MINI John Cooper Works Challenge Edition, dalla pista alla strada

19 Maggio 2016 0

Il 29 maggio prenderà il via il nuovo campionato monomarca MINI Challenge e per l'occasione sono state rivelate le specifiche tecniche dei modelli in gara e anche l'edizione speciale MINI John Cooper Works Challenge Edition. 

I campionati monomarca sono da sempre strumenti importanti per le Case, perché permette di mettere alla prova l'auto ottenendo esperienza che verrà bene nei progetti futuri, perché è un modo relativamente economico per scoprire nuovi talenti per le classi maggiori del motorsport e perché rappresenta una vetrina per i propri modelli di punta. MINI ha presentato la prossima stagione - si terrà dal 29 maggio al 16 ottobre prossimi sui principali circuiti italiani - del MINI Challenge in cui prenderanno parte l'ultima John Cooper Works e la Cooper S di precedente generazione, entrambe sulla base delle tre porte.


Le auto saranno dotate di tre pacchetti speciali: un Safety Kit, un Aerodinamic Kit ed un Performance Kit. Il Safety Kit include il roll bar certificato FIA, sedile racing OMP, dash Board con acquisizione dati, pedaliera con acceleratore lungo racing ed altri componenti per la sicurezza, ovviamente; l´Aerodynamic Kit si compone di: splitter anteriore, estrattore posteriore, ala posteriore e cerchi 17´´; ultimo il Performance Kit che, abbinato al motore 2.0 Twin Power Turbo da 265 CV (la versione standard ne ha 231), centralina Bosch Motorsport ECU, cambio sequenziale Bacci 6M, differenziale autobloccante, scarico da competizione e kit ammortizzatori anteriori e posteriori regolabile.


In occasione della presentazione della nuova auto da competizione, MINI Italia ha presentato anche la versione celebrativa del suo monomarca con la nuova MINI John Cooper Works Challenge Edition. Prodotta in soli 35 esemplari numerati, strizza l´occhio alle competizioni e al mondo del Motorsport grazie a personalizzazioni uniche sia tecniche sia estetiche.


La colorazione esterna è in Rebel Green con tetto rosso a contrasto, la calandra anteriore black e le cornici decorative per i gruppi ottici anteriori e posteriori di colore nero lucido enfatizzano il design fortemente espressivo e l'estetica muscolosa delle superfici. Il look sportivo è completato dalla presa d´aria del cofano in carbonio JCW Pro, dal sistema di scarico e dai terminali in carbonio e dallo spoiler paraurti anteriore con Black Band anteriori stampate a iniezione che esaltano l'aspetto energico della parte frontale della vettura e ottimizzano l'aerodinamicità, mentre il diffusore posteriore è realizzato in poliuretano e, con il suo design, esprime ulteriormente la dinamicità delle corse automobilistiche.


Le personalizzazioni tecniche della MINI John Cooper Works Challenge Edition, infine, prevedono il sistema di scarico con valvola a farfalla John Cooper Works Pro con comando Bluetooth 4.0 che enfatizza il carattere sportivo della vettura dal punto di vista acustico con le modalità Sport e Track. La modalità Sport è omologata per l´uso illimitato sulle strade pubbliche, mentre la regolazione Track è stata pensata per l'impiego sui circuiti automobilistici e garantisce forti emozioni con il massimo sound per un'esperienza di guida estremamente intensa. La serie limitata MINI John Cooper Works Challenge Edition è composta di 35 esemplari nelle Concessionarie MINI a partire dalla seconda metà del mese di maggio.


Per quel che riguarda i prezzi della MINI John Cooper Works Challenge Edition, la Casa non li ha comunicati mentre ha comunicato quelli dell'iscrizione al campionato monomarca: correre con MINI John Cooper Works costerà 3.000 euro + IVA (1.000 euro + IVA per la Cooper S) per l'iscrizione al campionato, a cui vanno aggiunti 650,00 euro + IVA (400 euro + IVA per Cooper S) per ogni gara e l'iscrizione alle manifestazioni che è di 1.000 euro + IVA (800 + IVA per Cooper S).

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 268 euro oppure da Unieuro a 376 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Elettriche

Gocycle GX: la bici elettrica pieghevole di un ex McLaren

Moto

Askoll NGS: abbiamo provato la nuova generazione di scooter elettrici | Video

Mobile

Recensione Amazon Echo Auto: per portarsi Alexa anche in macchina

Video recensione

Recensione Nilox DOC Twelve: per andare ovunque, ma con qualche sacrificio