Voxan Wattman: la moto elettrica più potente al mondo

03 Dicembre 2013 0


Si aggiudica il primato della moto elettrica più potente al mondo la Voxan Wattman, un modello svelato in occasione del Motorcycle Show di Parigi (che si chiama "le Salon de la Moto") e in grado di scatenare l'equivalente di 200 cavalli, tutti provenienti da suo motore elettrico.

Massiccia e muscolosa, la Wattman scatta da o a 100 in 3.4 secondi e raggiunge 1 160 km/h in 5.9 secondi, risultati ottimi se si considera il peso non proprio piuma: ben 350 chilogrammi!


Tanti i particolari notevoli, a partire dai cerchi, enormi cerchi da 18 pollici in fibra di carbonio e per fermarsi un impianto frenante con quattro dischi sull'anteriore. Lo chassis è in alluminio e ospita la batteria da 12.8 kWh, in grado di conferire alla moto una discreta autonomia, ottima se si considera che parliamo di una due ruote dati i 180 chilometri che molte auto non raggiungono neanche.

Riguardo alla ricarica, il 30 minuti tramite il caricatore rapido riuscirete ad ottenere l'80% della capacità: insomma, partite da Milano, arrivate al Passo della Cisa, vi fate un piatto di polenta con cinghiale e cervo mentre la moto si ricarica e tornate a casa...ovviamente ipotizzando che troviate un fast charger da quelle parti!

Voxan Wattman sarà assemblata in Francia ed è un modello disponibile solo su ordinazione ad un prezzo non ancora svelato.

Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 636 euro oppure da Yeppon a 760 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Auto

Nuova Skoda Octavia 2020: stupisce sotto tanti aspetti | Prova Wagon 2.0 TDI

Elettriche

Recensione Askoll eB5: bici elettrica semplice e concreta

Auto

Ford Puma Hybrid: convince in tutto...ma l'ibrida è necessaria?

Elettriche

Gocycle GX: la bici elettrica pieghevole di un ex McLaren