Opel: prosegue lo sviluppo di SUV ed elettriche

17 marzo 2017

Opel logo

La recente acquisizione da parte del gruppo francese PSA non sconvolgerà né il piano prodotti “7in17” né lo sviluppo dei modelli già pianificati per il futuro, parola del CEO Neumann.

La parola d’ordine per Opel dopo l’acquisizione da parte di PSA è “continuità”. Tanti sono i clienti da rassicurare, anche perché la quota di mercato detenuta dal marchio tedesco è di quelle importanti. Intervistato a riguardo dai giornalisti di Auto, motor und sport, il CEO Karl-Thomas Neumann ha subito chiarito una cosa: tutti i 7 modelli previsti al lancio nel 2017 e nei mesi immediatamente successivi vedranno la luce del sole.

La tecnologia di Ampera-e: sicurezza, connettività e motore elettrico

Non solo: proseguiranno anche i piani per le elettriche, capitanate dalla nuova Ampera-e, e per i SUV, di cui Crossland X (presentato a Ginevra) e Grandland X (in arrivo nei prossimi mesi) sono i due portabandiera. Riguardo alle elettriche Neumann non ha commentato il rumor delle scorse settimane che vedeva Opel trasformarsi in un costruttore di sole auto a zero emissioni, limitandosi a dire che la Ampera-e non sarà lasciata sola.

Opel: tre nuovi SUV in arrivo

Parlando di SUV, poi, prosegue senza sosta lo sviluppo di un modello più grande di Grandland X, che avrà il compito di fare da ammiraglia del marchio a pari merito con Insignia: Skoda Kodiaq, dunque, è avvisato.

Per quel che riguarda la struttura organizzativa, infine, Neumann ha dichiarato che Opel manterrà la propria autonomia per quanto riguarda il management, il design e l’ingegnerizzazione/sviluppo prodotto, anche se le prossime auto nasceranno su piattaforme PSA e non più GM. Una transizione che è già iniziata con Crossland X e Grandland X e che impiegherà diversi anni per essere completata.