Byton K-Byte, la berlina elettrica a guida autonoma sfida Tesla

13 Giugno 2018 0

Byton ha diramato in rete le prime immagini di K-Byte, il concept che presenterà al CES Asia di Shanghai. Dopo aver raccolto mezzo miliardo di dollari di fondi, la startup cinese Future Mobility Corporation ha mostrato il veicolo che anticipa il secondo modello dopo il SUV che farà da apripista sul mercato con il lancio in Cina nel 2019.

Si tratta di una berlina che adotta un design caratterizzato da molteplici spunti stilistici del SUV e basata sulla piattaforma che offrirà i natali ad entrambi i modelli che dovrebbero essere equipaggiati con la guida autonoma di livello 4: l'auto monitora il traffico ed è in grado di gestirlo anche senza l'intervento del conducente.

La berlina, che arriverà sul mercato nel 2021, viene equipaggiata con dei sistemi LiDAR e altri dispositivi capaci di ricostruire l'ambiente circostante. Il powertrain è analogo a quello del SUV: 520 km con una carica nella versione top di gamma con batteria da 95 kWh affiancata dalla entry level da 400 km e 71 kWh.

Anche gli interni saranno ripresi dal SUV, con schermo da 49 pollici che si estende su tutta la larghezza del cruscotto e un altro incorporato sul volante. Tra le caratteristiche da segnalare vi è il riconoscimento facciale: un sistema che riconosce l'utente, guidatore o passeggero grazie a delle videocamere stereo montate su entrambi i montanti centrali.

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 279 euro oppure da Unieuro a 359 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Elettriche

Gocycle GX: la bici elettrica pieghevole di un ex McLaren

Moto

Askoll NGS: abbiamo provato la nuova generazione di scooter elettrici | Video

Mobile

Recensione Amazon Echo Auto: per portarsi Alexa anche in macchina

Video recensione

Recensione Nilox DOC Twelve: per andare ovunque, ma con qualche sacrificio