Enel: 180 nuove stazioni di ricarica in Autostrada nel 2018

24 luglio 2017

base ald enel (4)

Immaginate di poter percorrere l’Italia intera in autostrada a bordo di un’auto elettrica. Oggi questo è possibile solo per i proprietari di Tesla, che possono beneficiare della ricarica ultra rapida dei propri Supercharger disposti in prossimità delle città più popolose, mentre per gli altri utenti di auto elettriche si tratta di un’impresa che comporterebbe tempi decisamente più lunghi. La soluzione arriva da Enel, che ha in programma di installare ben 180 nuove stazioni di ricarica rapida lungo la rete autostradale entro il 2018.

Ricarica rapida e distribuzione capillare delle infrastrutture: questa la “ricetta” non tanto segreta che potrebbe contribuire al vero boom dell’elettrico che, ad oggi, in Italia non si è ancora verificato. Enel però vuole cambiare questo trend, annunciando l’arrivo di nuovi punti di ricarica rapida in autostrada. Entro il 2018, infatti, l’ente fornitore di energia elettrica provvederà all’installazione di ben 180 nuove colonnine in corrispondenza delle più importanti arterie autostradali del Bel Paese.

Verso la mobilità elettrica a lungo raggio

Secondo il progetto, presentato da Enel al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Delrio, le prime 30 colonnine di ricarica saranno già pronte entro settembre e interesseranno i tratti più battuti delle nostre autostrade, tra cui l’A1 Milano-Roma e l’A4 Torino-Venezia. L’installazione avverrà nelle principali aree di servizio e di sosta. Nei mesi successivi, la diffusione delle stazioni di ricarica interesserà anche il Grande Raccordo Anulare (con tre punti di ricarica) e la Salerno-Reggio Calabria (con due postazioni). In totale, entro il 2018, si prevede l’installazione di 180 nuove colonnine a ricarica veloce.

Il segreto è la velocità

La presenza della ricarica rapida consentirà dunque anche a chi possiede un’auto elettrica di effettuare grandi percorrenze, con tempi di rifornimento energetico che potranno essere assimilati, per esempio, nel corso di una di quelle pause pranzo “lunghe“, necessarie quando si percorrono molti chilometri.

L’impegno di Enel prevede un investimento di 300 milioni di euro con l’obiettivo di creare un’infrastruttura da circa 12.000 punti di ricarica divisi tra territorio nazionale ed europeo.

Elettriche: una maxi alleanza per la ricarica rapida in Europa