Volkswagen: al CeBIT il traffico si combatte con l’informatica quantistica

22 marzo 2017

Volkswagen CeBIT 2017

Alla fiera dell’elettronica CeBIT di Hannover Volkswagen ha presentato un algoritmo in grado di ottimizzare il flusso del traffico basandosi sui calcoli di un computer quantico.

L’informatica quantistica, con la prossima generazione dei cosiddetti “supercomputer”, potrà portarci a fare enormi progressi in tutte le aree chiave dell’IT e della digitalizzazione. Automobili comprese. Questo è quanto si auspica Volkswagen, che al CeBIT di Hannover ha presentato i frutti della propria collaborazione con D-Wave, specialista nella realizzazione di computer quantici.

Nel primo progetto di ricerca, gli esperti IT del Gruppo tedesco hanno già sviluppato con successo e testato un algoritmo per l’ottimizzazione del flusso del traffico su un computer quantico D-Wave, risolvendo un difficile problema di ottimizzazione, di quelli che si trovano per esempio in una grande metropoli, elaborando dati provenienti da 10.000 taxi di Pechino. Come spiega Florian Neukart, Principal Data Scientist al Volkswagen Group IT Code Lab a San Francisco:

Il nostro primo progetto di ottimizzazione del flusso del traffico a Pechino mostra con successo come un algoritmo in un computer quantico può guidare i veicoli in una metropoli in maniera così intelligente da evitare la congestione. I risultati ci danno fiducia per ulteriori applicazioni sul computer quantico. Mettiamo una grande enfasi sull’approccio open source. Il nostro lavoro deve essere trasparente e permettere verifiche da parte di terzi.

Volkswagen è la prima casa automobilistica a vedere nell’informatica quantistica una grande opportunità di applicazione, in quanto offre strumenti potentissimi per l’elaborazione dell’enorme quantità di dati che vengono gestiti da guida autonoma, machine learning e dalle varie soluzioni di mobilità intelligente. Questo perché i computer quantici possono risolvere problemi estremamente complessi molto più velocemente dei convenzionali supercomputer. In particolare, l’abilità calcolatrice dei computer quantici è adatta alla risoluzione di problemi di ottimizzazione, frequenti quando ci si trova a gestire, per esempio, un flusso di veicoli in una grande città.

  • http://bit.ly/1nySlXJ qandrav

    la parola informatica nella stessa frase assieme a volkswagen non dà molta fiducia

    • Giorgio

      Dai c@zzo che mi tocco

  • Pingback: Volkswagen: al CeBIT il traffico si combatte con l’informatica quantistica | Old Web()

  • undroid

    Il d-wave non è un vero computer quantistico…

    • cino

      Bhe dai diciamo che è un computer quantistico specializzato nel quantum annealing. Come riportato nell’articolo è adatto solamente a problemi di ottimizzazione con elevato numero di variabili. Citano che sia open source, qualcuno sa dove trovare il codice?

  • sudo apt-get install humor ®

    … il traffico si combatte con l’informatica quantistica

    … e l’inquinamento con il software taroccato 😉