Nissan ProPilot: l’Autopilot alla giapponese

13 luglio 2016

Nissan pro pilot

Nissan presenta la propria interpretazione della guida autonoma: si tratta di un sistema, chiamato ProPilot, che consente alle vetture di guidare da sole in autostrada e in altre situazioni simili.

Il nuovo monovolume Nissan Serena (modello riservato al mercato giapponese) sarà il primo ad accogliere nella propria lista degl optional il sistema Nissan ProPilot, la versione asiatica dell’Autopilot di Tesla.

La nuova tecnologia, disponibile alla vendita già dal prossimo mese in Giappone, rende il minivan in grado di accelerare, frenare, ripartire dopo uno stop nel traffico tipico dei percorsi extraurbani e autostradali. Il sistema, forse grazie ai recenti problemi avuti da Tesla con l’Autopilot, invia numerosi avvisi al conducente per indurlo a non staccare le mani dal volante e, se viene ignorato, si disattiva.

Questo perché il sistema non è completamente autonomo e non garantisce di poter sostituire il conducente al volante in tutte le situazioni. Il Ministro dei Trasporti giapponese ha colto l’occasione per ricordare agli automobilisti che i responsabili in caso di incidente sono loro stessi, non l’automobile.

Il caso eclatante dell’incidente mortale dovuto al presunto malfunzionamento del sistema Autopilot di Tesla ha fatto riflettere su quanto effettivamente ci si possa fidare di questi sistemi, che comunque sono definiti dagli stessi produttori “assistenti alla guida” e non “sostituti del conducente”. E’ anche vero che è difficile non farsi coinvolgere e sfidare da queste tecnologie, che invitano inevitabilmente a staccare le mani dal volante, anche solo per curiosità.

Nissan Pro pilot 2

In riferimento all’incidente in Ohio, il vice presidente di Nissan Sakamoto ha dichiarato di non comprendere come mai il sistema non abbia funzionato, sostenendo che il ProPilot, in condizioni simili, “avrebbe funzionato correttamente“.

Si tratta del primo costruttore “non premium” a proporre un sistema di guida semi-autonoma avanzato: in Europa Nissan punterà – come prevedibile – su modelli di successo come il SUV Qashqai, X-Trail e forse anche la prossima generazione di Juke.

Si tratterà di un percorso per step: dal 2018 ProPilot si evolverà, includendo dal 2018 la possibilità di cambiare corsia in maniera autonoma, fino al grande obiettivo del 2020, che sarà l’abilità di svoltare e gestire la circolazione all’interno degli incroci.

La prima versione di ProPilot a bordo di Nissan Serena utilizza una camera monoculare di ZF, in grado di scansionare gli ostacoli e attivare tutti i parametri che gestiranno acceleratore e freni.