Lussemburgo rivoluziona i trasporti: i mezzi pubblici diventano gratis per tutti

02 Marzo 2020 245

Il Lussemburgo non è certamente una nazione enorme, anzi, la sua popolazione raggiunge appena i 602.000 abitanti. Eppure, il Gran Ducato soffre di problemi di viabilità molto importanti. Tuttavia, questa criticità potrebbe essere presto risolta visto che dal primo marzo tutti i trasporti pubblici sono diventati gratuiti grazie all'attuazione di un progetto annunciato poco più di un anno fa. Trattasi di una vera e propria rivoluzione visto che le persone potranno usufruire di treni, autobus e tram in forma assolutamente gratuita.

L'obiettivo che c'è dietro questa scelta è molto chiaro. Il Governo auspica, infatti, che la possibilità di poter usufruire dei mezzi di trasporto pubblici gratuitamente possa spingere le persone ad utilizzarli per i loro spostamenti quotidiani mettendo da parte le auto. Una mossa che dovrebbe portare a diminuire la congestione delle strade e a far calare, contestualmente, l'inquinamento dell'aria.

Per comprendere il problema del Lussemburgo basta citare pochi dati. Nel 2016 si potevano contare ben 662 auto ogni 1.000 persone. Inoltre, secondo un rapporto del 2017, l'auto era il mezzo di trasporto preferenziale per i pendolari. Ancora, secondo un ulteriore rapporto, le persone che si muovono nelle principali città del Paese trascorrono mediamente 33 ore negli ingorghi. Insomma, il Lussemburgo ha effettivamente un grosso problema con il traffico nonostante le sue piccole dimensioni.

Il Governo locale, dunque, prova a rivoluzionare il sistema pubblico dei trasporti rendendolo gratuito, prima classe a parte, per favorire l'utilizzo di una mobilità alternativa. Un progetto che costerà alle casse locali oltre 40 milioni di euro. Sicuramente un'iniziativa molto interessante, fattibile anche in virtù del fatto che il Lussemburgo è un Paese piccolo. Se dovesse avere successo e portare davvero alla riduzione della congestione delle strade potrebbe essere presa da esempio anche da altri Paesi.

5G senza compromessi? Oppo Reno 4 Z, in offerta oggi da Overly a 224 euro oppure da Euronics a 292 euro.

245

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Philip

Ecco uffa e gne gne...ha proprio ragione ecco

ondaflex

li sanno spendere bene i soldi che sottraggono alla nostra fiscalità

Pablo Escodalbar

Probabilmente hai ragione pero' e' davvero triste sentire un signore consigliare ad un ragazzo di andarsene dal suo paese il prima possibile.
Significa che la gente non ha piu' la minima speranza di risollevare questa povera italia.

teo
TomTorino

Non confondere l'elusione ( a causa della corruzione politica e di chi li vota) con la sistematica distruzione del popolino con tasse che sfiorano il 70%, per tutti ormai. Da come rispondi sei giovane, e hai la grande fortuna di poter pianificare l'uscita dall'Italia con calma. Quando superi i 50 anni diventa difficile a causa dei legami familiari. Dovevo andarmene trenta anni fa, non fare il mio stesso errore.

Pinzatrice

Mi sono espresso male in effetti. Il "si devono vantare", voleva essere riferito a chi tanto li esalta, quando rendere gratis i trasporti pubblici in un qualunque Paese sarebbe praticamente impossibile.

Lucaa

E' chiaro quanto affermi, nonché "è vero" ma serve solamente a giustificare/spiegare ciò che LECITAMENTE, leggi LEGALMENTE attuano nel loro Paese.
Questo però è estremamente "scorretto" alla luce del periodo presente che viviamo in Europa.
Storicamente così come il Belgio, il Lussemburgo era distrutto economicamente dopo che le miniere avevano "esaurito la loro funzone": Paesi estremamente inquinati, disoccupazione e zero industrie attive, senza dimenticare "il debito" per altro mai estinto con le ex-colonie africane che rivendicavano (agonizzanti e ora morti e sepolti) il maltolto.
Ecco che gradatamente verso i '70 l'Europa si concretizza e la si vuole incastonare proprio qua, al "centro" depresso.
Francia "chiude un occhio" (si prende una bella fetta economica con Strasburgo) e Germania deve ancora "ubbidire" agli ultimi dettami post belllici degli anglo-americani.
(Germania e Francia "comandano" sempre... mentre il discorso inglese è differente ma, lasciamo perdere ora...)
Per far "rivivere" queste zone allora ci pensano i "VERI FONDATORI" dell'Europa... i... BANCHIERI e.... vorrai mica che non pensino e bene come far (s)fruttare il business?
Eccoti servito il Lussemburgo.
Lavori in Austria, Italia, Spagna, Francia e Germania.... ma abilmente apri 15 mq. di "ufficio" magari condiviso e zero impiegati e, "magicamente" gli utili li "tassi" lì... tassi per modo di dire perché se lavori a casa mia, "mangi" a casa mia... sporchi a casa mia... ti ammali a casa mia... va da sè... dovresti CONTRIBUIRE alle spese mentre invece porti in Lussemburgo il guadagno e lasci nulla dove hai lavorato.
(E questa è una esemplificazione... bada...te)
Pensa che appena OGGI, si sta' discutendo e mettendo in atto a fatica i primi passi (regolamentazioni) in Europa proprio perché è insostenibile oggi (anno 2020) che multinazionali (Amazon, Apple, Microsoft ma anche il buon Berlusconi... "Forza Italia..." ma va'?!) sfuggano dai Paesi dove producono reddito (e inquinamento) per andare a NON pagare le tasse in Lussemburgo e via di seguito.
E poi ci sono gli evasori (quelli che nemmeno producono "reddito") e sono tanti ma tanti, infatti la Germania ha una "task-force" (altro che GdF!) che sbatte in galera e "butta la chiave" a quella gente dal passaporto tedesco e sai dove li pesca al 90%?
In Lussemburgo, Jersey... ecc.
(Gli ex Paesi dell'est tipo Slovenija, Montenegro sono ormai "Mecca" di soldi davvero sporchi, sia chiaro... delinquenti specie mafiosetti grandi e piccoli che comunque non hanno a che vedere con "gli evasori" o le multinazionali: lì pullulano le Banche al 99% sotto "osservazione" proprio da Bruxelles... lì che la Guardia di Finanza praticamente non esiste e se c'è qualche poliziotto che vive con 800 euro al mese... si gira tranquillamente dall'altra parte, dove "il capo" è il Casinos/Stato...)
Non ce l'ho con "la gente", sia chiaro... ma per favore... non cerchiamo di fare finta di... oggi ripeto proprio l'Europa sta cercando di cambiare corso... anche con questi Paesi qua.
Altro che autobus gratis.
Buona giornata.

Lo stesso vale dove sono io, solo che non è grande quanto Berlino e immagino che il prezzo sia in base ai m^2 della città

redicic

l'ho scritto anche io sopra, ci sono oltre 100mila persone che per lavoro entrano la mettina ed escono la sera dal Lussemburgo che creano il tipico disagio da ora di punta ma per il resto non è che ci sian quel popo di traffico in città o in periferia, anzi

B!G Ph4Rm4

(scusa per il post lungo ma voglio spiegarmi bene)

Perchè nonostante quello che si pensi i profitti derivanti da questo tipo di concorrenza fiscale non sono così alti da poterci campare.
Basta notare poche cose:
1) paradiso fiscale vuol dire (non solo, ma è fondamentale) tasse bassissime, praticamente nulle. Per esempio vuol dire che se tu mi porti un miliardo e io te lo tasso all'1% (l'Irlanda ad Apple se non ricordo male applicò lo 0.125% di tasse), ci tiro fuori 10 milioni di euro. Se riesco a farlo con 1000 aziende sono 10 miliardi di euro, e mille azienda da un miliardo sono veramente tante. Ovviamente i miei sono conti puramente a spanne, ma è per dire che per far campare un paese avanzato di 60 milioni di persone come il nostro o la Francia, o chi ti pare, non basterebbero tutte le aziende di questo mondo. Per dire, il budget italiano (quanto spende lo stato italiano ogni anno, complessivamente) è di quasi 900 miliardi di euro.
Quindi in parole povere, hai dei vantaggi se sei un paese estremamente piccolo, e comunque il Lussemburgo è un paese ricchissimo per altri motivi.
Panama, che è forse il paradiso fiscale per eccellenza, ha un reddito pro-capite di 16 dollari l'anno. L'Italia 32 mila.

2) La decisione su quante tasse imporre la prende ogni stato ed ha la sovranità (ovviamente) di fare ciò e di decidere come preferisce di fare. Può cercare di attirare le aziende e gli investimenti investendo in tecnologia, scuola, università, sviluppo del capitale umano, in modo da creare un terreno fertile per gli imprenditori e l'innovazione tecnologica (chiediti perchè tutti i big dell'hi-tech e non solo aprono sedi, campus, centri di ricerca, ecc. in UK, Germania e paesi simili, e non in Italia, o in Grecia).
E questa è sicuramente la strada migliore.
C'è chi invece sceglie di fare concorrenza sui salari, tipo la Cina, ovviamente, ma non solo.
E c'è chi lo fa con le tasse, non per forza all'1%, ma anche al 10, al 15%. O chi fa un mix delle cose che ti ho scritto sopra.
Certo è che se sei un grande paese e vuoi mantenere sanità, scuola pubbliche, pensioni, le tasse al 10% te le sogni.

3) Come ti ho scritto sopra, negli Stati Uniti, le città, le contee e gli Stati federati si fanno da sempre una concorrenza fiscale spietata (se cerchi in merito trovi di tutto), ed è una cosa perfettamente normale che non fa strano a nessuno. Il Delaware è un paradiso fiscale vero e proprio, eppure non è stato invaso dai Marines per fargli alzare le tasse. E la California nonostante abbia le tasse alte è lo stato più sviluppato di tutti (forse del mondo) perchè ha puntato su quella che sopra ho definito "la strada migliore". E infatti i frutti si sono visti.
Su questo discorso se riesco a ritrovarli ti linko dei video che lo spiegano bene.

4) Si stima che in tutto il mondo, annualmente, i paradisi fiscali tolgano alle fiscalità dei vari paesi 160 miliardi di dollari. Di questi 32 solo agli Stati Uniti.
Ora non so se hai idea di quanto spenda mediamente uno stato avanzato in un anno. Il budget federale americano annuale è di 6000 (SEIMILA) miliardi di dollari. Per quanto i soldi non siano mai da buttare, 32 miliardi sono briciole.
Figurati globalmente di che cifre stiamo parlando.
Di certo con quei soldi, anche se li recuperi, non ci fai un granchè.
https://www.bostonglobe.com/ideas/2018/01/20/trillions-dollars-have-sloshed-into-offshore-tax-havens-here-how-get-back/2wQAzH5DGRw0mFH0YPqKZJ/story.html

Per il resto, possiamo anche decidere di dire "basta paradisi fiscali in Europa", non so se serva, non è quello il problema, ci sono economisti esperti che possono decidere. Per me possono fare tutte le proposte che vogliono, ma dire che il Lussemburgo o simili rubino soldi o facciano cose illegali è profondamente sbagliato.

Lucaa

Ma allora -discutendo pacatamente- questa "unione" prevede anche tutti gli "altri" in regime di semi-idiozia?
No, perché siamo noi ma anche la Spagna, la Francia, per dire... "idioti"?!

TLC 2.0

Roma è una giungla, non è una novità

Maledetto

E che curve

Ngamer

da noi sono gia gratis da molto tempo :P

Squak9000

soendi comunque soldi per incentivare l'acquisto delle automobili... quei soldi li investi pee intensificare il trasporto pubblico.

ice.man

credo che sia importantissimo anche come progetto pilota per il resto del mondo

Massi91

Ma voi che parlate siete mai stati in Lussemburgo? così per chiedere..
Parti dal presupposto che hanno le app per fare il biglietto sul pulman e OGNUNO che li utilizza fa il biglietto prima di salire (anche se ci mette mezzo secondo ad arrivare)!
Il mio amico italiano invece non lo fà a meno che vede i controllori

redicic

c'è però da aggiungere che il Lux è un paese "toccata e fuga" nel senso che ogni giorni oltre 120mila tra tedeschi olandesi e francesi vi si recano in auto per andare al lavoro e alla sera tornano indietro e questo crea delle code chilometriche ogni volta...per il resto in città non è che sia che casino girarla in auto, è piccola, l'unico neo sono le strade molto strette

B!G Ph4Rm4

Io non ho detto che il Lussemburgo non sia una specie di paradiso fiscale, dico che è una boiata dire che campano sulle nostre spalle e che sono ricchi per questo:
1) i paradisi fiscali che non siano micro-ex-colonie di qualche ricco stato Europeo hanno un reddito procapite da terzo mondo, quindi non basta essere un paradiso fiscale per essere ricchi
2) fanno tutto legalmente, è un tipo di concorrenza come lo è la concorrenza sui salari
3) non basta essere paradisi fiscali per vivere alla grande

Non ci rubano niente, hanno un sistema fiscale con imposte bassissime per attirare aziende e non solo, altri paesi molto più sviluppati puntano su altro e vanno alla grande lo stesso.

Massi91

Essendo stato in Lussemburgo e avendola usata come base per girare in francia, belgio e germania posso dire che hanno moltissimi transfrontalieri che ogni giorno fanno avanti indietro semplicemente perchè i prezzi delle case sono al limite della follia! Poi ho preso il bus in qualsiasi orario e non mi ricordavo di strade congestionate, anzi

Andre Santos

Prova a vedere il prezzo delle macchine

Lorenzomx

Pago €250 l'anno per avere la fermata della metro dove devo salire chiusa da dicembre, quella accanto raggiungibile a piedi con tutte le entrate chiuse tranne quella più lontana della fermata in questione (15/20 minuti a piedi). Ritardi e autobus che saltano una corsa su due senza il minimo problema. Controllori completamente assenti (e i pochi che ci sono vengono aggrediti, ma questa è colpa della gente incivile). Povera Roma, veramente

Lucaa

espresso(.)repubblica(.)it/plus/articoli/2019/07/11/news/multinazionali-in-paradiso-restando-in-europa-1.336587

The Evil Queen

Ahahahaha
In Italia, già con quello che costano sono dei vecchi scassoni ritardatari, figurati se fossero gratis...

Lucaa

Nessun "scarica barile".
Prova leggere, semmai:
italiaoggi(.)it/news/per-il-20-dei-paperoni-tedeschi-il-lussemburgo-continua-a-essere-un-paradiso-fiscale-201905211052356110

B!G Ph4Rm4

Infatti i Panamensi e simili sono i cittadini col più alto PIL pro capite al mondo :D

Pablo Escodalbar

Ahahahaha :)))

B!G Ph4Rm4

Questa è una boiata, la concorrenza fiscale esiste da molte parti e nessuno fa la guerra a nessuno.
Negli USA che tu citi le città, le contee e gli stati si fanno la guerra/concorrenza fiscale da sempre e nessuno muore di fame.
Il Delaware ad esempio è in tutto e per tutto un paradiso fiscale, ma nessuno Stato lo vuole invadere.
La California è tutt'altro che un paradiso fiscale eppure è lo Stato più ricco degli USA ed uno dei più sviluppati al mondo (cosa che il Delaware non è).

Non scaricate sugli altri colpe che sono solo nostre.

Madfranck

sono ancora al bar.. scusami :D :D :D

Madfranck

ne anke io

Pablo Escodalbar

Gran bel pezzo di gnocca.

Pablo Escodalbar

Ma se ho pure usato le virgolette!

Madfranck

blogger prego. non confondiamo un laureato in giornalismo con un tizio qualsiasi.

Madfranck

bassezza mezza bellezza x le donne

Pablo Escodalbar

Ai "giornalisti" piace rendersi unici.

Pablo Escodalbar

Lei non era bassissima dai!
Per il resto siamo li'.

Madfranck

cicciolina?

Madfranck

trattasi di ignoranza giornalistica: anche se grammaticalmente corretto, suona comunque male. e non e' che lo deve ficcare da tutte le parti come se forse una firma.

Pablo Escodalbar

Un po' come quella politica romana che dice sempre "voglio far notare sommessamente..."
Vediamo se indovini chi e'?

Pablo Escodalbar

Io non o mai sopportato gli errori grammaticali.

Pablo Escodalbar

trattasi di una sua abitudine giornalistica.

Pablo Escodalbar

Allora fai un salto a Bologna per fare un confronto.

Pablo Escodalbar

BENEPERLORO

Pablo Escodalbar

Mi ricorda un po' l'Irlanda.

Pablo Escodalbar

Secondo me ti conviene tornare in Svezia! :P

Like a virgin

Bah a me l'europa piace e non tornerei mai indietro, solo che come gli usa hanno avuto i Panama Papars noi abbiamo le elusioni in Lussemburgo.. Le truffe son ovunque ma non per questo bisogna far finta di non vedere.

Pablo Escodalbar

La borra!

Pablo Escodalbar

Allora Berlusconi e' morto?!
Ma quando?!!

Account Anniversario

Esattamente.

Auto elettriche 2022: modelli in commercio e in uscita in Italia, prezzi e autonomia

Recensione Volkswagen ID.4 GTX: sportività "elettrizzante"

Italia, stop alla vendita delle auto endotermiche nel 2035

Arrival Van: furgone elettrico che cambia tutto. Tesla dei veicoli commerciali? | Video