EuroNCAP: nei crash test bene Edge, Q2 e Ioniq, meno Tivoli e Ignis

30 novembre 2016

suzuki-ignis-crash-test

Audi Q2, Hyundai Ioniq, Ford Edge, Suzuki Ignis, SsangYong Tivoli e XLV sono state sottoposte alle prove di EuroNCAP per determinare la sicurezza sia con che senza Safety Pack, ecco com’è andata.

Si fa presto a dire “economiche” ma le auto devono essere anche sicure, motivo per cui i risultati dei crash test divulgati da enti autonomi come EuroNCAP sono presi molto seriamente, soprattutto dalle Case stesse. In dirittura d’arrivo del 2016 sono stati pubblicati i risultati di nuovi modelli – Audi Q2, Hyundai Ioniq, Ford Edge, Suzuki Ignis, SsangYong Tivoli e XLV – particolarmente interessanti perché promettenti per prezzo e dotazione, il che li rende di facile e larga diffusione sulle nostre strade.

Bene Ford Edge, Audi Q2 e Hyundai Ioniq

Da quest anno sono stati inseriti i doppi punteggi per le auto in prova, un modo per spingere le Case a inserire in gamma pacchetti di accessori che aumentano la sicurezza di bordo. Audi Q2 e Hyundai Ioniq però non sono state sottoposte al doppio punteggio in quanto presente sempre (di serie) un livello di solidità strutturale adeguato al raggiungimento del massimo punteggio. Risultato quasi di facile previsione per la tedesca ma anche per Ioniq, che oltre alla tecnologia ibrida e a materiali leggeri riesce evidentemente ad unire anche una ottima resistenza agli urti. Infine Ford Edge, che conferma la percezione di sicurezza data dalle grandi dimensioni e che ottiene anch’essa le cinque stelle.

Suzuki Ignis: ibrida, 4X4 e utilitaria | HDtest

SsangYong Tivoli e Suzuki Ignis invece…

Anche SsangYong Tivoli, XLV e Suzuki Ignis sono riuscite a ottenere le cinque stelle ma solo quando dotate del cosiddetto Safety Pack, ossia le dotazioni opzionali di sicurezza presenti a listino. Per quel che riguarda Ignis, sono inclusi nella top di gamma iTop alcuni dispositivi fondamentali per raggiungere questi livelli di sicurezza nei crash test: frenata automatica, rilevamento della stanchezza e avviso di abbandono involontario di corsia. Senza questa dotazione le stelle del crash test EuroNCAP sono state solo tre.

Discorso simile per SsangYong Tivoli e XLV. Entrambi sono dotati (a pagamento) di frenata automatica e di rilevamento dell’abbandono di corsia. Michiel van Ratingen, segretario generale dell’EuroNCAP, ha così commentato i risultati:

“È positivo constatare come il doppio punteggio stia incoraggiando le Case a sviluppare tecnologie di sicurezza optional anche per modelli il cui prezzo non consente di montarli di serie su tutta la gamma”