Nissan e-NV200: il primo veicolo Fuel-Cell ad Ossido Solido

5 agosto 2016

Nissan e-NV200 e-bio (1)

In Brasile Nissan presenta il primo veicolo al mondo equipaggiato con un propulsore elettrico Fuel-Cell ad Ossido Solido: l’autonomia dichiarata è di 600 km e funziona grazie al Bio-Etanolo.

Nissan compie un ulteriore passo avanti verso la mobilità sostenibile presentando il primo veicolo al mondo dotatl di un propulsore elettrico Fuel-Cell alimentato a Bio-Etanolo: si tratta del veicolo commerciale e-NV200, qui trasformato per poter utilizzare diversi carburanti, compresi etanolo e gas metano, per produrre elettricità ad alto rendimento.

Brasile: la patria dei bio-carburanti

Non a caso la vettura è stata presentata in Brasile, storicamente uno dei Paesi che più ha creduto nei carburanti derivati dagli scarti agricoli e alimentari.

Il nuovo e-NV200 è dotato di una batteria da 24 kWh di capacità, in grado di percorrere oltre 600 km di autonomia complessiva. Il prototipo e-Bio Fuel-Cell utilizza etanolo al 100 per cento (o acqua mescolata ad etanolo) per caricare la batteria. Trattandosi di un veicolo elettrico, l’e-Bio Fuel-Cell è anche in grado di fornire un’accelerazione vivace e una guida silenziosa, garantendo anche bassi costi di esercizio e, soprattutto, bassissime emissioni complessive.

Carlos Ghosn, a margine della presentazione, ha affermato:

e-Bio Fuel-Cell offre un sistema di trasporto ecologico e crea opportunità per la produzione di energia nella regione, supportando allo stesso tempo, le infrastrutture esistenti. In futuro, e-Bio Fuel-Cell diventerà ancora più ecologica. L’acqua mescolata all’etanolo è più facile e sicura da maneggiare rispetto alla maggior parte degli altri carburanti. Poiché non è necessario creare nuove infrastrutture, ha un enorme potenziale per la crescita del mercato.

La nuova frontiera dell’elettrico

Grazie all’ampia disponibilità di etanolo (specialmente nel Sud-America) e alla bassa combustibilità dell’acqua mescolata con l’etanolo, il sistema non è limitato dalle infrastrutture di ricarica esistenti, rendendo facile la sua introduzione nel mercato. Nissan ipotizza un futuro – non troppo lontano – in cui le persone potrebbero addirittura fermarsi anche in un piccolo negozio di vendita al dettaglio per acquistare carburante.

Il progetto e-Bio Fuel-Cell si inserisce nell’ambito del “Nissan Intelligent Power”, che favorisce una propulsione elettrica più efficiente con un invariato piacere di guida, al fianco dei veicoli elettrici a batteria come Nissan LEAF, Nissan e-NV200, e l’e-Power, costituito da un propulsore che alloggia al suo interno un particolare motore elettrico e un generatore di grande capacità.

Grazie a queste soluzioni Nissan conferma il proprio impegno verso una mobilità sostenibile, partendo dai paesi industrializzati e passando per quelli emergenti, che spesso si dimostrano più recettivi rispetto agli altri in materia di carburanti eco-sostenibili.