Tesla raddoppia la rete di ricarica. I Supercharger saranno anche in città

26 aprile 2017

tesla-supercharger

Tesla ha da sempre fatto della rete di ricarica gratuita, diffusa su larga parte del territorio nazionale attraverso le vie di raccordo principali, uno dei suoi punti forti. Per i clienti della prima ora il vantaggio economico rimarrà, mentre per gli altri si ridurrà all’inclusione di 400 chilowattora nel contratto di acquisto dell’auto.

Il vero problema semmai è preparare la rete di ricarica all’arrivo della prima Tesla per il mercato di massa, poiché il debutto della Model 3 si avvicina e le circa 400 mila prenotazioni, una volta evase, avranno ricadute pesanti sulla rete di ricarica.

Tesla Supercharger a pagamento: info e tariffe

Supercharger raddoppiati

Vi avevamo raccontato dei piani di Elon Musk – il quale voleva raddoppiare le colonnine di ricarica in tutto il mondo entro il 2017 e coprire l’Italia attraverso le due vie di transito principali (autostrade principali) entro il 2016 – ed ora sembra giunto il momento per cominciare quel processo fondamentale grazie al raddoppio del numero dei Supercharger, le colonnine a ricarica rapida di Tesla.

Attualmente Tesla può contare su oltre 5 mila Supercharger – con potenza di ricarica fino a 120 kWh, in grado di ricaricare l’80% della batteria di una Model S o X 90 in 40 minuti – ma entro la fine dell’anno il numero arriverà a 10 mila. Un bel salto rispetto ai 7.200 del piano iniziale annunciato nell’aprile 2016.

Ai Supercharger si aggiungono anche 9 mila stazioni con potenzialità ridotta, chiamati Tesla Wall Connectors o Destination Charging, che alla fine del 2017 diventeranno circa 15 mila. Questi Wall Connectors sono connettori con potenza inferiore rispetto ai Supercharger e sono stati posizionati in modo strategico presso hotel convenzionati, ristoranti o centri commerciali.

Anche in Città

Ma la veran ovità è che la rete di ricarica Tesla dovrebbe raggiungere anche i centri abitati, andando controcorrente rispetto a quanto fatto negli anni passati. Quando questa diffusione prenderà piede non è dato saperlo (per ora) ma i piani di Musk sono ambiziosi e, grazie anche al supporto degli investitori, non c’è dubbio che l’espansione della rete di ricarica verrà portata a termine.

Tesla: dopo Ford, batte anche GM. E’ il marchio auto di maggior valore in USA

Attualmente in Italia le stazioni sono 20 ma sul sito internet sono già presenti le prossime aperture: Trento, Brescia, Campofelice di Roccella (Palermo), Cerignola (Foggia), Monopoli (Bari), Morano Calabro (Cosenza), Olbia, Palmi (Reggio Calabria) e San Giovanni Teatino (Chieti).

Tesla Model 3, a breve i Supercharger in tutta l’Italia

  • Canale Tesla

    Ottima notizia. Tesla continua a procedere concretamente per portare il mondo verso un futuro sostenibile.

    La cosa più impressionante è la nuova tipologia di stazione, con 50-100 colonnine per stazione, pensiline fotovoltaiche e un edificio che immagino potrebbe anche essere un piccolo service center.
    Non vedo l’ora di vedere uno di questi nuovi Supercharger!

  • CAIO MARIOZ

    Io ne ho due a 10 km di distanza, manca solo a casa 😂

  • Secondo

    Purtroppo c’è un buco proprio dove mi servirebbero
    https://uploads.disquscdn.com/images/b6fb18138701d661850bda7e8f9e29dc75a5a7655710da9cb426d3e8917f9c66.png
    Poi ci sarebbe da risolvere il piccolo probelma dei soldi per prenderne una, ma una cosa per volta…

    • StriderWhite

      Però, ce ne sono molti di più di quello che pensavo…

      • Secondo

        Sono aumentati parecchio ultimamente, alla presentazione della model 3 in Italia non ne esistevano sotto l’emilia, in tutta la penisola iberica c’era solo una stazione…

  • Pingback: Tesla raddoppia la rete di ricarica. I Supercharger saranno anche in città | Old Web()

  • Pingback: Tesla raddoppia la rete di ricarica. I Supercharger saranno anche in città – Italia Notizie()

  • Pingback: Tesla raddoppia la rete di ricarica. I Supercharger saranno anche in città | INFORMAZIONE 24()

  • StriderWhite

    Curiosità: quanto costerebbe un “pieno” alla Tesla vs un pieno ad un auto benzina/diesel (a parità di km percorsi, ovviamente)?

    • Aster

      Per ora ci sono colonine gratis per le eletriche o ibride,non so per la tesla

      • StriderWhite

        Ma si possono ricaricare anche a casa propria, giusto?

        • Aster

          Si devi avere la presa adatta e forse metterti d’accordo con il gestore,comunque per una ibrida o elettrica non ricordo bene il modello golf o nissan leaf un ragazzo parlava di 8-10 euro

          • Secondo

            Considerando che sia la leaf che la e-golf fanno meno di 200km con una carica spero non sia veramente quello il prezzo.

          • Aster

            7,20 per essere precisi

        • Secondo

          Sì, la ricarica sarà molto lenta e devi installare qualcosa di specifico però si può fare. Mi pare che la enel abbia anche un bundle impianto-energia certificata rinnovabile flat apposito per auto elettriche.

          • Marcomanni

            Offerta non più sottoscrivibile aimé.

          • http://esheep.petrucci.ch/ 𝓐𝓭𝓻𝓲𝓪𝓷𝓸

            No, non devi installare niente se non vuoi.
            La carica normale (con la 230V) per le macchine elettriche é di circa 8-10 ore. Se arrivi a casa la sera, va più che bene per quasi tutti.

          • Secondo

            Vendono i cavi per le prese normali?

          • http://esheep.petrucci.ch/ 𝓐𝓭𝓻𝓲𝓪𝓷𝓸

            Non possiedo una Tesla, ma credevo che la vettura venisse venduta SOLO con la presa normale (o meglio, con un adattatore).
            Se per te, 8-10 ore sono troppi perché a casa ci stai solo per poche ore, allora puoi comprare le superwall che si caricano tutto il giorno.

          • Secondo

            Ho provato a ricontrollare sul sito tesla e si parla di wall connector (che richiede il montaggio da parte di un elettricista). Temo non si possa fare da presa normale. Ed è un peccato perché anche in caso di tempi ancora più lunghi potrebbe sempre comunque fare la differenza quando uno va da parentiamici o in vacanza su una casa in affitto

          • http://esheep.petrucci.ch/ 𝓐𝓭𝓻𝓲𝓪𝓷𝓸

            Io invece lo vedo. Il testo dice:
            —————-
            Qual è la dotazione standard della Tesla?
            La dotazione standard del veicolo comprende un connettore portatile Tesla, un cavo che può essere usato per le prese comuni. Il cavo può essere montato con i seguenti adattatori standard:
            Connettore rosso per una presa industriale per la ricarica della Tesla, fino a 54 km di autonomia per ora
            Un adattatore con presa domestica da collegare al connettore portatile e per caricare fino a 14 km di autonomia per ora
            Un cavo di ricarica Tipo 2 per la connessione a stazioni pubbliche è incluso alla consegna del veicolo.
            —————-
            L’adattatore permette di collegare il connettore rosso ad una presa da 240V (se cerchi le immagini, vedi pure il connettore come se fosse un aspirapolvere qualunque).

          • Secondo

            Meglio così,

          • http://esheep.petrucci.ch/ 𝓐𝓭𝓻𝓲𝓪𝓷𝓸
    • Miliuz

      ti do il prezzo direttamente al chilometro: con tesla muoversi costa circa 5 centesimi al km

      • RobyMax1

        Poco meno della mia punto diesel del ’99.
        Non vedo questi vantaggio.

        • Canale Tesla

          Non credo che la tua punto abbia dimensioni, capacità di carico, potenza e prestazioni di una Model S.
          Bisogna confrontare mele con mele, altrimenti i consumi sono ovviamente molto diversi.

          Una Model S con una Mercedes Classe S e magari la tua punto con una Hyundai Ioniq o simili.

          • RobyMax1

            Voglio dire che in 20 anni scarsi abbiamo guadagnato 30cent a km.
            Poi, sul confort e sulla bellezza nulla da dire, ma non mi mi pare ci sia da stupirsi.
            Comunque forza Tesla.

        • LeChuck

          Una macchina diesel come la tua (o la mia) è parte delle cause dei malati nazionali, le cui cure paghiamo con le nostre tasse, una elettrica è parte della soluzione.
          Bisogna anche mettere in conto i costi indiretti.

          • RobyMax1

            Senza dubbio.
            Ne facevo una discussione prettamente tecnologica.

          • LeChuck

            Aggiungo che definire il costo al kilometro per una elettrica è molto complicato.
            Per tutti i clienti Tesla fino a pochi mesi fa i Supercharger sono gratuiti. Per chi invece non rientra in quel caso bisogna vedere dove ricarica e da dove prende l’energia.
            Ricarichi a casa? A lavoro? Ad una colonnina?
            Se ricarichi a casa, hai un qualche tipo di accordo col tuo fornitore di energia elettrica? Oppure produci energia in proprio?

            In tutti i casi l’auto elettrica ha un costo diretto al kilometro che va dal conveniente (situazione peggiore, ricarichi alla presa pagando l’energia a consumo al costo di mercato) al molto conveniente (clienti Tesla con ricarica gratuita al Supercharger. Per chi abita da Napoli in sù, e presto anche da (quasi) qualunque punto d’Italia, un viaggio lungo, anche attraverso più nazioni, può essere effettuato a costo zero).
            Non per niente, chi se l’è potuto permettere, e macina molti chilometri, al nord, ha investito in una Tesla. Se fai molti kilometri, poter ricaricare gratuitamente ai Supercharger per sempre permette di risparmiare moltissimo in breve tempo.

