Audi: i “wearable” entrano in fabbrica con ProGlove

28 novembre 2016

audi-proglove-3

La tecnologia ha già invaso da tempo sia il mondo delle auto che quello della produzione delle stesse. Ora arriva un nuovo progetto che porta in wearable in fabbrica per la produzione Audi a Ingolstadt.

Dopo l’avvio del progetto pilota della durata di un mese, gli indossabili entrano nell’impianto Audi per la logistica. Si tratta di guanti scanner che permettono di avere le mani libere per lavorare e migliorare l’ergonomia. Nell’impianto di Ingolstadt sono in uso 10 di questi “ProGlove” che rimpiazzano il classico scanner per i codici a barre impiegato nella logistica. L’attivazione avviene tramite l’unione di pollice ed indice, un movimento istantaneo che si aggiunge al vantaggio di avere lo scanner sempre a portata di mano. Inoltre gli impiegati non devono “mirare” il codice perché la funzione di scanning è integrata nel movimento naturale della mano e i feedback ottici, acustici e tattili (tramite vibrazione) permettono di avere la conferma della scansione avvenuta.

audi-proglove-1

Il guanto-scanner indossabile comunica poi via radio con il ricevitore (connesso tramite USB) e non richiede ulteriore software mentre la batteria è pensata per garantire la durata di un turno di lavoro ed essere ricaricata completamente in due ruote. Per Audi si tratta di un primo passo nell’utilizzo dei wearable all’interno dei suoi impianti e i programmi di sviluppo prevedono l’applicazione di questa tecnologia in altre aree della produzione.

Storie: