EAGLE Project: allo studio un benzina con efficienza del 50%

15 giugno 2017

EAGLE motore benzina 50% efficienza

Alcuni ricercatori europei sono al lavoro per sviluppare un motore a benzina destinato a rivoluzionare per sempre la mobilità con motori a combustione interna: si tratta di un concept innovativo che, nelle intenzioni, arriverà a picchi di efficienza del 50%, grazie ad un nuovo sistema di iniezione, alla presenza di idrogeno e a nuovi metodi di isolamento per ridurre le perdite di calore. A produrre il prototipo di questo motore sarà Renault.

Un motore a benzina che sia il 20% più efficiente di qualsiasi altro propulsore benzina attualmente sul mercato, per un efficienza massima del 50%: questo l’ambizioso obiettivo del progetto di ricerca europeo EAGLE – Efficient Additivated Gasoline Lean Engine – condotto dall’organizzazione francese IF Energies Nouvelles insieme a otto partner provenienti da Germania, Francia, Italia e Spagna. Oggi, giusto per fare un paragone, i motori a benzina possono raggiungere un’efficienza massima del 40%.

Obiettivo: ridurre perdite di calore

Come spiega il professore Alberto Broatch, docente presso il Research Institute CMT-Motores Térmicos all’Università Politecnica di Valencia, l’obiettivo è quello di ridurre la potenza dissipata sotto forma di calore durante i processi di combustione, rimanendo all’interno dei futuri limiti europei che imporranno una media di emissioni di CO2 di 50 grammi al kilometro, oltre a valori più bassi di NOx.

Il ruolo dell’idrogeno

EAGLE

Tra le tecnologie messe a punto da questi team di ricerca, l’utilizzo dell’idrogeno come stabilizzatore del processo di combustione, oltre ad un nuovo sistema di iniezione pre-camera. In più, i ricercatori stanno studiando nuovi rivestimenti isolanti per alcune parti della camera di combustione, ancora una volta per ridurre le perdite di calore e dunque di efficienza.

Renault produrrà il prototipo

A produrre il primo prototipo di questo rivoluzionario motore a benzina ad alta efficienza sarà Renault, che ha affidato il progetto al responsabile Cédric Libert. Tutto questo potrebbe essere realtà commerciale nel 2020, quando il progetto EAGLE dovrebbe essere maturo per la produzione in serie di queste tecnologie.

Al progetto stanno lavorando i centri di ricerca francesi di Saint-Gobain Centre de Recherche et d’Etudes Européen, Continental Automotive France e i tedeschi di Continental Automotive e FEV Europe, oltre ai campus universitari di Valencia, Università degli Studi di Napoli Federico II e Rheinisch-Westfälische Technische Hochschule di Aachen (Germania).

  • redshift

    Si si ora che qualcuno sta facendo tremare una delle colonne del petrolio, escono i prototipi di motori a combustione “efficienti”! L’era del fuoco è finita, basta con la combustione!

  • Davide

    mamma mia che efficienza, lo vedrei solo su un auto tante extender con un battery pack da 50 kw ad alta densità, così da essere grande la metà del normale, con l’unico scopo di generare elettricità per ricaricare l’auto in casi di emergenza

  • Mauro Lingua

    basta mettere un kit H2O per auto che costa 750 Euroi faselo montare da qualunque officina specializzata e la vostra auto fa da 30 % a 50 % in km in piu con un litro di acqua distillata

  • Mauro Lingua

    Non è una scienza nuova ha almeno 10 anni di tecnologia, la vera rivoluzione delle auto è il motore e finalmente i tempi sono maturi, GPL o Metano o Hydrogeno o elettrica questo è il futuro