Porsche, due colonnine di ricarica da 350 kW a Berlino

17 luglio 2017

s17_0440_fine

Porsche lancerà la prima elettrica nel 2019 ma a Stoccarda non sembrano voler perdere tempo visto che hanno già installato due colonnine di ricarica da ben 350 kW in prossimità di un nuovo Centro Porsche a Berlino. Il Centro di Berlin-Adlershof è di fatto il primo centro Porsche a mettere in campo le tecnologie per la manutenzione delle auto elettriche.

Porsche: ecco come è nata la Mission E

Il centro Porsche dispone anche di un silos coperto di celle solari in grado di trasformare la luce del Sole in energia elettrica, con cui magari alimentare proprio le colonnine super-veloci per la prima, futura elettrica di Zuffenhausen. La Mission E, presentata nel 2015 a Francoforte, è dotata di due propulsori elettrici in grado di generare 600 CV di potenza massima (440 kW) e al contempo offrire una autonomia di 500 Km.

s17_0443_fine

La Porsche, al momento del lancio del concept ha annunciato che l’80% dell’autonomia complessiva sarebbe stata disponibile già in 15 minuti di ricarica grazie alla tecnologia di ricarica con connettori CCS a 350 kW. La tensione della corrente è di 800 V, il doppio di quanto accade sulla maggior parte delle elettriche, il che offre vantaggi sotto diversi aspetti. Raddoppiare la tensione rispetto alle vetture elettriche attuali a 400 Volt permette di ridurre i tempi di ricarica ed anche il peso, perché per il trasporto dell’energia sono sufficienti cavi in rame più leggeri e con diametro inferiore.

Attualmente i sistemi di ricarica CCS (Combined Charging System) competono con quelli più avanzati e diffusi in Europa, come i Tesla Superchargers e anche CHAdeMO. Entrambi però non raggiungono la portata della ricarica delle colonnine Porsche presentate al nuovo Centro Porsche di Berlino, fermandosi rispettivamente a 120 kW e 50 kW circa in condizioni ideali.

s17_0442_fine