Tesla verso l’accordo: a breve produzione (anche) in Cina

20 Giugno 2017 0


La produzione in Cina è una soluzione che molti costruttori adottano o adotteranno presto per aggirare gli insostenibili dazi di importazione necessari per poter commercializzare le proprie vetture nel Paese del Dragone: a questa logica si piegherà presto anche Tesla, vicinissima ad un accordo di produzione cinese. 

Arriva da Bloomberg la notizia ufficiosa che vedrebbe Tesla in procinto di siglare un accordo per iniziare la produzione di autoveicoli in Cina. L'accordo, stretto con la città di Shanghai, consentirebbe a Tesla di penetrare nel primo mercato al mondo per le auto elettriche attraverso uno stabilimento nella zona di Lingang.

Tutti i dettagli dell'accordo sono in via di definizione, ma la sua conclusione è praticamente certa. La collaborazione, se ufficializzata, prevederà una joint venture con un costruttore locale, anche se al momento non ci è dato sapere di quale si tratti.

[caption id="attachment_180777" align="aligncenter" width="520"]


Infografica di Bloomberg che testimonia il sorpasso della Cina sugli USA nel mercato mondiale delle EV[/caption]

L'introduzione di uno stabilimento locale potrebbe garantire a Tesla un vero e proprio exploit in Cina, dove già nel 2016 il fatturato ha superato il miliardo di dollari, questo nonostante i dazi d'importazione del 25 percento su ogni vettura venduta. Ad agevolare la crescita di Tesla contribuirebbe anche la politica del Paese del Dragone a favore delle auto a zero emissioni, con pesanti incentivi e agevolazioni fiscali per chi acquisti vetture ad energia alternativa, dunque ibride plug-in, elettriche e a idrogeno.

L'assenza di dazi comporterebbe un vistoso calo dei prezzi delle vetture Tesla vendute in Cina, in particolar modo se pensiamo che presto arriverà la Model 3, vettura "low cost" che in USA partirà da circa 35.000 dollari e che in Cina, se importata, verrebbe a costarne quasi 50.000.

Intanto, prosegue l'espansione industriale del marchio di Elon Musk: la Gigafactory in Nevada sarà presto completata in tutte le sue parti, mentre nel corso dell'anno verranno definite le location per tre nuovi stabilimenti dedicati alla produzione di batterie. Gli obiettivi commerciali di Musk sono ambiziosi: passare dalle circa 80.000 vetture vendute nel 2016 alle oltre 500.000 del 2018.

Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 878 euro oppure da Amazon a 975 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Byton SUV: lo smartphone su ruote in anteprima in Italia | VIDEO

Ford

Ford Fiesta 2018: anche per i neopatentati | video recensione e prova su strada

Kia

Kia Picanto X-Line e GT: prova in anteprima del 100 CV 1.0 T-GDI

Mahindra

Mahindra KUV100: recensione in anteprima del SUV da meno di 11.000 euro