          • RobyMax1

            LeChuck, in valore assoluto il tuo discorso è condivisibilissimo.
            Quello che osservo è il trend differenziale sui consumi, che assolutamente non fa gridare al miracolo.
            Tu elenchi i lati positivi della Tesla, e così fa gola. Ma di negativi ce ne sono non pochi, purtroppo: autonomia ancora limitata, stazioni di ricarica inesistenti, costi elevanti di acquisto e manutenzione delle batterie (oltre che dell’auto stessa: se c’è un problema come, chi ed in che tempi te la riparano?).
            Alla luce di questo, mi chiedo se a me, che ho una punto diesel, converrebbe fare un salto del genere (escludendo la pura passione tecnologica).
            Al momento, dal mio punto di vista, la scelta migliore sarebbe ad esempio un’auto a metano, ma spero di essere smentito al più presto.
            Un giorno avrò la Tesla (e sarà solo in parte per passione tecnologica).

          • Canale Tesla

            Mi sembri molto interessato all’argomento, ma poco informato.
            Se ti interessa toglierti certi dubbi c’è un sito di proprietari Tesla in italiano: teslari .it.

          • RobyMax1

            Molto interessante, ottima risorsa :)

          • LeChuck

            No, ma infatti non nego che, ad oggi, una macchina elettrica, anche una a lunga autonomia come può essere una Tesla 90 o 100, non è per tutti, vuoi per i costi non indifferenti, vuoi per la disponibilità o meno di luoghi dove poterla caricare.
            È però indubbio che, già oggi, una elettrica costa meno al kilometro, senza considerare i vantaggi sui bolli e la manutenzione, praticamente nulla rispetto ad un veicolo a combustione. Già oggi, senza praticamente nessun investimento pubblico in merito, nell’arco del suo ciclo vitale, un veicolo EV costa meno di un pari fascia ICE. E più si viaggia, più questo divario si allarga.
            Se poi chi è al governo si svegliasse, e iniziasse a fare qualche politica di incentivazione per le EV, (bonus sull’acquisto, che potrebbero portare i costi di acquisto in linea con auto ICE di pari categoria) e/o una seria politica di installazione di colonnine di ricarica pubbliche, che sono molto più semplici da installare di quanto si pensi visto che un cavo elettrico passa praticamente sotto ogni manto stradale asfaltato, si potrebbe vedere un rientro dei costi in tempi medi. Il costo delle spese mediche a carico dello Stato derivanti dall’inquinamento ambientale, specie nei centri urbani, è non indifferente, poterlo abbattere, anche nel giro di una/due generazioni, sarebbe una politica lungimirante. C’è chi ha già legiferato che, entro pochi anni, nei propri confini nazionali si potranno vendere solo EV. Peccato solo che, al giorno d’oggi, l’intera classe politica italiana non riesca a vedere neanche ad un palmo dal proprio naso, figuriamoci politiche di così lungo respiro…

    • Marcomanni

      Non di può rispondere ad una domanda del genere. Chi ga acquistato fino a pochi mesi fa una model s o x e ha un supercharger vicino casa la ricarica grstis a vita li.
      C’è un taxi a Modena, fatti il calcolo di quanto risparmia al mese. E un utente sul forum di tesla che ci fa il merchandaiser in giro per l’Italia.
      C’è chi ha l’impianto enel a casa, 70€ mensili, chi usa solo le colonnine 30€.
      Offette attualmente non più sottoscrivibile tanto che le colonnine enel sono gratis fino a fine giugno, poi si vedrà.
      Ci sono aziende che hanno una 50ina di colonnine con abbonamenti mensili anche da 5€….

      • StriderWhite

        Capisco…

  • mari94

    La potenza in kWh anche su HDMotori no però 😅

  • Leox91

    AHAHAHAHAH nel mio paese nemmeno sanno cos’è Tesla,

  • nicola

    0,05€ a Km sono 5€x100Km

    alla fine siamo superiori ai costi dei carburanti fossili…..

    • Secondo

      Io con un piccolo motore diesel non arrivo, anche se per poco, a 100km con 5€.
      Sul fatto che non sia particolarmente conveniente sono d’accordo, ma considera sempre che si parla di auto con certe prestazioni.

      • RobyMax1

        Ehm….Rivedi i dati :)

        • Secondo

          ahahahah ho il motore di una nave XD
          correggo

      • Mister chuck revenge

        Di quale motore parli?

        • Secondo

          1.4 75cv vag

    • Canale Tesla

      Scusami, ma quale berlina da 400 CV e 0-100 km/h in meno di 5 sec avrebbe consumi da garantire 5€×100km?
      Se si confrontano consumi e costi bisogna farlo tra auto dello stesso segmento.

      Un bel confronto dei costi lo trovate sul sito teslari: “Comparazione costi di gestione Model S e auto tradizionali”

  • Pingback: Tesla raddoppia la rete di ricarica. I Supercharger saranno anche in città - Riparazione iphone Riparazione telefoni riparazione cellulari e smartphone - Phone Crash()