Addio roaming in Europa, ecco cosa cambia per i viaggi in auto

13 giugno 2017

Tech-users predict new levels of smartphone and car integration as the key development in vehicle communications technology - with suggestions ranging from iPad integration to being able to order takeaway food in traffic. Ford invited tech-users to answer the question "What will communications technology in vehicles help us to do in the future?" at the 2012 Mobile World Congress; further predictions include improved road safety and traffic flow, and remote two-way communication between car and owner via cloud computing. Ford seeking partners globally to work on future development of SYNC AppLink-compatible smart phone apps for a wide range of services as part of voice-control and in-car connectivity package. (05/10/12)

Dal 15 giugno 2017 sarà possibile viaggiare in tutta Europa senza dover sottostare alle maggiorazioni delle tariffe di roaming internazionale. Questa estate, usare app di navigazione o servizi “live” del vostro infotainment sarà possibile senza costi aggiuntivi.

Questa rivoluzione epocale, introdotta dal parlamento europeo con il Regolamento 2016/2286, permetterà quindi di navigare all’estero con la stessa tariffa utilizzata in patria. Cosa significa? Che l’utilizzo di dati internet, sms o minuti di telefonate in Francia verrà scalato esattamente come se vi trovaste in Italia, secondo il vostro piano tariffario.

Alcuni operatori stanno già applicando una tariffazione senza il conteggio del roaming internazionale per alcuni clienti (es. Vodafone con RED, Wind Tre o TIM) ma da metà giugno questa regola verrà applicata a qualsiasi cliente. Ovviamente ogni singolo caso è da verificarsi con il proprio operatore ma le regole sono chiare per tutti: addio ai costi aggiuntivi di roaming purché si tratti di periodi sporadici come una trasferta o una vacanza “nei limiti previsti dalle politiche di corretto utilizzo ai sensi della Regolamentazione Europea 2016/2286”.

Auto connessa, quanti GB consuma l’infotainment collegato ad internet

In vista delle vacanze estive una bella notizia per molti utenti che potranno viaggiare attraverso i 28 Paesi dell’Ue utilizzando i dati cellulare per la navigazione o trovare punti di interesse ad esempio, oppure per restare in contatto con la propria famiglia a casa o semplicemente per avere informazioni sul traffico. La cosa positiva è che non si dovranno attivare promozioni speciali per avere accesso all’EuroRoaming ed il telefono utilizzerà la rete dati proprio come avviene in patria salvo copertura del segnale.

Alcuni sistemi di bordo utilizzano poi i dati cellulare (ad esempio lo Uconnect Live di FCA) per restituire informazioni utili come il meteo, il traffico o le news ed è per questo che anche all’estero sarà possibile avere a disposizione tutti i Giga di cui si dispone in Italia. Anche nel caso in cui l’auto sia dotata di una SIM interna non ci sarà bisogno di fare nulla poiché il funzionamento dei dati non sarà pregiudicato dalla localizzazione dell’auto.

Questi i 28 paesi dell’Unione europea in cui valgono le nuove regole sul roaming: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.

  • Darkat

    Immagino che il Regno Unito sarà nella lista fino a gennaio 2019

    • mds

      Dipende tutto dagli accordi che fanno quando escono… Al momento non si può sapere

  • Andrea D’Agostino

    Era ora!!

  • Daniele Davide

    domanda:
    come fanno a sapere che si tratta di periodo sporadici? cioè se uno sta all’estero per un mese ad esempio è sporadico?
    non mi sembra chiaro come lo calcolano questo periodo.

    • momentarybliss

      anche a me pare fumosa come condizione, se nel regolamento europeo citato nell’articolo sono contenute indicazioni ben precise gli operatori dovrebbero esplicitarle

    • Error3_404

      Conoscendo gli operatori Italiani ci sarà da ridere con le varie clausole, fatta la legge trovato l’inganno!, speriamo bene.

      • Daniele Davide

        infatti chiedevo per quello..

    • Tizio Caio

      in 4 mesi almeno metà del traffico deve essere effettuato in italia

  • simone

    ma secondo voi .. la vodafone smart passport o tim in viaggio “sapranno da sole” di non attivarsi appena messo piede in un paese europeo ? temo ci sia da discutere al ritorno dalle vacanze 😐

    • parabellum82

      Ho attivato una SIM Vodafone proprio l’altro ieri con la promo da 1000 1000 7gb, e l’operatore stesso mi ha autonomamente disattivato Smart passport proprio perché dal 15 giugno non si pagherà il roaming.

    • http://on.fb.me/1lX8B3m sardanus

      valgono per i paesi non UE

  • Marco

    Scusate ma vorrei capire una cosa: il roaming zero vale anche per chi dall’Italia vuole chiamare un numero europeo? Ad esempio, io da Palermo posso chiamare un mio amico che si trova in Spagna ad un numero col prefisso spagnolo? Questa cosa non mi è chiara.

    • Mark Miller

      in quel caso paghi come ora… non paghi se chiami da PA un numero Ita che si trova in Spagna… ad esempio…

      • Mark Miller

        oppure, se hai un numero ita e vai in Spagna e vieni chiamato dall’Italy… non paghi…

        • Marco

          Grazie mille per il chiarimento!

  • Mark Miller

    temo che MonteCarlo / Principato di Monaco NON sia considerato UE… e si paghi roaming come ora…

    • scrofalo

      Ma che sfiga, pvopvio Montecavlo. E adesso dove vado in vacanza? Che vabbia.

      • guarino

        hahahhaaha…bavo…bavo!

  • http://www.tuxbarcatering.it/ te0h

    Bene,
    – moneta unica: FATTO
    – roaming internazionale: FATTO
    – PROSSIMO PASSO: riportare in auge l’esperanto e far cambiare la lingua a tutti

    • Nonick

      Vai di Sacro Romano impero! 😀