Volkswagen Up! GTI Concept, la piccola pepata debutta al Worthersee 2017

19 maggio 2017

Volkswagen Studie up! GTI

Il “Worthersee” è il raduno annuale in cui tutti i patiti del mondo GTI possono dare libero sfogo alla loro passione.

Nato inizialmente come raduno indipendente, con gli anni l’azienda do Wolfsburg ha deciso di trasformarlo in uno dei suoi tanti appuntamenti in cui partecipa annualmente ed in modo attivo. Il Worthersee 2017 (24-27 maggio) non sarà da meno, poiché Volksweagen presenterà la nuova Up! GTI Concept.

volkswagen up gti (2)

Corre a 197 orari

Un modello che vi avevamo già anticipato a fine 2016 con la comparsa dei primi muletti e dei modelli di pre-produzione sulle strade del Sudafrica e che ora VW presenta al pubblico in veste quasi definitiva. Bisognerà ancora attendere l’inizio dell’anno prossimo per vederla su strada ma per ora la ricetta anticipata dalla Casa sembra essere molto gustosa.

volkswagen up gti (3)

Sotto al cofano troveremo un 1.0 TSI da 115 CV in grado di spingere la piccola sportiva da 0 a 100 in appena 8,8 secondi mentre la velocità massima sarà di 197 Km/h. Il peso ridotto (997 Kg) sarà un altro elemento che giocherà a favore della piccola Up! GTI, che troverà posto nella gamma Volkswagen in colorazione rossa (Tornado Red) e argento scuro (Dark Grey), oltre che bianco (Pure White) nero (Black Pearl) e l’inedito blu (Costa Azul)

Ispirata alla Golk GTI MkI

volkswagen up gti (1)

Questa Volkswagen Up! GTI MkI è ispirata in modo inequivocabile alla prima GTI, la Golf MkI. All’anteriore e sulle fiancate si ritrovano i dettagli tipici delle auto sportive di VW caratterizzate da strisce e dettagli rossi qua e là. Il logo GTI campeggia sia sulla griglia anteriore a nido d’ape che sul portellone posteriore; i cerchi sono da 17″ e modificano l’assetto della Up! standard anche grazie a 15 mm in meno di altezza da terra.

volkswagen up gti (4)

Gli interni sono caratterizzati dalla leva del cambio a “pallina da golf” e da tessuto kilt come da tradizione GTI. Nessuna conferma su modifiche al telaio e rapporto di sterzo, ma il modello di serie dovrebbe garantire un comportamento adatto a rendere onore alla sigla “GTI” proprio dove serve: su strada.