolo Cocci

Possiamo anche parlare dei proprietari della pompa, che storicamente non sono dei ricconi.

Ma tu parli dei benzinai dipendenti quelli che ti fanno la benzina o dei gestori proprietari della stazione? Perché i secondi in realtà se in buona posizione i soldi li fanno e anche bene

Andrej Peribar

Ci sono alcuni interventi che non sono strutturati.
Semplicemente.
È spesso iniziano con "chissà come mai"

"Chissà come mai" sottenderebbe una verità palese che tutti sanno e che dovrebbe implicare "ci siamo capiti" "non serve aggiungere altro" "non fatemelo dire".

Ma in realtà spesso non sono espressione di nulla.

Se si sa il perché del "chissà come mai" che lo si dica per discutere, altrimenti si fa meglio ad evitare.

Ti faccio un esempio.
"Chissà come mai non ha replicato"

;)

Disqutente

E' un peccato Luigi che tu non sia più intervenuto.
Soprattutto dopo la considerazione di Andrej Peribar .
Personalmente mi resta il dubbio che tu stesso ti sia reso conto di aver espresso un commento senza prima rifletterci abbastanza.

Disqutente

Capisco: va mantenuto il punto anche se in effetti la logica direbbe altro ;-)

pol206

Non eri tu a giustificare, ma altri dirottano l'attenzione ( oggetto di questo articolo ) dal 1% al "tanto ci sono altri 26 miliardi".
Per il discorso di usare risorse per "solo" 1% ti do ragione, ma meglio lì che nulla. Come dicevo all'inizio: intanto spezzo il dito, poi per la luna vediamo.

Disqutente

Il punto è che se compra il carburante in nero come lo vende?

A rigor di logica non sono i benzinai a vendere quel carburante in nero. O forse qualcuno sa di qualche pompa di benzina che a fronte di uno sconto accetta solo pagamenti in contanti e dove ci si rifornisce da una pompa scollegata da controlli statali, contalitri ecc...?

Disqutente

Esatto. E funziona, anche se non mi spiego come riesca ad attecchire così facilmente fomentando la solita guerra tra poveri.
E hai notato che non si sente nessun utente mettere neppure in dubbio il ruolo delle compagnie petrolifere?

Disqutente

Guarda che non critica gli scioperi, lui sta criticando tutta la categoria che, a suo dire, pare essere detentrice di buona parte degli immobili italici prettamente locati in zone di villeggiatura estiva.
Si evince anche che ai benzinai non piace la montagna.

Kamgusta

benzinai non solo ladroni...
pure disonesti!

Disqutente

All'incirca sì, è poco meno del 40%.

Ma bisogna capire anche per cosa sono stati multati.
Perchè si parla di prezzi non comunicati telematicamente e di prezzi esposti non in maniera corretta. Non si accenna, sui controlli di Gennaio da cui scaturisce quel 40% di multati, ad evasione di accise. o truffe ai clienti sulla quantità erogata.
Non voglio scagionare nessuno, ma sono reati che trovo abbiano dei pesi differenti.

Inoltre tendo ad ipotizzare che la GdF non lavori a totale casaccio ma si rechi a controllare chi sa già lavori in modo poco trasparente, è quindi facilmente ipotizzabile che trovino percentuali alte di comportamenti poco corretti e non che il 40% dei benzinai lavori al di fuori della legge...

Andrej Peribar

Basta poco quindi.
Pensavo fosse una questione di principi.
Capisco allora perché il PD è reputato sinistra, dipende da dove si siedono.
Che dicono e fanno non ha valore. Buono a sapersi. :)

LeX

Tantopiù se rischi poco niente a livello penale.

Disqutente

Mi manca un pezzo sai: dove avrei giustificato l'evasione delle accise?

In realtà io cerco di ragionare razionalmente e non di pancia.
Se devo investire risorse per recuperare 450 milioni quando le stesse risorse le potrei dirottare allo scopo di recuperare i circa 26 miliardi di evasione IVA, mi chiedo onestamente se qualcuno sia davvero convinto che la priorità vada data sul fronte lotta all'evasione delle accise.

Detto ciò purtroppo mi tocca ribadire a scanso di equivoci che quell'errore dell'1% non è comunque un fattore totalmente trascurabile.

Teomondo@Scrofalo

Perché a maneggiare il miele ci si lecca le dita, è naturale.

M3r71n0

Nella camera e nel senato sono quelli seduti a destra, quindi...

Paolo Cocci

Ahahahah

Vae Victis

Un bonifico che parte da un conto Offshore e finisce in un altro conto Offshore non credo che necessiti di essere giustificato.

E come li giustifichi certi bonifici in uscita?

Vae Victis

No, macché contante. Servirebbe una scorta armata che gli costa più delle accise, per difendere importi così importanti.

I carichi di carburante si pagano con i bonifici.
Se c'è da pagare una parte di carburante che non viene fatturata mandano il bonifico in un paradiso fiscale.

Più che il chi interessa il come. Immagino grazie al contante, linfa vitale del mercato sommerso.

Vae Victis

Da una nave qualunque.
Non è che fanno trasporti in nero solo le navi portacontainer...

Vae Victis

Non era giusto avvantaggiare voi ricchi con la benzina a 1,7
Cit.

Vae Victis

Continua la propaganda di quelli che hanno aumentato le tasse ma non vogliono ammetterlo.

Vae Victis

Fanno benissimo a protestare, come fa bene qualunque lavoratore.
Il fatto che esistano persone che lavorano in nero (han scoperto l'acqua calda) non è certo una argomentazione per criticare gli scioperi.

Vae Victis

Compra il carburante da chi lo vende in nero.

Andrej Peribar

Nella top 500 di Forbes

Paolo Cocci

I famosi ricconi benzinai

Zødiac

Scusa, stiamo o non stiamo leggendo un articolo dove risulta che quasi metà dei benzinai controllati è stato multata? O è tipo un'allucinazione collettiva? No chiedo

Zødiac

Parlo con cognizione di causa perché ne conosco, l'esempio non era a caso

Chicco Bentivoglio

We ma i benzinai non sono tutti con il capitano?

Andrej Peribar

Io non voglio sembrare pessimista, ma saranno 30 anni che ci governano così.

a furor di popolo

Alex

quasi 1000 su 2500 controlli. Not bad. il 40%

T. P.

azz!!! ho letto si!!!

pol206

non puoi giustificare l'evasione per l'1% perchè c'è chi evade di più. Si sta parlando dei benzinai, 450 milioni sono stati evasi ( poco importa a quanto corrisponda in percentuale sul totale evaso ). Stanghi questi evasori e passi al prossimo, altrimenti non si inizia mai e si lascia sempre correre perchè c'è quello che evade di più.

Disqutente

Se fossero corretti i calcoli postati sopra dall'utente Andrej Peribar allora quel dito che vuoi spezzare si sarebbe macchiato nel 2022 di una evasione fiscale pari a circa 1% del totale generato dal settore vendite carburanti.

Se consideri che l'evasione dell' IVA in Italia è attorno al 20% (siamo incredibilmente "bravi in ciò) a fronte di una media Europea vicina al 10%.

A me i numeri indicano che tu vorresti iniziare rompendo quel dito che sarebbe percentualmente una tra le parti più sane.

Ma magari si sbagliano i calcoli e tutto sarà da rivedere, anche se per ora nessuno degli odiatori dei benzinai ha contestato nulla.

Disqutente

Guarda più leggo più capisco quanto sollevato dai benzinai che, in tutta onestà, pur condividendo i principi mi pare quasi troppo ritenere che "la gente" individuasse in loro gli speculatori da inseguire e condannare.
Davvero c'è gente molto brava che fomenta questa guerra tra "poveri" senza che moltissimi "poveri" riescano a percepirlo

Paolo Cocci

Seconde case al mare i benzinai? LOL mi sa che hai le idee un pelo confuse

Andrej Peribar

Concordo.

Bisogna abbandonare questi stereotipi di destra e sinistra, perché ci fanno litigare fra cittadini, ma noi siamo tutti cittadini italiani e non europei.

Il nemico è l’Europa, non la mafia o la lira.

Fammi dire non mi sembra proprio, nell'Italia di oggi non esiste più destra e sinistra, piuttosto esiste Giorgia, il capitano, Silvio il re tombale dalla parte degli italiani, i 5 stelle dalla parte del meridione, il PD dalla parte degli immigrati irregolari, rave, canne libere e persone che fanno fatica a identificarsi in un sesso preciso.

Andrej Peribar

Ridicoli a dir poco, e ridicoli chi li difende

e come dice untore .... grazie Giorgia

Andrej Peribar

informati meglio

Hyundai IONIQ 6: prova su strada. Ottimi consumi e tanto spazio | Video

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Euro 7 ufficiale: lo stringente standard in vigore per le auto da luglio 2025