Mazda3 2017 1.5 105 CV, diesel super-efficiente | HDtest

24 giugno 2017

Il diesel ha vita breve. Così dicono. Nonostante si dia già per spacciato il motore ad accensione spontanea ci sono alcuni modelli che danno del gran filo da torcere alle auto a propulsione alternativa più efficienti in circolazione, come nel caso della Mazda3 2017 1.5 Skyactiv-D da 105 CV.

Potenza non eccessiva, efficienza da primato

mazda3-2017 (7)

La potenza non è eccessiva per un diesel di questi tempi, in cui si viaggia tranquillamente attorno a quota 110/130 CV (volendo la Mazda3 offre anche il 2.2 diesel da 150 CV) per auto di categoria simile, ma l’auto su strada mostra un carattere equilibrato ed abbina una ottima efficacia nei sorpassi o nei viaggi a pieno carico a consumi da record. Certo sia la cilindrata che i cavalli vapore a disposizione non sono da primato, ma i rapporti del cambio sono ben studiati per permettere all’auto di scattare in avanti senza troppe incertezze, merito anche del peso di 1.300 Kg circa.

Il cambio e lo sterzo sono forse gli unici punti deboli di un comportamento che su strada si rivela sorprendente. La trasmissione ha infatti qualche ruvidità nell’inserimento delle marce pur senza mostrare mai incertezze ma semmai poca prontezza nei cambi di marcia rapidi; lo sterzo invece è elettrico e varia il suo carico in funzione della velocità. E’ piacevole da usare e morbido nella rotazione, cosa che apprezzerà chi ama ancora godersi una strada tutta curve affrontata in scioltezza. Nell’impostazione delle curve però non sempre si è mostrato puntuale e specialmente nei cambi di direzione rapidi lo sterzo perde in precisione.

OK il confort e lo spazio a bordo

mazda3-2017 (11)

Due piccole sbavature che non cambiano comunque il giudizio estremamente positivo sul comportamento su strada della Mazda3 2017. Le buche tanto diffuse sulle nostre strade, anche quelle profonde, sono normale amministrazione per le sospensioni dell’auto (l’esemplare in prova montava cerchi da 18″) che mai fanno rimpiangere la mancanza di ruote di dimensione ridotta. Se a questo si aggiunge la pressoché totale assenza di vibrazioni e l’insonorizzazione del motore da categoria superiore il risultato è degno dei primi posti in classifica.

Lo spazio a disposizione per gli occupanti è abbondante sia davanti che dietro e anche in altezza, nonostante la forma del tetto, non toccano con la testa nemmeno i più alti. Ovviamente la lunghezza dell’auto (4,47 metri) aiuta la Mazda3 ad accogliere quattro passeggeri di statura elevata – la media delle rivali nel segmento è di circa 4,30 metri circa – ma non garantisce uno spazio per i bagagli più elevato delle concorrenti partendo da 364 litri di capacità minima.

Ottima la qualità degli interni, meno lo stile

mazda3-2017 (18)

Il design dell’abitacolo sembra mostrare il passare degli anni e ha uno stile poco in linea con la modernità degli esterni, c’è da dire però che il contenuto tecnologico della Mazda3 è molto completo ed offre tutti gli accessori di cui necessita un’auto di ultima generazione.

L’auto in prova era infine dotata del pacchetto che include gli interni in pelle White da 850 euro ed il risultato scenico (e qualitativo) è garantito, soprattutto se abbinato al nuovissimo colore metallizzato Soul Red (altro optional da 800 euro) per la carrozzeria. In Mazda hanno riprogettato l’intero reparto di verniciatura della fabbrica di Hiroshima per poter applicare questa colorazione profonda e brillante in maniera efficace, cosa che in alternativa avrebbe dovuto essere fatta a mano.

Sempre al capitolo “Cose da migliorare” c’è inoltre la forma molto spiovente del cofano che non aiuta a percepire gli ingombri dell’anteriore in manovra. Complice anche un raggio di sterzo non molto ridotto le manovre di parcheggio ed in spazi stretti risultano a volte un po’ macchinose.

Prezzi e consumi

mazda3-2017 (10)

Si parlava di consumi. Questa Mazda3 2017 siamo riusciti a percorrere circa 19/20 Km al litro in città mentre fuori dall’ambito urbano si riescono a raggiungere anche i 25 al litro. Di conseguenza, nonostante il serbatoio sia di dimensioni contenute (51 litri) si possono ipotizzare percorrenze superiori ai 1.000 Km sfruttando la capacità di “girare in basso” del motore ed anche l’efficienza complessiva del sistema Skyactiv-D Mazda.

Al capitolo prezzi: per la Mazda3 servono almeno 20.400 euro nella versione con il 1.5 a benzina mentre il 2.0 litri con la stessa alimentazione ha un prezzo di 23 mila euro circa. Probabilmente il motore più interessante è però il 1.5 diesel da 105 CV che ha un prezzo di partenza di 22.800 euro mentre la più accessoriata Exceed arriva fino a 25 mila euro circa. Ancora più su troviamo la 2.2 diesel da 150 CV a oltre 27 mila euro. Entrambi i motori a gasolio possono poi essere dotati dell’automatico con un sovrapprezzo di 1.900 euro. L’auto della nostra prova ha un prezzo di listino di 28 mila euro.

Storie:
  • Giuseppe

    Le mazda di questa generazione mi fanno letteralmente girare la testa quando passano, compresi i suv che a me non piacciono per niente!! Sono stato in concessionaria e la qualità percepita è davvero davvero alta, considero seriamente l’acquisto di una Mazda2 nell’immediato futuro come macchina da tenere per almeno 10 anni. A tal proposito volevo chiedervi se farete degli articoli simili a questi della Mazda3 riguardo la piccola di casa, grazie!!

  • Andrea De Filippo

    Ragazzi non parliamo di fiat, qui abbiamo l’apice della tecnica studiata per l’uomo per il puro piacere di guida. Chi compra mazda compra la volvo europea, affidabile non bellissima ma una macchina nel vero senza della parola, lavora per farmi stare bene mi migliora la vita e si attiva per salvarmi la vita.

  • http://bit.ly/1nySlXJ qandrav

    quando hanno presentato la 2.2 in molti hanno storto il naso causa eccessiva cilindrata … e pare che abbiano finalmente capito la stessa cosa in mazda…

    poi il 2.2 magari consuma anche meno di questo 1.6, ma presentare una vettura di questo settore con un 2.2 non aveva molto senso