Dendrobium, l’elettrica di Singapore da 320 Km/h

16 marzo 2017

Vanda_Dendrobium (8)

Vanda Electrics mostra al pubblico la sua Dendrobium, 320 orari grazie a due motori elettrici e 2,7 secondi da 0 a 100 all’ora. Progettata a Singapore è stata creata in collaborazione con la Williams.

Dendrobium di Vanda Electrics si mostra al pubblico in veste definitiva con una linea del tutto diversa da ciò a cui siamo stati abituati finora persino nel mondo scintillante delle hypercar. L’auto, progettata e disegnata a Singapore, è capace di correre fino a 320 orari grazie alla spinta di due motori elettrici da 1.000 CV complessivi (uno per asse) e cambio monomarcia per l’anteriore multimarcia per il posteriore con differenziale. Le prestazioni sono di tutto rilievo con uno 0-100 in appena 2,7″ ed un peso che definire “piuma” è un po’ esagerato: 1.750 Kg nonostante il largo uso di materiali compositi.

Vanda_Dendrobium (7)

A proposito non ci sono informazioni riguardo a potenza e autonomia, dettagli importanti per una hypercar ma che non sono stati comunicati ancora da Vanda Electrics. Quello che si sa invece è che a collaborare per il progetto è stata la Williams con il suo team Advanced Engineering, che ha fornito supporto per lo sviluppo delle tecnologie sperimentate in Formula E – la Scuderia inglese rifornisce le 42 auto impegnate nel campionato a zero emissioni della FIA.

Dendrobium, l’hypercar elettrica di Singapore debutta a Ginevra

Esteticamente la Dendrobium (specie di Orchidea originaria di Singapore) si ispira all’apertura dei petali del fiore per incantare chiunque si appresti ad entrare nell’abitacolo. Le porte e il portellone posteriore si aprono controvento rivelando i sedili sportivi e le forme esagonali riprese in vari elementi degli interni a cominciare dal volante e dal tunnel centrale. Fuori invece la parte più curiosa è il posteriore dove le forme aerodinamiche accolgono anche elementi funzionali come i gruppi ottici che percorrono l’intero alettone. Bellissimi i bracci oscillanti delle sospensioni che rimangono a vista al di fuori della carrozzeria, racchiusa a goccia per favorire il deflusso aerodinamico.

Vanda_Dendrobium (4)

Dendrobium dispone di un telaio monoscocca in materiale composito, pannelli della carrozzeria in fibra di carbonio, dischi freno carboceramici e pinze in lega leggera sistemate all’interno di ruote in lega da 20’’, all’anteriore, e 21’’ al posteriore. L’auto potrebbe entrare in produzione a partire dal 2020, tutto dipende dal giudizio del pubblico durante l’esordio al Salone di Ginevra.