Volkswagen Tiguan 2017: prova su strada, dimensioni, motori e prezzi | HDtest

23 luglio 2017

Volkswagen Tiguan è stato uno dei primi SUV a diffondersi sistematicamente in Europa, grazie alle sue dimensioni in linea con quelle apprezzate dai clienti del Vecchio Continente ma anche per le sue caratteristiche di versatilità e prestazioni. Volkswagen ha saputo anticipare una moda che negli anni sarebbe diventata dilagante, sulla scia di quanto fatto da Nissan con al Qashqai. 

Fuori ha un look maturo ma anche (volendo) più sportivo

volkswagen tiguan tecnologia (12)

Se la giapponese è la regina indiscussa del mercato grazie anche a prezzi competitivi e offerte vantaggiose (oltre che caratteristiche degne di nota), Tiguan va in direzione opposta. Grazie alla quantità di tecnologia a bordo offerta, alla qualità degli assemblaggi e allo stile esterno moderno ed elegante, la tedesca punta decisamente al mercato premium. Il listino prezzi lo conferma, e ci arriveremo, ma prima cominciamo dall’estetica.

Le forme sono decisamente più aggressive pur mantenendo l’equilibrio tipico delle VW di questi anni. L’auto ha dimensioni di 4,49 metri in lunghezza, 1,84 in larghezza e 1,63 in altezza e mostra dettagli stilistici (come i fari a LED diurni) che puntano a darle carattere. L’uso dei listelli cromati all’anteriore ed i fari a sviluppo orizzontale al posteriore donano alla Volkswagen Tiguan 2017 una linea che la fa apparire ben schiacciata a terra, aumentandone il senso di sportività e dinamismo. Infine per chi cerca un’estetica ancora più decisa c’è il pacchetto R-Line con esterni specifici e, volendo, cerchi fino a 20” di diametro.

L’abitacolo è quasi premium

volkswagen-tiguan (2)

La piattaforma è ancora la ben nota MQB del Gruppo VW e, come nel caso di Seat Ateca e altre auto di Wolfsburg, si vede. L’abitacolo infatti è molto spazioso (merito anche della posizione di guida molto verticale che lascia libertà di movimento al conducente e libera spazio per chi sta dietro) e lo si nota soprattutto dietro. C’è quasi la possibilità di allungare le gambe completamente persino se i passeggeri sono alti oltre un metro e ottanta.

Sia la presenza dello schermo del Discover Pro che quella dell’Active Info Display alzano il livello della qualità percepita (oltre che fornire tanti strumenti utili in marcia) ma basterebbero “semplicemente” gli assemblaggi impeccabili e la cura al dettaglio. Ottima la presenza del rivestimento morbido all’interno delle tasche portaoggetti (dettaglio da categoria superiore) ed in generale gli assemblaggi che sono molto robusti e ben studiati. I materiali non sono da auto premium ma l’impostazione generale ci si avvicina molto.

Prestazioni adeguate ma manca il carattere

volkswagen tiguan tecnologia (7)

Il 2.0 TDI da 150 CV della nostra prova sarà probabilmente la motorizzazione migliore e più scelta dai clienti italiani, grazie ad una coppia di 340 Nm adeguata a muovere il peso dell’auto (circa 1550 Kg) erogata già ai bassi regimi. Da 1.750 giri infatti si ha già la massima spinta che non si arresta fino a circa 3.500 giri. Dopo il motore perde forza e per questo meglio limitare le avventure (che si rivelano solo troppo rumorose) verso il limitatore.

Per questo avrei voluto che il cambio DSG a 7 marce fosse settato in maniera meno sportiva. Troppo spesso infatti i rapporti restano innestati a lungo senza grossi benefici sull’aumentare della velocità e le prestazioni. In un sorpasso impegnativo o ingresso in autostrada servirebbe infatti più mantenere il motore in coppia massima e sfruttare la spinta del duemila turbodiesel. Attenzione comunque: il cambio è veloce nel mettere le marce, semmai la critica deriva da un software di gestione che sembra tarato in maniera troppo sportiva per la grinta di cui il motore dispone. 

volkswagen tiguan tecnologia (11)

La tenuta di strada è ottima considerata l’altezza da terra. E’ vero che il nostro esemplare in prova disponeva del dispositivo ACC (Adaptive Chassis Control) che rende l’auto più sportiva selezionando la modalità Sport tramite il selettore sul tunnel centrale, ma il telaio è ottimo e non lascia mai che l’inerzia dell’ingresso in curva mandi in crisi l’assetto.

La trazione integrale 4Motion lavora alla grande per garantire la massima tenuta su fondi a scarsa aderenza (ci sono anche le modalità di guida Snow, Offroad e Offroad Individual per gli scenari più impegnativi) ed anche in curva permette di regolare in automatico la coppia motrice tra anteriore e posteriore. I consumi sono in linea con quelli del segmento dato che in città si percorrono circa 11/12 Km al litro, fuori città si sale a 14/15 Km al litro mentre in autostrada a velocità limite si sta sui 14 chilometri al litro, con medie complessive di circa 13,5 Km al litro.

Prezzi da 27.800 euro

volkswagen tiguan tecnologia (6)

Il listino della Volkswagen Tiguan 2017 è articolato e vede un prezzo di partenza di 27.850 euro per la 1.4 a benzina e cambio manuale da 125 CV mentre per l’automatico si deve salire ai 34.250 euro richiesti per la versione da 150 CV del 1.4 TSI o 37.550 per il 2.0 TSI dotato pure di trazione integrale. Tra i diesel il 1.6 è il più economico con prezzi di 29 o 30.100 euro per i due allestimenti disponibili. L’offerta più ampia però è del 2.0 TDI, disponibile con l’integrale 4Motion e l’automatico. I prezzi vanno da 32.900 euro e arrivano fino a 46 mila per la biturbo da 240 CV. Poco sotto troviamo invece il 2.0 TDI da 190 CV con un listino di 41.850. L’automatico DSG ha sempre un sovrapprezzo di 2.000 euro mentre l’integrale 4Motion vale 2.400 euro. 

Come detto la Tiguan ha già da tempo cominciato la sua corsa al mercato premium. I prezzi del resto sono mediamente superiori alle concorrenti (come Nissan Qashqai, Peugeot 3008, Hyundai Tucson e Kia Sportage o ancora Seat Ateca e, verosimilmente, Skoda Karoq con prezzi però ancora da definire) seppur l’offerta complessiva sia di alto livello. Il confort è uno dei punti forti poiché grazie alla seduta comoda e alle sospensioni bene tarate non si soffrono buche o scossoni fastidiosi; il motore 2.0 TDI offre buone prestazioni se si viaggia spesso a pieno carico mentre per risparmiare qualcosa sia per costi di gestione che di acquisto il 1.6 TDI potrebbe sarebbe la scelta più adatta. 

  • Sattil

    Bella recensione in cui vengono evidenziati gli aspetti positivi e negativi. Cosa non comune, soprattutto quando si viene sponsorizzati! vi siete meritati la rimozione del adblock