e.Go Life: design italiano per l'elettrica compatta tedesca

05 Maggio 2017 0


Unire il design italiano alla tecnologia tedesca: un binomio che funziona alla grande, come testimoniano numerose Volkswagen, Audi e Lamborghini. Basterà questo a decretare il successo della piccola elettrica tedesca e.Go Life?

Il design italiano unito alla tecnica tedesca. Il trionfo dei luoghi comuni? Meglio parlare di una consuetidine ben collaudata. Audi A5, Volkswagen Golf, Lamborghini: tutti esempi eccellenti di un successo costruito unendo il meglio di due mondi così apparentemente diversi. Su questo binomio vincente si fonda la e.Go, piccola startup tedesca nata da un team di professori dell'università di Aachen, che hanno deciso di portare su strada una citycar supercompatta a zero emissioni dotata di un design decisamente piacevole e personale per la categoria, firmato dall'italiana Spadaconcept.

15.900 euro, zero emissioni


La e.Go Life è stata svelata al recente CeBIT di Hannover ed è pronta alla produzione in serie: costruita presso il Triwo Technopark di Aachen in circa 10.000 esemplari l'anno, sarà venduta ad un prezzo base di 15.900 euro incentivi esclusi. Un prezzo tutto sommato accettabile per una vettura prodotta in così pochi esemplari.

Life è un'automobile vera e propria, omologata M1, lunga lunga 3,35 metri e larga 1,7 metri, con un peso di 650 kg, a cui si deve aggiungere la massa delle batterie da 14,4 kWh di capacità. Grazie ad un motore elettrico sviluppato da Bosch, la vettura è in grado di coprire lo 0-50 km/h in 4,9 secondi, con un'autonomia di 140 kilometri. Dati sufficienti (anche se non ancora definitivi) per l'utilizzo prettamente cittadino a cui è destinata la Life.

Semplice, ma completa


Per limitare i costi e il peso, alcuni dettagli degli interni sono realizzati in maniera piuttosto semplice, ma questo non vuol dire che i bisogni degli utenti siano stati trascurati: presente, infatti, un display digitale per raccogliere in maniera rapida e intuitiva tutte le informazioni sul veicolo, oltre ad un monitor touch al centro della plancia per un infotainment completo e bello da vedere. Il volante è invece ben curato, così come i rivestimenti dei sedili.
Fuori, invece, è stata lasciata maggiore libertà ai designer di Spadaconcept: gruppi ottici tondeggianti a LED, superfici levigate, cerchi di grandi dimensioni (in rapporto all'auto) e tetto a contrasto creano un risultato pregevole, specialmente se si considerano le dimensioni generali della vettura.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Nuovo Mercedes-Benz Citan, van compatto ma spazioso | Recensione

Auto

Tesla Model Y, i consumi reali sorprendono nel nostro test: autonomia e noleggio

Articolo

Decreto Infrastrutture, le principali novità per il Codice della strada | Video

Elettriche

Hyundai Bluelink, 5 cose da sapere | Prova infotainment su Kona Electric