Tutor di nuovo attivi in autostrada: ecco le tratte interessate

27 Luglio 2018 248

Appena in tempo per l'esodo estivo, da oggi tornano in funzione i sistemi di rilevazione di velocità media su tratti gestiti da Autostrade per l'Italia. Il nome dei nuovi "Tutor" è SICVe-PM, ma le differenze con il sistema per il quale, lo scorso aprile, la Corte d'Appello di Roma aveva stabilito la violazione del brevetto da parte di Autostrade per l'Italia nei confronti dell'azienda Craft (che ne detiene la paternità) non sono poi molte.

Inizialmente installati su 22 tratte autostradali (elencate qui sotto), gli SICVe-PM calcolano la velocità media dei veicoli in transito in un determinato segmento di asfalto, lungo tra i 10 e i 25 km. Viene dunque ammesso un momentaneo superamento della velocità massima stabilita dal Codice della strada, l'importante è che la velocità media - rilevata in entrata e in uscita dalle telecamere installate sui supporti dei tabelloni o sui cavalcavia - non superi del 5% il limite imposto.

Come un Tutor, ma più efficace

Il SICVe-PM (Sistema Informativo per il Controllo della Velocità con tecnologia PlateMatching) non solo riconosce la targa dei veicoli (come accadeva con il Tutor) ma a questa informazione aggiunge anche altri dati, come quelli relativi alla tipologia del veicolo. Rientrano nella rilevazione anche scritte e adesivi, "segni particolari" che contribuiscono a rendere quasi del tutto infallibile il riconoscimento del mezzo per il quale si sospetta un'infrazione.

Secondo Autostrade per l’Italia, i Tutor hanno "ridotto del 70% il numero dei morti sulla rete autostradale, grazie ad una diminuzione del 25% della velocità di picco e del 15% di quella media".

Le tratte interessate
  • Reggio Emilia-Campegine e Campegine-Parma
  • Albisola-Celle Ligure e Celle Ligure-Albisola
  • Valle del Rubicone-Cesena
  • Faenza-Forlì
  • Cesena-Valle del Rubicone e Valle del Rubicone-Rimini nord
  • Firenzuola-Badia e Badia-Fiorenzuola
  • All. Dir. Roma nord-Ponzano Romano
  • Ponzano Romano-Magliano Sabina
  • Magliano Sabina-Orte
  • San Vittore-Cassino
  • Cassino-Pontecorvo
  • Colleferro-Valmontone
  • All. Dir. Roma sud-Colleferro
  • San Vittore-Caianello
  • Baiano-Avellino ovest
  • Avellino ovest-Baiano
  • Sarno-Palma Campania
  • Allacciamento A1/A30-Nola

248

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Idkfa

contento tu di far brutto con dei fari.. io ho di meglio nella vita che disturbare la guida degli altri

Alla ricerca del tempo perduto

se becchi me con gli abbaglianti a LED ti mando dall'oftalmologo per un mese

Alla ricerca del tempo perduto

sposami!

Alla ricerca del tempo perduto

no, quelli sono i Vergilius

charlie

Ci sono ci sono...li hanno montati nel ultimo anno

MarcoP

Ahahah ho beccato l’utente sbagliato! Comunque concordo pienamente con te

fire_RS

Al sud no problem ;)

a'ndre 'ci

"se e libero e visibilità ottima a 150 non c'è alcun rischio se non gli stessi dei 130"

NO.
tempi di frenata più lunghi, tempi di reazione peggiori.

a'ndre 'ci

e peggiori

Stefano

sicuro? mai visti velox su quella tratta...

cul8

Il vero problema di questi sistemi, sono gli idioti che inchiodano in loro prossimità...

A14 nulla, ottimo

TheAlabek

Secondo me le tasse di possesso sono una stronsata, fai tu

LowRangeMan

Anche io me ne sono accorto con Wazae la prima volta.

So di per certo che tutte le Focus con Sync 3 e CC funzionano allo stesso modo. nuova Fiesta, nuovo Ecoboost, nuova Mustang.

Anche le Peugeot hanno una precisione quasi spaccata, così come le Toyota e le Renault con cockpit elettronico.

Le Audi invece, quelle con cruscotto digitale, sonno effettivamente meno precise, ma parliamo di un 2-3 KMh in più.

Tony Musone

Non so che dirti, teoricamente sarebbe da considerarsi starato ma ho dato un'occhiata online e sembrerebbe che in alcune prove, alcune auto recenti mostrassero la velocità reale. Ma, che io sappia, la direttiva europea così come la legge italiana non sono state abrogate, quindi sarebbero da considerarsi in difetto.

Quindi se così fosse io non mi fiderei mai, se non altro perchè, non ricevendo segnali GPS, potrebbe pure mostrarmi meno della reale velocità.

Ora, per quanto mi riguarda, l'ultima volta che (parecchi mesi fa) ho controllato sulla mia auto del 2015 con Cruise Control, a 60 km/h reali segnava 9-10 km/h in più. Mi capita anche di noleggiarle ma non ci ho mai fatto caso, perchè tendenzialmente uso Waze e per comodità la velocità la controllo sull'app.

LowRangeMan

E' starata allora, e anche di brutto... Ma io noto un comportamento immensamente simile anche su altre auto dotate di cruise control...

LowRangeMan
MarcoP
Tony Musone

Il senso è quello di far ridurre la velocità non multare. Quindi disseminare le strade di cartelli in cui si avvisa dei controlli ha un effetto deterrente, indipendentemente se l'autovelox sia in funzione o meno.

Riguardo i limiti di velocità, non capisco perchè volerli aumentare, considerando che siamo già uno di quei Paesi dove non è particolarmente sicuro guidare e in cui la sola velocità è responsabile del 10% d'incidenti, in più i limiti sono più o meno uguali in tutto il mondo, anzi altrove sono anche più bassi.

Piuttosto dovrebbero essere armonizzati, ci sono troppi cartelli e in pochi km si alternano troppi limiti di velocità, diversi l'uno dall'altro.

Tony Musone

In realtà, qualche anno fa la Cassazione stabilì che non erano illegali quegli strumenti che erano solo in grado di segnalare la posizione di autovelox e tutor, senza essere in grado di stabilire se fossero o meno in funzione e capaci disturbare il rilevamento della velocità. Come per esempio Coyote, il quale è perfettamente legale in Italia ed in molti altri Paesi europei ma vietato in Svizzera e Austria (e forse pure altrove)

E i Tutor potevano (o possono) essere anche utilizzati come autovelox ed i cartelli potevano anche non specificarlo.

Tony Musone
Federico

Sugli autovelox hai indubbiamente ragione quanto alla segnalazione (comunque è illegale avere a bordo un dispositivo adatto a ricevere la segnalazione); per i tutor invece è del tutto indifferente perchè non rilevano la velocità in un singolo punto ma per un'intera tratta.

Maxim Castelli

Stai parlando di due entità diverse. Un essere supremo, e le religioni che non fanno ciò che dice lui.

DarkVenu

Nel mio caso non sono nessuno dei due.

Max

Su quelli vecchi era così. Su questi nuovi onestamente lo ignoro

LowRangeMan

La legge è pesantemente ambigua, nel senso che:

- La velocità indicata non deve essere superiore alla velocità effettiva + 10% + 4 km h.

- La velocità rilevata non deve mai essere inferiore a quella effettiva.

Queste due affermazioni lasciamo molto a desiderare.

Questo significa che a 100 allora il tachimetro deve indicare da 100 a 114, ma non meno di 100 e non più di 114.

Sulla mia Fiesta 2018, ad esempio, con la lancetta sui 50 va a 48..

LowRangeMan

Non frega nulla degli inquinanti in Italia, perché in UK ad esempio funziona così, ed esiste, se non sbaglio , anche una categoria di citycar a bassissimo impatto che pagano quasi zero.

Il pagare in base ai cavalli è una stupidaggine colossale.

Ci sono auto con 150/200 CV che sono assolutamente alla portata di tutti, soprattutto usate.

Una Mustang, ad esempio.

Serve solo ad uccidere il mercato delle sportive, così come la tassa sulle barche è servita a buttar via una varcata di soldo

Tk Desimon
LowRangeMan

Non sono d'accordo, perché va a pagare tanto chi usa tanto l'auto per necessità. E di solito chi viaggia tanto non ha di certo una smart, ma magari una grande berlina o suv.

Secondo me il bollo auto dovrebbe essere un'imposta di possesso fissa minima con una parte variabile data dall'inquinamento.

Tk Desimon
Tk Desimon

Certo che no, però serve essere in grado di gestire un veicolo, senza fare idiozie, senza creare problemi agli altri.

Tk Desimon

Lo dico io, Signor dice.
Ma sono felice di essere smentito con delle prove.

goghicche

Mi sembra che in Francia non si paghi, comunque "metterlo" nei carburanti renderebbe più equo il principio di chi più inquina più paga.

Pablo Bonsignori

Secondo me tutor ed autovelox non dovrebbero essere nemmeno segnalati, altrimenti perdono di senso.

Però a condizione che vengano alzate le velocità massime consentite. Io abito in campagna e devo percorrere strade piene di curve in cui la velocità è 30. Inutile dirvi che nessuno sta sotto i 50 a parte qualche anziano, lì la velocità giusta sarebbe 60, data la totale mancanza di marciapiedi con relative strisce pedonali, quindi pedoni e aree di sosta. Ci sono solo poche strade secondarie che si immettono, ma con l'obbligo di dare precedenza. 60 km/h sono sufficienti per garantire la sicurezza.

Dovrebbero anche alzare il limite di velocità da 90 a 110, da 110 a 130 e da 130 a 150.

Maxim Castelli

Si tratta di rispetto per D1o.

Quello che nessuno dice

E se fosse una ca gata che si dica lo sia il cd? Riflettici

Ikaro

Be è ovvio che se c'è traffico o meteo avverso te, automobilistica, abbassi la velocità... Cavoli ma vi si deve anche imboccare...

Quello che nessuno dice

Se lo dice Lei, signor desimon

Tk Desimon
Quello che nessuno dice

Queste son le cose che dicono i poveracci. Oppure i miliardari. Immagino non siate i secondi

Quello che nessuno dice

Parlamento subito allora! Basta commentare qua

Quello che nessuno dice

Sì, va bene. Come no, bravo

Quello che nessuno dice

Perché infatti dite caz zate. È solo propensione alle alte velocità. Per la patente non serve essere piloti

Quello che nessuno dice

Brutto lavoro

Quello che nessuno dice

Ma vai in parlamento, no? E comunque il bollo è una tassa di proprietà. Non frega nulla degli inquinanti, ma di quanti soldi hai speso per quei cavalli e quindi della tassa lusso o meno che paghi

Quello che nessuno dice

1000€? Facciamo 1000 miliardi no? Così debito pubblico risanato in 20 secondi. -. -

Ma poi se almeno ti diverti con sti fari, che problema c'è? A parte che io mi metterei in terza o nelle altre libere ed andrei lì se è vero che quelle a sinistra sono davvero sempre occupate e quelle a destra sempre libere

Tony Musone

Mmm... Dubito sai. Perchè per legge i tachimetri devono avere una tolleranza del 10% + 4 km/h (8km/h nel caso delle due ruote)

Quello che nessuno dice

Lo Stato riuscirebbe a riciclare altri soldi almeno. Esattamente come ha riciclato mentre metteva questi sapendo da 10 anni che sarebbero stati illeciti

LowRangeMan

140 di tachimetro e sei tranquillo. Reale sei sus 135.

Occhio perché se hai un'auto proprio nuova, tipo le Ford e Toyota progettate dopo il 2017, il tachimetro invece segna precisamente la velocità.

LowRangeMan

Esistono dei sistemi che eludevano (o eludono, non so) i velox fissi e quelli mobili.

Non ho idea se funzioni ancora o meno.

Fatto sta che in 150mila KM che percorro all'anno per lavoro avrò preso si e no due multe in quattro anni, e tutte per meno di 10 km all'ora fuori dal limite.

Per prendere delle multe serie bisogna devi essere proprio matto (o incosciente).

Auto

Volkswagen ID.3: prova su strada, consumi 58 kWh e considerazioni | Video

Auto

Citroen Ami è piccolissima, elettrica e si guida a 14 anni: la nostra prova | Video

Auto

Vado a fare il pieno di idrogeno in Svizzera e (forse) torno | Live con Hyundai Nexo

Elettriche

Recensione Xiaomi Mi Scooter Essential: piccolo, economico e meno stradale