ZF presenta l’airbag centrale su misura per la guida autonoma

19 giugno 2017

ZF Airbag centrale concept

Come abbiamo già detto molte volte, l’arrivo della guida autonoma è un’occasione per riprogettare gli spazi e dunque le forme delle vetture. ZF ha pensato a come si proteggeranno gli occupanti delle vetture senza plancia in caso di impatto, presentando un airbag centrale integrato nei sedili.

La guida autonoma è quasi pronta ad invadere le nostre strade, ma come la mettiamo con i sistemi di sicurezza passiva, pensati ad oggi per auto dotate di plancia e interni “tradizionali”? ZF ha pensato a questo aspetto, presentando un concept di airbag centrale avanzato pensato per ridurre significativamente lo spostamento degli occupanti in caso di impatto.

Pensato per gli abitacoli del “futuro”

Il concept è indirizzato dunque a quegli scenari di mobilità del futuro in cui gli occupanti delle auto saranno molto più liberi di muoversi nell’abitacolo, magari attraverso sedili mobili. Questi scenari prevedono poi, spesso, l’assenza della plancia così come la intendiamo oggi. Dunque, è da ripendare la collocazione dei sistemi di sicurezza passiva, tra cui gli airbag.

Impatto laterale mitigato

Il concept – realizzato da ZF e Faurecia –  prevede l’installazione di un airbag centrale direttamente all’interno del lato superiore della poltrona ed è pensato per ridurre l’escursione degli occupanti in caso di collisioni (soprattutto quelle laterali), riducendo anche il rischio di colpire altri occupanti o parti dell’abitacolo. L’integrazione del cuscino gonfiabile nel sedile consente inoltre di fare a meno di console centrali e cruscotti, che sono destinate a sparire (o quanto meno ad evolversi) con l’avvento della guida autonoma.

In vista dell’evoluzione dei crash test

Il concept arriva anche in risposta ai futuri protocolli di test da parte dell’ente per la sicurezza Euro NCAP che, entro il 2020, prevederanno inasprimenti per quanto riguarda i crash test laterali.