Yamaha XSR 700: recensione e prova di HDmotori | HDtest

30 luglio 2016

Prossimo articolo: »

Scopri tutti i nostri video sul canale YouTube HDmagazine.

Dopo aver visto le proposte degli inglesi di Triumph e dell’italiana Ducati, ecco l’interpretazione giapponese del mondo delle classiche. Yamaha XSR 700 è la più piccola della famiglia, affiancata dalla sorella maggiore XSR 900 e pensata anche con il mondo dei principianti in mente. Realizzata su base MT-07, la nuda è infatti facile da usare, caratterizzata da una ciclista che la rende agile in città e da un motore in grado di scatenare i suoi muscoli nel misto stretto, dove il divertimento è assicurato.

Un progetto ottimo nel rapporto qualità prezzo, curato nei dettagli e in grado di strizzare l’occhio alla personalizzazione, complice la scelta ingegneristica di proporre il telaietto posteriore removibile con facilità per dar spazio alla fantasia dei proprietari. Qualche piccolo difetto, con un sound non proprio al top per il segmento, non ferma comunque dall’apprezzare questa “nuova classica” che fonde lo stile vintage con peculiarità moderne con l’ottima strumentazione digitale ricca di funzionalità e informazioni.

Recensione “5 sensi”:la moto vista, sentita, “odorata”, toccata, udita e gustata!

xsr copertina 2

Abbigliamento tecnico utilizzato:

  • casco Shark Evo One recensione
  • giacca Spidi 4Season
  • giacca Spidi Flash Tex
  • guanti Spidi TXR
  • guanti Spidi JAB RR
  • action cam: Activeon CX – GoPro Hero 3 Black