Bosch: al CES 2019 con uno shuttle a guida autonoma e non solo

13 Dicembre 2018 16

Guida autonoma, elettrificazione, connettività: sono questi alcuni dei pilastri su cui si fonda l'attività di Bosch, l'azienda tedesca da sempre impegnata nel settore automotive. Ecco le novità che verranno presentate in anteprima al CES 2019, che si terrà a Las Vegas dall'8 all'11 gennaio.

BOSCH PRESENTA IL SUO SHUTTLE A GUIDA AUTONOMA

Un veicolo a guida autonoma, semplice nelle forme e generoso negli spazi e nei servizi a disposizione degli occupanti: è questa l'idea alla base del concept firmato Bosch. Nata principalmente per rispondere alle future richieste di servizi di ride sharing senza conducente, questa navetta può essere prenotata facilmente. Un algoritmo identifica il veicolo più vicino alla posizione richiesta e trova altri utenti che desiderano percorrere un percorso simile. Trattandosi di un veicolo per il ride sharing, più passeggeri ci sono, più economico (ed ecologico) è il viaggio per tutti.

Una volta che la navetta raggiunge il punto di raccolta richiesto, gli utenti utilizzano nuovamente i loro smartphone per identificarsi, grazie al servizio di accesso digitale Perfectly Keyless di Bosch. Il sistema riconosce lo smartphone del proprietario attraverso l'impronta digitale e apre il veicolo solo per lui, indicandogli il posto assegnato. Elettrico e autonomo, questo shuttle è in grado di trovare la stazione di ricarica più vicina grazie al sistema Convenience Charging, connesso alla rete di ricarica anche per quanto riguarda i pagamenti, che saranno automatizzati. La guida autonoma è assicurata dalla presenza di sensori radar, video e ultrasonici, sistemi di controllo della frenata e dello sterzo sviluppati in-house.

All'interno c'è spazio per quattro passeggeri (seduti uno di fronte all'altro) che possono impiegare il tempo godendosi lo spettacolo di un sistema di infotainment costituito da più schermi singoli che, all'occorrenza, possono sincronizzare il contenuto (per esempio se viaggia una famiglia che vuole guardarsi un film o un gruppo di colleghi che vogliono fare una conference call con il capo).

Grazie alla connessione Wi-Fi, gli smartphone si sincronizzano con il sistema di bordo, trasformandolo in un assistente personale in grado di fornire ai passeggeri raccomandazioni, servizio di prenotazione, informazioni sul meteo e consigli di viaggio. Il pagamento della corsa può essere effettuato in maniera totalmente digitale attraverso il servizio e-Payment di Bosch.

Una volta scesi i passeggeri, la tecnologia Bosch prosegue nelle operazioni di logistica: il sistema di telecamere controlla se qualcuno ha dimenticato il telefono o la borsetta. Le telecamere possono anche rilevare se la navetta ha bisogno di essere pulita, chiamando la società preposta. Grazie al cloud, infine, i gestori delle flotte potranno tenere sempre sotto controllo i propri veicoli.

LE SOLUZIONI PER LA MOBILITA' DEL FUTURO

Il già citato Convenience Charging sarà presente in un veicolo dimostrativo basato su Audi A3 e-tron. In pratica, il sistema monitora l'autonomia residua delle vetture ibride plug-in o elettriche, segnalando esattamente il punto (o il momento) in cui la batteria si esaurirà e proponendo indicazioni per trovare il punto di ricarica più vicino. Il servizio si serve di una pianificazione avanzata del percorso per determinare le opportunità di ricarica in base alle preferenze personali del conducente. In futuro, i conducenti di auto elettriche potranno ordinare cibo per la consegna direttamente al punto di addebito prenotato, in modo da poter sfruttare al meglio il tempo di ricarica.

A livello di sicurezza, attualmente Bosch sta lavorando su quello che viene definito "orizzonte elettronico", ovvero il limite massimo visibile dai sistemi di scansione e visione montati sulle vetture a guida autonoma. Oltre alle informazioni su classificazioni stradali, curve e profili verticali, fornirà sistemi di veicoli e di navigazione con geometrie per ogni corsia di traffico e dati infrastrutturali con oggetti 3D. Questo aiuterà i veicoli automatici a determinare la loro posizione precisa all'interno della corsia.


Infine, sempre a proposito di guida autonoma, Bosch ha recentemente annunciato che San José (in California) diventerà la città pilota per un servizio di ridesharing automatizzato sviluppato a quattro mani da Bosch e Daimler. Mercedes-Benz Classe S a guida autonoma circoleranno nell'area di prova tra Downtown e West San José. L'obiettivo è portare questi servizi sul mercato entro l'inizio del prossimo decennio.

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 238 euro oppure da Amazon a 296 euro.

16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Riccardo MG Ferrari

Mermec?

tommaso

si ma non siamo in 4

Legend94

Spese in R&D

Cave Johnson

Se prendi la metropolitana, l'autobus, una navetta, il tram, l'aereo, ecc... non sei comunque in mezzo a sconosciuti?

tommaso

con gli altri passeggeri e con l'autista... ah no, non c'è! ahahah

Cave Johnson

Con chi?

tommaso

se si è in confidenza certo!

Cave Johnson

Io li trovo un'idea geniale.

tommaso

tutelano molto bene anche la privacy del singolo questi bus a guida autonoma... -.-

Eros Nardi

Mi immagino la scena dove viene fatto il blocco stradale e fermano solo un'auto perché è connessa in Cloud e avvisa le altre della strada impraticabile..

Cave Johnson

Chissà, magari con questo torniamo sulla Luna.

AC MILAN

ti quoto al 100%

Pip

A confronto col Giappone, in Germania non hanno ancora scoperto il fuoco...
Al massimo noi italiani abbiamo capacità e conoscenze paragonabili, ma noi ci fermiamo appunto alle conoscenze, non applichiamo un caxxo di quello che sappiamo.
Basti pensare che il Giappone, che in fatto di ferrovie non ha da imparare da nessuno, ha acquistato un sistema di analisi italiano perché era superiore ai loro...

turion17

Cosa intendi per "livello tecnologico"?

Francesco Romani

Appena arriva in italia, ho paura che tassisti faranno qualche protesta

Legend94

Ma come mai la germania che praticamente ha lo stesso livello tecnologico del giappone, non è presente in modo massiccio nell'elettronica di consumo?

Auto

Citroen Ami è piccolissima, elettrica e si guida a 14 anni: la nostra prova | Video

Auto

Vado a fare il pieno di idrogeno in Svizzera e (forse) torno | Live con Hyundai Nexo

Elettriche

Recensione Xiaomi Mi Scooter Essential: piccolo, economico e meno stradale

HDBlog.it

Amazon sorprende: Telecamera drone, Fire TV, nuovi Echo, Ring Car e Eero 6