Base ALD: mobilità del futuro tra noleggio e elettriche

13 giugno 2017

Scopri tutti i nostri video sul canale YouTube HDmagazine.

Base ALD è il primo “experience point” che farà da contatto tra le proposte di ALD Automotive e i clienti, un luogo dove scoprire le offerte dell’azienda che prosegue nella sua mission, cambiare il modo di usare l’auto.

Oggi una vettura resta ferma per la maggior parte del tempo e, specie nelle grandi città come Milano o Roma, diventa difficile ammortare i costi dell’auto di proprietà dato che gli spostamenti sono minimi. Così arriva la proposta di ALD Automotive che, con la collaborazione con Enel, strizza l’occhio anche alla mobilità elettrica.

Il punto di Monza è il primo di una serie prevista in tutta Italia ed enfatizza le soluzioni alternative alle classiche termiche. Otto modelli di auto elettriche saranno disponibili per i test drive fino a fine giugno, dall’ammiraglia Tesla Model S alle più piccole come Leaf (per la quale c’è la formula e-go all inclusive), sia elettriche che ibride plug-in fino ad arrivare alla sbarazzina Citroen e-Mehari. Tesla, BMW, PSA, Nissan e Renault saranno i marchi in mostra e disponibili in prova e, qualora dovessimo convincerci al passaggio all’elettrico, lo staff di Base ALD illustrerà le proposte di noleggio a medio e lungo termine.

base ald enel (12)

E-Go Ricarcar è il progetto già avviato, e in fase di espansione, che prevede un canone mensile ridotto, con un minimo di chilometri inclusi nell’offerta, e lascia la totale liberà di scelta dell’utilizzo dell’auto. Meno si usa, meno si paga, senza lo stress dei costi di assicurazione RC, bollo e manutenzione ordinaria o straordinaria.

L’app per Android e iOS permette di controllare in ogni momento i chilometri percorsi e quelli residui e, in caso di viaggi non programmati, basterà acquistare i chilometri proprio come si acquistano i giga extra sul cellulare ad esempio. La formula è quindi quella del pay per drive a costi chilometrici simili a quelli del car sharing (anche inferiori a volte) ma con il vantaggio dell’auto sempre disponibile in box o nel vialetto sotto casa. Terminato il periodo del contratto si può cambiare auto o riscattare quella attuale e la stessa cosa vale per le colonnine di ricarica installate in collaborazione con Enel, disponibili in diverse opzioni a seconda delle esigenze (Box Station, Pole Station e, a breve, Fast Recharge per la ricarica rapida).

Box Station: supporta presa Scame e Mennekes, assorbimento massimo di 16 A a 230 V, potenza di 3.3 kW. Una ricarica alla volta.

Pole Station: supporta presa Scame e Mennekes. Assorbimento massimo di 16A a 230V per una potenza di 3.3 kW e assorbimento massimo di 32A a 400V per una potenza di 22 kW. Due ricarica contemporanee.

base ald enel (21)

In più ci sono i prodotti ALD Automotive già disponibili: oltre ai progetti di car sharing e noleggi per le aziende, infatti, si possono sviluppare formule di car-to-car, affiancando nel contratto un’elettrica per il lavoro in città e un fuoristrada per le gite nel week end o uno scooter/moto alla quattro ruote, così da avere sempre l’auto giusta per ogni esigenza ed evitare gli sprechi: perché guidare in città un mezzo con 3 litri di cilindrata e dimensioni ingombranti quando si può risparmiare con un’ibrida compatta e avere comunque la disponibilità della vettura “premium” per le occasioni in cui serve più spazio e potenza?

Un servizio del genere non solo offre un nuovo modo di concepire l’auto e risparmiare su costi e preoccupazioni (in caso di incidente si avrà accesso all’auto sostitutiva senza doversi occupare di nulla) ma apre la strada a interessanti opzioni. Basta guardare il caso dei neopatentati, spesso in circolazione con usati acquistati proprio per far pratica e per questo datati vista la necessità di ridurre le spese della famiglia. Con un noleggio del genere, invece, si potrà avere un’auto moderna e dotata dei sistemi di sicurezza attiva, ancora più importanti per chi circola da poco su strada e necessita di fare esperienza.

Le varie formule permettono di includere anche servizi come il cambio di pneumatici da estivi ad invernali, completando quindi quella che – a conti fatti – diventa un’offerta “senza pensieri” per il cliente.

  • Ngamer

    20km 50 euro … HAHAHAHAHAHA !!!!!! l idea è giusta e secondo me il futoro sarà cosi con la stramaggioranza delle persone che non avranno un auto ma saranno tutte a noleggio con guida autonoma . mi serve un auto la chiamo con un app sul telefono e arriva. ma qui i prezzi sono fuori di testa.

    • Tikey92

      Guarda che è il contrario… 50km costa 20 €

      • Ngamer

        a sii scusa ma sono tantisssssssimi . siamo fuori di melone ? 50 km te li faccio con 5 euro di benzina forse anche meno , se uso una ibrida toyota li fa con 2 litri di benza .

        • 29atal

          Certamente, ma assicurazione, bollo, manutenzione, macchina chi te li paga?

          • 29atal

            Perdonami, facciamo due conti prima di sentenziare!

            Da una parte : auto cittadina generica 10000€ + 500€/anno assicurazione + 250€/ anno di gomme tagliando revisione (non consideriamo extra, gomme 400/4 anni, revisione 100/2anni tagliando 200/2 anni – tutto a spanne) + 6,5€ ogni 100km (20km/lt 1,3 €/lt)
            Ipotizziamo di spalmare in 10 anni di vita, 200.000km (anche meno, auto da città), 1 cinghia di distribuzione (1000€) : abbiamo 2650€ l’anno c.a.

            Bene, ora con questi conti (20€ ogni 50km) : con 2650€ si fanno 6625km..
            Uno deve considerare la propria situazione e valutare! Per qualcuno può essere conveniente, altri no!

            Magari è solo un primo prezzo, magari è competitivo per chi usa davvero poco la macchina (ma a quel punto, perché non i mezzi pubblici?), magari hanno valutato la convenienza con altri parametri! In ogni caso è una soluzione innovativa ☺️ Scusami se il primo commento era un po’ campato in aria!

          • Ngamer

            sono cmq troppi