Nissan: al CeBIT di Hannover le tecnologie di guida autonoma

20 marzo 2017

Nissan showcases innovative solutions to accelerate integration of autonomous drive into society at CeBIT

Al CeBIT 2017, la più grande fiera digitale europea, Nissan non poteva mancare con la recente concept car su base Leaf che mostra l’avanzato sistema di guida autonoma SAM.

Ad Hannover si respira aria di futuro: tante sono le novità per quanto riguarda la guida autonoma, tra cui il nuovo sistema di mappatura ad alta precisione sviluppato da Mitsubishi Electric. Ma non solo. Nello stesso padiglione, riservato a tutte le novità provenienti dal Giappone, anche Nissan ha portato la sua idea di guida autonoma, sotto forma di una concept car basata sulla struttura di una Nissan Leaf.

Sviluppato a partire da una tecnologia della NASA, il sistema SAM (Seamless Autonomous Mobility) affianca all’intelligenza artificiale di bordo la logica umana per consentire ai veicoli a guida autonoma di prendere decisioni in caso di imprevisti quali incidenti, lavori stradali o altri ostacoli. Grazie a questa soluzione, i veicoli a guida autonoma saranno in grado di capire quando affrontare il problema da soli e quando richiedere l’intervento del conducente.

Nissan: i test per la guida autonoma in Europa

Obiettivo della strategia Intelligent Mobility di Nissan, di cui il SAM fa parte, è la drastica riduzione degli incidenti: “un futuro a zero emissioni e zero fatalità” come sostiene Ponz Pandikuthira, Vice President Product Planning di Nissan Europe.

Tutto questo arriverà a breve sulle auto che tutti noi conosciamo: la prima versione dell’innovativo sistema di guida semi-autonoma ProPILOT sarà installata sia sul restyling del SUV Qashqai sia sulla prossima generazione di Nissan LEAF, in arrivo sul mercato prossimamente: ProPILOT, tra le altre funzioni, permette di procedere in autostrada rimanendo autonomamente all’interno della singola corsia. Progressivamente, da qui al 2020, le tecnologie di guida autonoma Nissan offriranno un livello sempre più elevato di autonomia, arrivando a gestire gli incroci stradali più trafficati.