Hyundai IONIQ: elettrica, ibrida e plug-in | video anteprima

1 marzo 2016

Hyundai IONIQ torna protagonista con l’annuncio ufficiale da parte della divisione italiana. Come sappiamo la IONIQ sarà una vettura in grado di proporre tre versioni alternative, due ibride ed una elettrica che arriveranno con il nome di IONIQ ibrida, IONIQ elettrica e IONIQ Plug-in. Il progetto è ambizioso e innovativo Jochen Sengpiehl, vice presidente marketing di Hyundai Europa, ha dichiarato che il Vecchio Continente è un mercato fondamentale per l’auto.hyundai ioniq (3)

Elettrica, Ibrida e Plug-In

Le due versioni ibride utilizzeranno un benzina GDI da 1.6 litri di nuova generazione, interessante per il rendimento termico del 40% che contribuisce ad abbattere i consumi e le emissioni. L’unità quattro cilindri eroga 105 cavalli e 147 Nm di coppia massima ed è pensata per l’utilizzo nei sistemi ibridi dove trova posto insieme al cambio doppia frizione a sei rapporti e al motore elettrico.

hyundai ioniq (2)

Sulla IONIQ ibrida troviamo un motore da 43.5 cavalli e 170 Nm di coppia spinto dalla batteria agli ioni di litio da 1.56 kWh (che trova posto sotto ai sedili posteriori). Il totale è di 141 cavalli e 265 Nm di coppia massima, dati sufficienti a spingere l’auto fino a 185 km/h con emissioni di 79 grammi al chilometro nel ciclo combinato, l’equivalente di 3.4 l/100 km.

IONIQ plug-in aumenta invece la potenza della batteria arrivando a 8.9 kWh. Il motore elettrico cresce di potenza fino a raggiungere i 61 cavalli, mossa necessaria dato che l’auto potrà viaggiare per oltre 50 chilometri in modalità a zero emissioni contando proprio solo sull’unità alimentata a batteria. Resta inalterata la potenza massima, 141 cavalli, e le emissioni scendono a 32 g/km.

Infine l’elettrica punterà solo sulle batterie per l’alimentazione: Hyundai ha scelto un pacco agli ioni di litio di LG da 28 kWh che promette più di 250 chilometri con una carica. Il motore utilizzato è un elettrico da 120 cavalli con 295 Nm di coppia che spinge l’auto fino ai 165 km/h.

hyundai ioniq (1)

Tecnologia, connettività e sicurezza

Indifferentemente dalla motorizzazione, IONIQ propone poi una serie di caratteristiche tecniche comuni come le sospensioni posteriori multi-link, il Cx di 0.24 o la tecnologia dell’abitacolo “connesso”. L’auto infatti sfrutta un infotainment compatibile con Android Auto e Apple Car Play, si connette ai servizi TomTom Live per il traffico in tempo reale ed è equipaggiabile anche con la base ad induzione per la ricarica wireless dello smartphone. La strumentazione è digitale con un display da 7 pollici e la sicurezza è garantita dai sistemi attivi di assistenza alla guida.

Su Hyundai IONIQ ci saranno la frenata d’emergenza automatica, monitoraggio e mantenimento della corsia, controllo dell’angolo cieco, cruise control adattivo e monitoraggio del traffico in retromarcia.

Le restanti caratteristiche le scopriremo da Ginevra l’1 marzo alle 10.30 con la presentazione alla stampa che può essere seguita in diretta sul sito del produttore.

  • http://www.danielenofi.com/ d4N

    Ma c’è solo la Citroen a fare motori turbo diesel ibridi?

    • axoduss

      penso che il motore migliore da abbinare sia il benzina

  • axoduss

    250km è una autonomia rilevante solo se usi la macchina in una piccola cittadina. Altrimenti sono pochi