MotoGP Mugello: più sicurezza per Lorenzo e Marquez

19 maggio 2016

MotoGP Valencia Report Lorenzo  Marquez #5

Questo week end si terrà la tappa italiana del mondiale MotoGP e, come ormai sappiamo da tempo, gli italiani non vedono certo di buon occhio Lorenzo e Marquez, avversari del beniamino di casa Valentino Rossi. Con l’aumentare della tensione, la Dorna è intervenuta in prima persona per cercare di prevenire eventuali incidenti. Rivoltosi all’agenzia di sicurezza tedesca che si occupa da tempo dei GP, Helios Xausarò, event manager per Dorna, ha quindi deciso di incrementare la sicurezza per i due piloti spagnoli.

Inoltre a Lorenzo e Marquez è stato suggerito di limitare il più possibile gli spostamenti intorno al circuito del Mugello, consigliando loro di restare tra box e motorhome. Inoltre non sono stati organizzati eventi promozionali per i fan che coinvolgono i piloti.

Tutto è nato dall’incidente di Sepang tra Rossi e Marquez che ha inasprito i fan del pilota italiano. Successivamente, quando Lorenzo è intervenuto nell’appello di Rossi al comitato sportivo, anche l’altro spagnolo è entrato ufficialmente nella lista nera dei fan del Dottore. La questione ha continuato a montare, tanto che il fan club italiano di Marquez ha deciso di non partecipare alla tappa del Mugello dopo diverse minacce sui social network, scegliendo quindi di spostare il raduno al Sachsenring

Insomma, sembra quindi che il problema si sia ingigantito a tal punto da costringere la Dorna a prendere provvedimenti e c’è il rischio di trovarsi di fronte ad episodi anti-sportivi che, di solito, sono associati al mondo del calcio. Le istituzioni, infatti, hanno già provveduto ad applicare alcuni dei provvedimenti di sicurezza già visti intorno agli stadi (niente bottiglie di vetro, sicurezza maggiorata ecc..), considerando quindi il GP del Mugello come un evento a rischio al pari dei più sentiti match calcistici.

Da qualche giorno, infatti, è stata avviata l’attività informativa dell’ordinanza anti-alcool che si affianca ad un’aumentata presenza da parte delle forze dell’ordine. Diversi i comuni interessati nei dintorni dove sarà vietata la vendita di alcolici per asporto, la vendita di supercalcolici con gradazione superiore al 21% e la vendita di bevande in vetro. Tale divieto sarà valido fino alle 15.30 di domenica per gli esercenti all’interno del circuito. Per quelli dei comuni circostanti (Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Scarperia, San Piero, Vaglia e Vicchio), invece, il divieto scatterà dalle 18.00 di sabato 21 maggio e proseguirà fino alle 3.00 di domenica 22.

La questione è quindi rischiosa ma è forse ancora presto per parlare di cancrena “calcistica” delle tifoserie anche nel mondo della MotoGP. In passato eventi simili sono accaduti anche al di fuori dell’Italia (ad esempio il caso Simoncelli in Spagna quando il pilota aveva subito minacce di morte) ma, fortunatamente, la MotoGP ha sempre resistito proponendo – in media – un clima più disteso e sportivo di quello degli stadi. Siamo arrivati al punto di rottura?

Storie: