Volkswagen Tiguan, come funziona il Discover Pro | Tecnologia a bordo

23 luglio 2017

Anche Volkswagen Tiguan offre, come molte auto di ultima generazione, tanta tecnologia a bordo. Tra questa troviamo dispositivi in grado di incrementare la sicurezza ed il confort come il Front Assist con riconoscimento pedoni e la frenata di emergenza automatica City, il Lane Assist, Sistema di frenata anti collisione multipla – che blocca l’auto in caso di incidente per evitare i tamponamenti a catena – ed il cruise control adattivo.

Con il Lane Assist mantiene la corsia

volkswagen-tiguan-allspace-6

Al di sotto dei 60 orari l’auto segue la colonna di traffico sterzando e accelerando in autonomia fino al completo arresto del veicolo. Questo dispositivo però non è sviluppato come quello presente sulla nuova Golf o sulla Audi A5 Coupé: infatti se l’auto che precede riparte dopo una sosta, il conducente deve premere l’acceleratore o il tasto “RES” del cruise control adattivo per ripartire. A velocità superiori ai 60 orari l’auto mantiene la corsia agendo anche sullo sterzo ma il conducente deve sempre essere vigile e pronto a rimettere le mani sul volante come indica il Codice della Strada.

Il navigatore più completo e disponibile in gamma si chiama Discover Pro e ha un costo di 2.000 euro. Dispone naturalmente di comandi vocali, molto precisi nell’uso quotidiano e che riescono a decifrare gli input anche quando i nomi delle strade pronunciati sono complessi.

Le funzionalità del Discover Pro sono quelle degli infotainment più completi oggi in circolazione ed include ovviamente anche la connessione via Bluetooth e via cavo dei dispositivi mobili tramite USB e la radio (anche DAB+, optional).

Con Car-Net i servizi sono online

volkswagen-tiguan (4)

A richiesta poi anche la rete WLAN con cui connettere i dispositivi all’auto via Wi-Fi  e utilizzare la connessione di bordo, attivabile inserendo una SIM nell’apposito slot. Telefonate e ricezione audio via Bluetooth sono di ottima qualità e con il sistema stereo Dynaudio, un optional da 710 euro, il suono è di altissima qualità e ve lo consiglio. Iscrivendosi sul sito Car-Net si accede poi ai servizi online del navigatore Discover Pro, tra cui anche Google Street View e Google Earth, oltre alle informazioni sul traffico, meteo e i prezzi dei distributori nelle vicinanze.

Utili poi le app sviluppate da Volkswagen compatibili con Mirrorlink come ad esempio My Rules, con cui ad ogni azione si può far seguire una reazione immediata. Per esempio inviare un messaggio a casa ogni volta che raggiungi la tua destinazione. Oppure Cam Connect, che mostra sullo schermo dell’auto le immagini registrate da una telecamera compatibile – che deve essere installata dal proprietario – e che riprende quanto accade sui sedili posteriori. Questa funzione in particolare è utile nel caso si trasporti un bimbo piccolo. Infine non mancano sia Apple CarPlay che Android Auto.

Discover Pro: promosso a pieni voti

volkswagen-tiguan (2)

Il prezzo del Discover Pro è davvero salato ma è uno dei sistemi più completi in circolazione a livello di funzionalità peccato che la semplicità d’uso non sia altrettanto elevata. Occorre fare molta pratica nel muoversi tra menù e sottomenù vari, soprattutto nell’uso della strumentazione digitale Active Info Display (di serie sull’allestimento Executive, come optional costa 670 euro) con i comandi al volante. Un altro accessorio utile se trasportate spesso rimorchi e carrelli in generale è il Park Assist – che nella versione tradizionale parcheggia in automatico l’auto ed Include la visuale aerea e la retrocamera – con Trailer Assist.

Parcheggia da sola anche con il rimorchio

volkswagen tiguan

L’auto diventa così capace di parcheggiare un qualsiasi rimorchio in autonomia e ha un costo di circa 2.200 euro se include la visuale aerea – il più semplice delle avrianti disponibili parte invece da 590 euro. Infine non manca nella lista optional a 1.000 euro l’Adaptive Chassis Control che con la pressione di un tasto irrigidisce l’assetto per una guida più precisa e sportiva. Peccato invece che anche l’ingresso Keyless sia optional a 375 euro poiché è una comodità ormai diffusa anche nei segmenti inferiori. La presenza di una lunga lista optional è in pieno stile VW ed è un aspetto importante da considerare sul conto finale dell’auto, poiché il prezzo sale molto in fretta.