Ford: nel 2016 batte tutti per numero di brevetti in USA

9 dicembre 2016

ford-carr-e

Il 2016 è stato un anno produttivo per Ford, non solo nel mondo delle auto presentate ma anche in quello dei brevetti, un settore che indica l’attenzione del produttore al mondo della tecnologia e dello sviluppo.

I dati arrivano dall’U.S. Patent and Trademark, l’ufficio brevetti americano che ha autorizzato e siglato quasi 1.500 brevetti per il produttore nel corso del 2016, un numero che cresce del 25% rispetto all’anno precedente e che supera tutti i concorrenti nel segmento automotive. Solo Toyota è stata in grado di avvicinarsi ed eguagliare gli americani in questa sfida “USA vs Giappone” dato che il marchio del Sol Levante segue a soli 75 brevetti di distanza. General Motors, invece, si è accontentata di circa 1.200 brevetti e Honda ne ha registrati 1.100.

ford f-150 droni

I dati dimostrano il netto cambio di paradigma di Ford negli ultimi anni, un produttore che ha abbracciato il mondo dell’evoluzione tecnica e tecnologica riuscendo ad arrivare in testa e superare i tre avversari sopra citati, solitamente gli occupanti del podio di questa particolare classifica:

stiamo innovando in tutti i segmenti del nostro business e i nostri impiegati sono impegnati per portare nuove tecnologice per i nostri clienti.

Questa la dichiarazione di RaJ Nair che si occupa per Ford dello sviluppo ed è “executive vice president” e “chief technical officer”. Ovviamente non tutti i brevetti si trasformeranno in realtà dato che il mondo dell’auto, così come quello dell’elettronica di consumo e altri settori, vede spesso brevetti tenuti nel cassetto per il futuro o “smerciati” all’occorrenza.

La crescita degli ultimi anni è dovuta alla convergenza tra auto e tecnologia, una convergenza figlia della guida autonoma e non solo. Oltre ai brevetti sul pilota automatico, ad esempio, sono cresciuti quelli sui sistemi di infotainment di prossima generazione o altri più “creativi” come il drone pensato da Ford come compagno delle auto a guida autonoma, in grado di volare davanti alla vettura in maniera automatica o essere controllato dai passeggeri. Sommando i 1.500 brevetti americani a quelli del resto del mondo, Ford ha ottenuto in totale 3.200 brevetti nel corso del 2016, inclusi quelli dedicati alla mobilità elettrica come Carr-E sviluppato in Germania o eChair, prodotto figlio di un team belga che ha progettato una sedia per i diversamente abili con un sistema di “carico” automatico sull’auto.

Ford Carr-E, eChair e TriCiti: idee elettriche per la città

Storie: