F1, a cosa serve l'Aeroscreen | VIDEO

30 Aprile 2016 0

La Scuderia Red Bull ha fatto esordire nelle prove libere del GP di Russia il nuovo Aeroscreen, dispositivo che ha il compito di proteggere l'unica parte del corpo del pilota esposta a possibili incidenti. La tragedia avvenne nel 2009 con la morte di Henry Surtees, figlio del campione del mondo John, in una gara di F2 e a Felipe Massa, sempre nel 2009, quando una molla di un ammortizzatore lo colpì alla testa provocando ben più di un semplice spavento.


Questo dispositivo è un'evoluzione dell'Halo provato dalla Ferrari e Mercedes che, a differenza dell'Aeroscreen, non dispone del vetro ma solo di un telaietto a protezione della testa. In questi video, vediamo all'opera la tenuta del parabrezza durante i test: in uno è stata lanciata uno pneumatico alla velocità di 225 Km/h in direzione dell'Aeroscreen, che ha deviato il colpo limitando il coinvolgimento del pilota.

Nel secondo viene lanciato un proiettile di un Kg a 230 Km/h ed anche in questo caso il dispositivo di sicurezza non ha ceduto anche se ha riportato danni ben più visibili.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Elettriche

Twingo Electric: la mia prima esperienza con un'auto elettrica | Video

Auto

Aumento benzina e diesel: quanto costa fare un pieno oggi | Video

Auto

Dacia Spring: come va l'elettrica economica da 9.460 euro (con incentivi) | Video

Auto

Nuova Mazda CX-30 2021 eSkyactiv-X: quando 6 cv fanno la differenza | Video