BMW conferma l’ingresso ufficiale in Formula E nel 2018/2019

11 luglio 2017

BMW Formula E (3)

Dopo la conferma di Audi della scorsa settimana, anche BMW ha annunciato l’ingresso come marchio ufficiale nel campionato di FIA Formula E per la stagione 2018/2019. I corteggiamenti degli organizzatori si sono dunque rivelati utili.

BMW si prepara per l’ingresso in Formula E dalla porta principale: dopo la sponsorizzazione dell’evento e la partnership con il team Andretti, il costruttore di Monaco di Baviera ha ufficializzato la propria partecipazione al campionato per monoposto elettriche organizzato dalla FIA.

Ufficiale: Audi in Formula E, è il primo costruttore tedesco

Il percorso di BMW ricalca un po’ quello di Audi, che ha ufficializzato la propria partecipazione come costruttore ufficiale già dalla prossima stagione (in programma da dicembre) dopo aver supportato il team ABT Schaeffler. BMW rappresenta il terzo costruttore tedesco ad entrare ufficialmente nel vivo della corsa, dopo l’ufficializzazione da parte di Mercedes-Benz avvenuta alla fine dello scorso anno.

Nel 2018/19 con le nuove regole

Come Mercedes, anche BMW ha deciso di entrare direttamente in occasione della quinta stagione e non nella quarta, in quanto è dal 2018/2019 che si passerà dall’attuale format di due vetture per pilota alla singola vettura per l’intera stagione.

Andretti sempre presente

Le monoposto bavaresi saranno equipaggiate con un powertrain completamente nuovo sviluppato in casa da BMW i Motorsport e saranno gestite in collaborazione con il team Andretti. L’ingresso nella competizione per monoposto elettriche darà una spinta sostanziale allo sviluppo delle nuove tecnologie che sono alla base della prossima BMW iNEXT, nonché di tutte le future ibride ed elettriche della gamma BMW i. L’esperienza accumulata nelle competizioni, ancora una volta, sarà fondamentale per le vetture stradali che verranno.

Per gli organizzatori della FIA, poi, l’ingresso dei tre più grandi costruttori premium del mercato mondiale rappresenterà un biglietto da visita mai così attraente per dare una spinta anche mediatica alla manifestazione sportiva, allargandone il bacino di utenza. Sicuramente, l’arrivo di Audi, BMW e Mercedes-Benz renderà il tutto molto più interessante. Chissà se ad affiancarle arriveranno, in un futuro, anche Alfa Romeo o Maserati…