Renault Clio Turbo GPL: ecco come va il TCe 90| video anteprima

10 febbraio 2017

Rinnovata nel 2016, Renault Clio torna alla carica nel 2017 aggiungendo la motorizzazione che mancava alla gamma: il GPL. A differenza di molti, però, Renault ha scelto un motore turbo…

Uno dei modelli di maggior successo nel suo segmento, tanto che si è confermata la straniera più venduta in Italia, Clio si è aggiornata nel 2016 con un restyling che ha fatto contenti molti, mantenendo la formula di successo che l’aveva contraddistinta e limando alcuni particolari estetici così da uniformarla con le sorelle maggiori. L’arrivo dei fari full LED C-Shape ha sicuramente cambiato lo sguardo (ma sono di serie solo sull’allestimento più ricco, impossibile da avere al momento se si sceglie il GPL) e all’interno si è lavorato sui materiali, sia dal punto di vista della qualità dei tessuti che delle plastiche, con una plancia più attraente che spezza le plastiche più dure della zona vicina alla base del parabrezza e della sezione inferiore dell’abitacolo: ottimo esempio di come nobilitare un progetto senza far lievitare i costi.

renault clio turbo GPL 2017 (42)

Come si guida?

Equilibrata. Clio raggiunge un ottimo risultato nel bilanciare dinamica di guida e comfort, sfruttando sospensioni morbide ma sufficientemente progressive per evitare un rollio eccessivo, tutto senza compromettere la tenuta di strada. La necessità di mantenere prezzi d’attacco contenuti, però, ha costretto a risparmiare sui materiali fonoassorbenti, restituendo quindi un’auto che ci fa sentire, specie in autostrada, i vari fruscii aerodinamici. Migliori le prestazioni nell’isolamento di motore e pneumatici. Contestualizzandola al segmento, comunque, il difetto si riduce ad una rumorosità solo leggermente superiore alla media.  Buono il comfort: in quattro ci si sta comodi a patto che non si abbiano passeggeri “over 1.85” e la visibilità anteriore è ottima grazie anche ad un parabrezza davvero ampio con una superficie vetrata superiore alla media del segmento. Più limitante, invece, il lunotto posteriore che riduce la visibilità e sembra volerci “costringere” all’acquisto dei sensori di parcheggio.

Lo sterzo non è il più comunicativo ma gode di una buona precisione, l’auto è agile nei cambi di direzioni e il motore conferma le sue doti anche con il GPL. Nato con questa alimentazione in mente, Energy TCe da 90 cavalli è un tre cilindri turbo da 900 cc con valvole rinforzate che sopportano meglio il GPL rendendo quindi più longevo il motore. In questa motorizzazione, gli interventi di manutenzione specifici per i filtri sono previsti ogni 2 anni o 30.000 chilometri.

Caratterizzata dalla presenza dello Start&Stop, Clio Turbo GPL ha dimostrato le sue doti sia in città che nell’extra urbano. Già dai 1.500 giri si ha spinta a sufficienza per la maggior parte delle situazioni e, nel tratto collinare, l’elasticità di questo motore è stata in grado di stupirmi, facendomi dimenticare la sensazione di affaticamento tipica di GPL aspirati dalla potenza equivalente.

renault clio turbo GPL 2017 (38)

Una volta presa la mano, guidando nella zona tra i 2.250 e 2.700 giri si potrà sfruttare la coppia massima (140 Nm a 2.500 giri per la precisione)  per divertirsi anche tra le curve in salita, evitando di dover scalare in seconda in diverse situazioni. In autostrada ce n’è fino ai 4.000 giri; dopo conviene cambiare anche nella guida più “sportiva” per evitare perdite di rendimento anche se l’indicatore di cambiata, non fra i più “smart” del settore, ci consiglierà di farlo molto prima visto che privilegia una guida “eco”.

Peccato che per il GPL manchi il cambio a sei rapporti, proposto da Renault su Clio solo per TCe 120 o dCi 110.: gli innesti restano diretti, il cambio è morbido e abbastanza preciso ma la sesta ci fa sentire la sua mancanza. Se è vero, infatti, che il GPL strizza l’occhio alle città grazie alla possibilità di circolare anche con i blocchi del traffico o accedere alle ZTL di molti comuni, è anche vero che il costo ridotto di questo carburante ha portato molti a sceglierlo per i viaggi più lunghi, dove la sesta marcia si sarebbe rivelata perfetta.

Chiudendo con qualche numero, Clio Turbo GPL propone un serbatoio aggiuntivo da 34 litri (circa 18€ il pieno) da aggiungere ai 45 litri del benzina per un’autonomia dichiarata di 1.500 chilometri complessivi. I consumi medi (nel misto) sono di 4.7 e 6.1 litri ogni 100 chilometri e risultano leggermente sovradimensionati: dalla prova, però, un’autonomia reale e complessiva di più di 1.200 chilometri è facilmente raggiungibile.

renault clio turbo GPL 2017 (6)

Versioni, prezzi e dotazione di serie

Clio Turbo GPL Life costa 15.350€ e propone di serie ABS, ESP, alzacristalli anteriori elettrici, assistenza alla partenza in salita, chiusura centralizzata, cerchi in acciaio da 15 pollic, cruise control, chiave elettronica per l’apertura, luci diurne a LED, radio R&Go con comandi al volante, USB e Bluetooth, retrovisori elettrici in tinta, accensione con pulsante e volante regolabile in altezza e profondità.

Clio Turbo GPL Zen è invece disponibile a 16.850€ e aggiunge cruscotto e pannelli soft touch, consolle centrale nera lucida, modanature laterali, profilo calandra e profilo cristalli cromati, radio MP3 e display touch da 7 pollici.

Life e Zen possono essere equipaggiate poi con i fendinebbia (optional a 200€) mentre Zen gode di un elenco accessori più ricco: il volante in pelle costa 150€ e il Pack ZEN (navigatore per Smart Nav Evolution con mappa Italia, sensori di parcheggio posteriori e radio DAB) può essere acquistato a 600€. Tra gli altri pacchetti c’è il CLIMA (clima automatico, sensori luci e tergicristalli) da 500€, Visibility (fendinebbia, sensori luci e pioggia e retrovisori ripiegabili elettricamente) a 300€ e Relax ZEN con bracciolo anteriore centrale e terzo poggiatesta posteriore (regolabile) a 200€. Infine su ZEN si possono acquistare i cerchi in lega da 16 pollici a partire da 450€. Clio Turbo GPL sarà disponibile in Italia a partire dal weekend del 25 e 26 febbraio 2017.

Storie: