Opel Grandland X: ecco il nuovo SUV | VIDEO

19 aprile 2017

Opel Grandland X 2017 (5)

Opel Grandland X è il primo modello della casa di Rüsselsheim ad essere presentato dopo l’acquisizione del marchio da parte del gruppo francese PSA: realizzato sulla meccanica EMP2 di Peugeot 3008 e Citroen C5 Aircross, è un SUV di segmento C che arriverà in autunno al Salone di Francoforte.

Un nuovo SUV è in arrivo nell’affollato segmento C, approfittando di una quota di mercato che dal 7% del 2010 è oggi stabile al 20%. Grazie alla sua lunghezza di 4,48 metri, Opel Grandland X rientra perfettamente nei canoni proporzionali ed estetici di vetture come Volkswagen Tiguan, Jeep Compass, Ford Kuga e Kia Sportage, giusto per citare alcune delle rivali più agguerrite.

E’ lo stesso CEO di Opel Karl Thomas Neumann a presentare, in anteprima web, l’ultimo membro della famiglia X di Opel. Una gamma in continua espansione, nonostante i movimenti finanziari degli ultimi mesi, grazie anche ad una collaborazione con il gruppo PSA che dura ormai da 5 anni. Dopo Crossland X, gemella della futura Citroen C3 Aircross, ecco dunque la “cugina” di Peugeot 3008 e Citroen C5 Aircross.

Fuori: inconfondibilmente Opel, con più stile

Sulla scia di Crossland X, anche Grandland X rappresenta una proposta “stilosa” all’interno della gamma Opel, grazie a soluzioni “alla moda” come la carrozzeria bi-colore con tetto a contrasto e le classiche protezioni in plastica e acciaio tipiche di ogni SUV e crossover. Non mancano gli stilemi tipici del marchio del Fulmine, come la grande calandra con doppio listello cromato, i fari appuntiti con luci diurne a freccia (anteriori e posteriori), la “lama” laterale, gli indicatori di direzione laterali rigorosamente distaccati dagli specchietti retrovisori e il tetto ad effetto sospeso nel montante posteriore.

Opel Grandland X 2017 (4)

Dettagli che dissimulano le dimensioni medio-grandi (4,477 metri di lunghezza, 1,844 di larghezza e 1,636 di altezza) e che troviamo anche nel trattamento della superficie del cofano, che segue la filosofia stilistica di Opel, secondo cui “L’Arte della Scultura incontra la Precisione Tedesca”. Così il Vice Presidente Design Mark Adams descrive la sua ultima creazione:

Il nuovo Grandland X è un SUV moderno con una presenza eccezionale e un design intrigante che lo rende compatto, sportivo e muscoloso. Abbiamo ulteriormente rifinito la nostra filosofia stilistica per creare un SUV che unisca sportività ed eleganza per renderlo uno dei più attraenti nel segmento.

Dentro: teutonicamente spazioso

Opel Grandland X 2017 (11)

La stessa personalità Opel si ritrova negli interni, dove le analogie con i “cugini” francesi spariscono: la plancia è fluida e avvolgente, sviluppata in larghezza e pensata per un’ergonomia ottimale. Il grande display centrale dell’infotainment IntelliLink è posto in alto, in una posizione comoda da raggiungere, ed è circondato da una comoda plancetta di comandi fisici. La strumentazione è di tipo tradizionale e il mobiletto centrale non è troppo invadente, lasciando grande spazio per chi si siede davanti.

Anche il bagagliaio è spazioso, con un volume minimo di 514 litri, che di ventano 1.652 con il divanetto abbattuto, risultando una valida alternativa a molte station wagon, anche di categoria superiore.

Sicurezza imprescindibile

Presenti tutti i più avanzati sistemi di assistenza alla guida: Adaptive Cruise Control con risonoscimento pedoni e Automatic Emergency Braking, Rilevatore di stanchezza del conducente, Advanced Park Assist, telecamera a 360 gradi e fari LED adattivi. Trattandosi di Opel, poi, non mancano i sedili ergonomici certificati AGR, il volante e i sedili anteriori riscaldati e il portellone elettrico che si apre con il piede.

Presenti anche l’assistente personale Opel OnStar, che ora include la possibilità di prenotare hotel e cercare parcheggio direttamente dall’auto, oltre alla ricarica wireless per gli smartphone compatibili.

Anche per gli sterrati

Grazie alla tecnologia Grip Control – ereditata da PSA – anche Grandland X è in grado di affrontare in sicurezza ogni tipo di terreno sterrato o con poca aderenza: il conducente può scegliere tra 5 diverse modalità di guida, che intervengono su motore, coppia e (se disponibile) cambio automatico per ottimizzare la trazione su fondi bagnati, scivolosi come fango e neve.